Vis Pesaro ko anche ad Avezzano (0-1): adesso la vetta è distante 9 punti

di 

28 gennaio 2018

Avezzano-Vis immagine dell'incontro

Avezzano-Vis immagine dell’incontro

AVEZZANO – VIS PESARO 1-0
AVEZZANO (4-2-3-1): Fanti; Besana M., Menna, Sbardella, Lombardo; Persia, Bianciardi; Besana D. (24′ st Priorelli), Cerone (30′ pt Acatullo), D’Eramo; Dos Santos. All. Giampaolo
VIS PESARO (4-3-1-2): Marfella; Ficola, Cacioli, Radi, Boccioletti; Bellini, Paoli, Carta (30′ st Ridolfi); Buonocunto (30′ st Cruz); Baldazzi (37′ st Lignani), Olcese. All. Riolfo
ARBITRO: Bertini di Lucca
RETE: 39′ st Dos Santos
NOTE: giornata soleggiata ma mite, terreno di gioco in buone condizioni, spettatori 700 circa; ammoniti Persia, Carta, Boccioletti, Radi; angoli 2-3, recupero 2+4

AVEZZANO (L’Aquila) – Adesso è veramente durissima. Per non dire che recuperare 9 punti all’attuale Matelica è missione pressoché impossibile. Un vantaggio enorme, dilatatosi oggi dopo il 3-2 della capolista sulla Vastese e lo 0-1 della Vis ad Avezzano, nella tana della quarta forza del torneo.

Gara non spettacolare allo stadio dei Marsi, coi pesaresi di Riolfo puniti a una manciata di minuti dalla fine da Dos Santos, fin lì in ombra, che ha appoggiato in rete un cioccolatino di Priorelli scattato sul filo del fuorigioco. Priorelli che era subentrato nella seconda metà, in una squadra che a priori ha dovuto rinunciare allo squalificato Pellecchia, a Bisegna infortunatosi durante il riscaldamento e a Cerone – un altro pezzo da novanta – che ha dato forfait dopo mezz’ora. Nell’occasione del gol da valutare la spallata subita in avvio di azione su Lignani, ma anche un paio di decisioni arbitrali dubbie nel finale (un paio di falli di mano ignorati, un vantaggio in area non concessa). Sarebbe comunque riduttivo appellarsi alla giacchetta nera per il momento che sta vivendo la Vis, che ha colto un punto nelle ultime tre partite.

Sulla gara di oggi, va detto che il primo tempo è stato avarissimo di occasioni: giusto un paio di tiri fuori bersaglio di Denis Besana e Persia, più una palla avuta da Olcese ma parata da Fanti. Nella ripresa la Vis è cresciuta nel gioco, andando vicino alla segnatura con Buonocunto che da posizione succulenta, seppur defilata, ha provato l’appoggio per Baldazzi invece di tirare. Di contro l’Avezzano, pressoché perfetto in fase difensiva, è andato vicinissimo al vantaggio alla mezz’ora, con Marfella bravo a respingere una punizione di Dos Santos ma addirittura prodigioso sul successivo tap in di Sbardella. Due parate prima del gol che ha lasciato la Vis con un pugno di mosche in mano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>