Baldelli (FdI): “Piu agenti per il territorio? Il ministro paracadutato dalla Calabria arriva in ritardo e in piena campagna elettorale”

di 

3 febbraio 2018

Giorgia Meloni e Antonio Baldelli (Fratelli d'Italia)

Giorgia Meloni e Antonio Baldelli (Fratelli d’Italia)

PESARO – “Sulla sicurezza del territorio, Minniti, ministro dell’interno in scadenza e candidato paracadutato dalla Calabria, si muove in ritardo, annunciando, guarda caso a ridosso delle elezioni, l’arrivo di più agenti delle forze dell’ordine, dopo che da anni i sindacati delle Forze dell’ordine chiedono più uomini e mezzi. Una uscita in pieno stile elettorale, tardiva e insufficiente, poiché è l’intero territorio a soffrire, da troppo tempo, della mancanza di agenti. Davvero fuori luogo e patetica è dunque l’esultanza su facebook del sindaco Pd Matteo Ricci che, tutti lo ricordano, fino a qualche tempo fa negava che a Pesaro esistesse un problema sicurezza”. E’ quanto afferma Antonio Baldelli, capolista di Fratelli d’Italia per la Camera nel collegio Marche nord, in riferimento alla nota della prefettura con la quale viene comunicato l’arrivo di 30 unità in più delle forze dell’ordine sul territorio.
“Il ministero, tramite l’Ufficio territoriale di governo, invita inoltre i sindaci a realizzare sistemi di videosorveglianza collegati alle Forze di polizia. Ebbene – continua Baldelli – nel comune di Pergola, dove sono capogruppo di maggioranza, un modernissimo impianto di videosorveglianza con lettore di targhe, collegato all’Arma dei Carabinieri, è stato installato già da tempo proprio su mio interessamento. Ma i cittadini non sanno che alcune questure devono ancora aggiornare i propri hardware e software per gestire in rete i dati provenienti dalle telecamere installate dai comuni”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>