Volley, da Terra dei Motori a Terra della Pallavolo: stagione fantastica per Pesaro e San Giovanni in Marignano

di 

26 gennaio 2018

PESARO – Da Coneo a Cuneo, il destino di Andrea Pistola è in una vocale che cambia, con l’obiettivo di cambiare un numero, di passare dal 2 di A2 all’1 di A1. Cose da Bartezzaghi, la dinastia degli enigmisti. Curioso, a Legnano, che ha salutato dopo una spiacevole vicenda, non certo per colpa del coach marchigiano, Pistola ha allenato una quasi omonima degli storici enigmisti: Bartesaghi.

La Battistelli San Giovanni in Marignano (Foto Zamagni/Lvf)

La Battistelli San Giovanni in Marignano (Foto Zamagni/Lvf)

Ora, però, deve risolvere un rebus importante: perché l’Ubi Banca San Bernardo Cuneo è passata in poche settimane (30 dicembre 2017, ultima d’andata) dal primo posto in classifica (38 punti) al quinto (43 dopo la 4^ di ritorno), avendo conquistato 5 punti in 4 giornate? Nel frattempo, pure prima testa di serie, Cuneo ha salutato la Coppa Italia, lasciando il primato alla strepitosa Battistelli San Giovanni in Marignano che dai 35 punti e 4° posto dopo l’andata è balzata in vetta a quota 47, grazie al filotto nel ritorno: 4 partite giocate, 12 punti, 3 soli set persi.

E’ la Terra dei Motori, sta diventando anche la Terra della Pallavolo femminile. Tra Marche e Romagna si vive una stagione esaltante. La myCicero Pesaro è quinta in classifica in un campionato da neo promossa, con una squadra rivoluzionata (tre conferme: Bussoli, Ghilardi e Olivotto; 9 volti nuovi), ma una continuità fondamentale: Matteo Bertini, l’allenatore di una squadra che piace a chi ama la pallavolo. La myCicero è una vera squadra – ingrediente determinante per ottenere risultati – e gioca bene. Come giocava bene gli anni scorsi in serie A2 e in precedenza in B1. A conferma che il lavoro paga e pagano le idee di bel gioco.

Onestamente, a livello di espressione tecnico-tattica, solo Conegliano e Novara riescono a esprimere una pallavolo che può essere considerata superiore in virtù di organici illimitati. La myCicero non gioca peggio, anzi.

Non è da meno, in serie A2, la Battistelli San Giovanni in Marignano di coach Stefano Saja che, in una zona dove si è cresciuti cullati dal rombo delle motociclette, sta catturando le simpatie di esperti e neofiti.

Il futuro è in grembo a Giove, o nelle sue mani, ma la myCicero e la Battistelli sono in buone mani, anche se la myCicero è attesa da un impegno a dire poco ostico. Domenica sarà a Scandicci, casa della Savino Del Bene terza in classica, attesa dell’ex Isabella Di Iulio che sta ovviando alle difficoltà di Lauren Carlini, per certi versi inattese, anche se le statunitensi, soprattutto se la prima volta all’estero, pagano la pressione, inesistente o quasi nel campionato universitario. Il grande lavoro fatto negli anni pesaresi, è una certezza per Isabella Di Iulio, capace di coinvolgere un’icona del volley italiano, Valentina Arrighetti, che con Carlini non vede(va) una palla al centro.

Scandicci ha 36 punti, 11 in più delle pesaresi, e un terzo posto al momento consolidato, anche se l’Unet E-work Busto Arsizio (32), che ha avuto un pessimo avvio di girone di ritorno, domenica scorsa ha mostrato segni di crescita contro Modena ed è attesa dall’anticipo televisivo del sabato nel PalaBorsani di Villa Cortese, casa della Sab Legnano, in questo momento – non per colpa delle ragazze e del nuovo coach – la squadra meno squadra della serie A1.

Sia consentita una considerazione sull’anticipo televisivo dedicato al derby lombardo: con tutto il rispetto per la squadra bustocca allenata dal bravissimo Marco Mencarelli e per il pubblico che segue le farfalle che è sempre uno spettacolo nello spettacolo, è possibile che l’Unet E-work sia già a quota 6 dirette televisive e la Pomì a 5, come la Savino Del bene?

Domenica a Scandicci, sette giorni dopo in casa con Monza: due partite che potrebbero confermare posizioni di vertice per la myCicero, che parte sfavorita in casa Savino Del Bene, ma ha le carte in regola per mettere in difficoltà la terza in classifica, allestita per puntare in alto, molto in alto. Basta ricordare la gara d’andata, quando capitan Nizetich e compagne s’arresero solo al quinto set.

Il programma completo della sesta giornata di ritorno:

Isabella Di Iulio saluta la sorella Chiara dopo il derby toscano (Foto Rubin/Lvf)

Isabella Di Iulio saluta la sorella Chiara dopo il derby toscano (Foto Rubin/Lvf)

sabato 27 gennaio, ore 20,30

Legnano – Busto Arsizio (diretta Rai Sport)

Domenica 28, ore 17

Scandicci – PESARO, arbitri Zavater e Gnani

Monza – Conegliano

Bergamo – Novara

Casalmaggiore – Firenze

Modena – Filottrano

Tutte le partite di domenica in diretta su Lvf.tv

La classifica

Conegliano 44

Novara 39

Scandicci 36

Busto Arsizio 32

Monza e PESARO 25

Modena 24

Firenze 17

Casalmaggiore 14

Bergamo 13

Legnano 11

Filottrano 8

In serie A2, la Battistelli San Giovanni in Marignano sarà in trasferta a Olbia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>