Luciano Ligabue a Riccione per presentare il suo film “Made in Italy”

di 

3 febbraio 2018

RICCIONE (Rimini) – Venerdì 2 febbraio serata speciale,  organizzata da Giometti Eventi, Turismo Sport Cultura Eventi del Comune di Riccione e Palacongressi Riccione,  dove oltre 2000 persone hanno riempito la grande sala Concordia del Palacongressi di Riccione per partecipare alla presentazione del film “Made in Italy” . Ospiti il cantante-regista  Luciano Ligabue, accompagnato dall’attrice protagonista Kasia Smutniak e dal produttore Domenico Procacci . La presentazione è avvenuta nella sala Concordia del Palacongressi che per l’occasione si è trasformata nella più grande sala cinematografica d’Italia, già nota per ospitare Cinè-Giornate Estive di Cinema. Il pubblico era entusiasta, i fan sono arrivati anche da fuori zona e non si sono lasciati sfuggire l’opportunità di vedere dal vivo il “Liga”.  A condurre e moderare, l’organizzatore di eventi cinematografici Remigio Truocchio.

Durante la conferenza stampa fatta prima di presentare il film, Ligabue ha parlato molto bene della Romagna dicendo: “In Emilia non c’è il mare e anche se non è il migliore, il romagnolo è talmente geniale e accogliente che qui ognuno trova un motivo per venire in vacanza. La vostra accoglienza è magnifica, se la stessa accoglienza l’avessero anche in Sicilia, in Sardegna o in tante altre località dove hanno mari stupendi, il turismo migliorerebbe”.

Luciano Ligabue aveva già diretto nel 1998 Radiofreccia e nel 2002 Da zero a dieci, girato a Rimini, Made in Italy è la terza regia. Come i due precedenti, anche questo nuovo film è prodotto dalla Fandango di Domenico Procacci e distribuito da Medusa Film.

LE FOTO DI AMATO BALLANTE:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>