Volley A1: Legnano è imbarazzante, tutto facile per la myCicero che agguanta il 5° posto in coabitazione con Monza

di 

14 gennaio 2018

Alice Degradi, applaudita ex, tenta di superare l'ottimo muro pesarese

Alice Degradi, applaudita ex, tenta di superare l’ottimo muro pesarese

myCicero Pesaro – Sab Legnano 3-0
Pesaro: Cambi 4, Van Hecke 12, Olivotto 10, Aelbrecht 5, Bokan 17, Nizetich 6, Ghilardi (L), Baldi 2, Carraro, Arciprete, Lapi, Vagnini (L). N.e. Bussoli. All. Bertini; vice Burini.
Legnano: Caracuta, Degradi 13, Pencova 6, Martinelli 4, Bartesaghi 2, Barcellini 4, Lussana (L), Coneo 8, Cumino 2, Cecchetto. All. Buonavita; vice Tettamanti.
Arbitri: Saltalippi di Perugia e Frapiccini di Ancona
Parziali: 25-15; 25-21; 25-13 in 66 minuti.
Note: spettatori circa 600.
Statistiche di squadra: Pesaro: Battute 73, errori 7, punti 6. Ricezioni 42, errori 4, positiva 69%, perfetta 50%. Attacchi 76, errori 3, muri subiti 5, punti 36, 47%. Muri fatti 14. Errori avversarie 19. Legnano: Battute 51, errori 9, punti 2. Ricezioni 66, errori 9, positiva 74%, perfetta 50%. Attacchi 87, errori 6, muri subiti 14, punti 32, 37%. Muri fatti 5. Errori avversarie 10

PESARO – La myCicero, che archivia facilmente la pratica Sab Legnano, presentatasi a Campanara con un roster ridotto ai minimi termini, conquista altri tre preziosi punti e il quinto posto in classifica, in coabitazione con la Saugella Monza. Scavalcata la Liu Jo Modena, sconfitta sabato sera a Busto Arsizio, prossima avversaria (mercoledì 17 gennaio, ore 20,30).

Va in archivio così, nel migliore dei modi anche la terza giornata di ritorno della squadra allenata da Matteo Bertini.

Perde la Sab, semplicemente imbarazzante e non certo per colpa delle ragazze, encomiabili per impegno, e del nuovo allenatore. Legnano, che aveva aperto la stagione con risultati positivi malgrado dalla Lombardia filtrassero segnali preoccupanti, è ufficialmente impelagata nella lotta per non retrocedere; Bergamo (brava a espugnare Casalmaggiore) e Filottrano (che ha creato qualche problema alla capolista) ringraziano.

Perde soprattutto la pallavolo femminile, ogni anno alle prese con i problemi di sempre.

Leggete attentamente le parole del comunicato diffuso sabato mattina Gold Sport, agenzia di consulenza sportiva fondata da Donato Saltini che rappresenta Camilla Mingardi: “Dopo una estenuante trattativa che ha lasciato molto sconcerto e perplessità e che ha evidenziato ancora una volta un vuoto normativo relativamente alla mancanza di tutele per i giocatori di pallavolo, la vicenda Mingardi volge ad una conclusione. L’atleta bresciana si accasa alla Liu Jo Nordmeccanica Modena con la quale proseguirà il cammino nella massima serie e da lunedì farà parte integrante della squadra”.

Cosa ha da dire la Lega Pallavolo Serie A Femminile? E cosa hanno da dire le giocatrici che hanno vissuto e vivono la stessa situazione affrontata, suo malgrado, da Camilla Mingardi? Una domanda anche alle agenzie che curano gli interessi di allenatori e giocatrici: bisogna attendere la conclusione di casi come quello che ha coinvolto Camilla Mingardi per fare chiarezza?

In attesa, poche parole per la cronaca di una partita mai nata. Ovviamente senza alcuna colpa della myCicero.

Primo set: apre un punto (pipe) di Alice Degradi, applaudita ex utilizzata da opposto, e Barcellini, una storia alle spalle, all’esordio. Legnano resiste fino al 2 parti, poi Pesaro se ne va: 10-2 con la Sab che ha difficoltà a giocare palla. Si arriva al 20-8 e nei nostri appunti compare ancora una volta “imbarazzante”. Le gialle hanno il merito di non affondare e di realizzare 15 punti. Chiude Nizetich. Degradi è la migliore realizzatrice (6), seguita da van Hecke (5). 4 muri e 3 ace per le pesaresi; zero per le lombarde che hanno commesso 8 errori (contro i 2 pesaresi, un record).

Dopo un set così, anche la squadra più determinata rischierebbe di perdere la concentrazione e di farsi trascinare nel non gioco. Accade perché quando Pesaro guadagna un vantaggio facile (13-9), non riesce a rimanere sul pezzo. Così, la Sab recupera e passa addirittura in vantaggio: 18-19. Basta che la myCicero torni a essere se stessa per impedire ulteriori rischi. A mettere le cose a posto ci pensa il servizio di Bokan, ma il punto finale è offerto da un’invasione in palleggio di Caracuta: 25-21.

Il terzo set è uno dei più brutti visti negli ultimi anni. Il servizio di Cambi propizia un parziale devastante: 13-1 sigillato da Van Hecke. Bertini dà spazio a chi gioca meno ma è parte importante nell’economia della squadra. Si mette in evidenza Gloria Baldi e annusa il profumo del taraflex anche la giovane Vagnini, secondo libero. Chiude Bokan, mandando in archivio una serata che ha fatto male alla pallavolo femminile, prima di tutto alla dignità delle ragazze in giallo.

Gli altri risultati della terza giornata di ritorno:

giocata sabato

Busto Arsizio – Modena 3-1

giocate oggi

Casalmaggiore – Bergamo 2-3

Novara – Firenze 3-0

Scandicci – Monza 3-1

Conegliano – Filottrano 3-0

La classifica

Conegliano 38

Novara 35

Scandicci 30

Busto Arsizio 28

Monza e Pesaro 22

Modena 21

Firenze e Casalmaggiore 14

Bergamo e Legnano 11

Filottrano 6

Prossimo turno, mercoledì 17, ore 20,30

Modena – Pesaro

Legnano – Conegliano

Monza – Casalmaggiore

Filottrano – Novara

Bergamo – Busto Arsizio

Scandicci – Firenze (diretta Rai Sport)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>