Volley, una serata fantastica: Mondovì e S. Giovanni in Marignano in finale di Coppa Italia di A2. Che rimonta l’Imoco Conegliano

di 

8 febbraio 2018

Un attacco vincente di Elisa Zanette (Foto Lvf)

Un attacco vincente di Elisa Zanette (Foto Lvf)

Domanda: perché il volley femminile è bellissimo? Per mille motivi e perché nella stessa sera regala tre sfide avvincenti che si concludono al tie-break.

Una serata trascorsa davanti a tre schermi: due computer e un iPad per vedere le dirette delle semifinali di Coppa Italia di serie A2 su LVF.TV e la partita di Champions tra Imoco Conegliano e Fenerbahce Istanbul sul canale 205 di Sky.

Alla fine hanno vinto le squadre che giocavano in casa – Lpm Bam Mondovì e Battistelli San Giovanni in Marignano in Coppa Italia e Conegliano in Champions, ma gli stessi applausi destinati alle vincitrici vanno alle sconfitte, co-protagoniste di una serata che gli appassionati ricorderanno a lungo.

Battistelli S. Giovanni in Marignano – Barricalla Collegno 3-2

Parziali: 23-25; 25-17; 25-21; 20-25; 16-14 in 117 minuti.

Migliori realizzatrici:

Battistelli: Zanette 31, Saguatti 13, Markovic 12, Casillo e Caneva 11. Barricalla: Agostinetto 15, Schlegel e Gobbo 10.

Grandissima prestazione di Ilaria Battistoni, che, contrariamente a quanto abbiamo scritto, non è stata riserva di Giulia Carraro nel Volley Pesaro, ma di Isabella Di Iulio. Coraggioso e vincente il suo attacco di seconda intenzione per il 15-14 nel tie-break. Migliore in campo Eliza Zanette. Si è giocato in un palazzetto dello sport esaurito.

Lpm Bam Mondovì – Fenera Chieri 3-2

Parziali: 23-25; 25-20; 17-25; 25-13; 15-12 in 123 minuti.

Migliori realizzatrici: Mondovì: Bici 25, Rivero 22, Rebora 13, Tonello 10; Chieri: Manfredini 17, Angelina e Akrari 14, Perinelli 11.

Mondovì e San Giovanni in Marignano si affronteranno domenica 18 febbraio sul taraflex che sarà allestito nel PalaDozza, il palasport di Bologna che ospiterà le Finali di Coppa Italia di A1 che vedranno protagoniste Conegliano e Busto Arsizio (sabato 17, ore 15,30), Monza e Novara (ore 18). La finale di A1 è alle ore 20,30 di domenica.

Per la Battistelli è una grandissima soddisfazione e così per la squadra piemontese. Ribadiamo, però, che se si è assistito a un grande spettacolo il merito è di chi ha messo in forse fino all’ultima palla la qualificazione di San Giovanni in Marignano e Mondovì.

Chi ha rischiato tanto, tantissimo, è stata l’Imoco, che è andata sotto di 2 set con le turche del Fenerbahce allenate da Jan DE Brandt, l’ex coach della Robur Tiboni Urbino. Addirittura nel quarto set le venete erano a un passo dal baratro, perché Istanbul conduceva 17-21. Poi la strepitosa rimonta con un parziale di 8 a 1, il successo al quinto sete e la possibilità di giocarsi il primo posto del girone contro Novara che nel pomeriggio aveva passeggiato a Prostejov vincendo 3 a 0.

Imoco Conegliano – Fenerbahce Istanbul 3-2

Parziali: 20-25; 18-25; 25-18; 25-22; 15-11 in 137 minuti.

Migliori realizzatrici: Conegliano: Bricio e De Kruijf 18, Hill 16, Fabris 13. Istanbul: Uslupehlivan 20, Rahimova 13, Babat e Erdem 10.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>