Un altro successo per il Carnevale al Tartufo di Acqualagna

di 

15 febbraio 2018

ACQUALAGNA – Grande successo ha riscosso anche quest’anno il Carnevale al Tartufo organizzato dal Comune, riuscendo ad animare la cittadina con un’occasione originale e ghiotta, il momento più atteso, quello del lancio dei tartufi. A Carnevale, vige la regola che il tartufo non si compra e, quindi non si paga, ma si regala, anzi si lancia per aria. Uno spettacolo unico in Italia che si ripete ogni anno da casa Mattei da parte del Sindaco Andrea Pierotti e che attira migliaia di turisti.

Il Carnevale, diventa un’occasione, per chi raggiunge la cittadina da fuori regione, per riscoprire tradizioni e assaporare un tesoro della Terra: il Tartufo Nero Pregiato che cresce in questa stagione e che si potrà ancora trovare e gustare nei ristoranti grazie all’inziativa “Febbraio, mese del Tartufo Nero”. Il Carnevale è stata una grande festa con tanta partecipazione che conferma l’appuntamento di Acqualagna come uno degli eventi di punta del Carnevale delle Marche. Una grande affluenza resa possibile anche grazie alla collaborazione con le scuole: Primaria e Secondaria di I° grado che hanno preso parte al corteo. I numeri del resto parlano chiaro: 8 carri, 1000 figuranti e 10 chili di tartufo lanciato alla folla che hanno assicurato il divertimento di domenica scorsa. Archiviato il Carnevale, la Capitale del Tartufo fresco tutto l’anno (ogni stagione ha la sua varietà), nonché Distretto Economico in continua espansione, si mette in moto per le altre date legate alla sua risorsa più preziosa. La più importante, dopo la Fiera regionale del tartufo estivo, è la 53^ Fiera Nazionale del Tartufo Bianco, in calendario il 28 ottobre, 1, 2, 3, 4, 10 e 11 novembre, per la quale la macchina organizzativa è già al lavoro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>