Un’Italservice decimata lotta, ma alla fine si arrende a Rieti 4-3

di 

17 febbraio 2018

RIETI Un’Italservice non al completo lotta, ma non riesce a passare a Rieti contro un Real con tutti presenti. Senza Boaventura e Cortes, e con Stringari e Tres ancora non al top, Pesaro vende cara la pelle. I laziali però non mollano di un centimetro, aggiudicandosi i tre punti.

Nella prima partita dopo la lunga pausa di un mese per gli Europei, il team di mister Ramiro cede a un avversario tosto e coriaceo, ma dimostra comunque buoni segnali in vista di questa ultima e calda fase del campionato che la vede in corsa per tutti e tre gli obiettivi: Coppa Italia, Coppa di Divisione e playoff scudetto.

E’ di Rafinha il gol del vantaggio che arriva dopo 2 minuti e mezzo di gioco. La rete nasce da un calcio d’angolo. Marcelinho però impatta. Ma come una doccia fredda c’è la doppietta di Rafinha con un siluro da lontano.

Nella ripresa succede di tutto. Nicolodi centra la porta e aumenta lo svantaggio di Pesaro dopo solo 2′ di gioco. Il Real  prova la fuga con Paulinho (4-1). Poi l’azzurro Fortini su assist di Stringari accorcia le distanze (2-4). E l’autogol di Rafinha riapre il match (3-4 al 12′). L’ultima grande opportunità è una rovesciata spettacolare di Marcelinho a 1’30 dalla fine della contesa. Le ultime battute sono concitate, ma Rieti si tiene stretto il gol di vantaggio fino al suono della sirena.

Marcelinho

Marcelinho

Real Rieti – Italservice Pesaro 4-3 (2-1 p.t.)

REAL RIETI: Garcia Pereira, Schininà, Joaozinho, Nicolodi, Rafinha, Paulinho, Esposito, Corsini, Betao, Caetano, Romano, Lupinella. All. Bellarte.

ITALSERVICE PESARO: Miraglia, Tonidandel, Manfroi, Marcelinho, Cesaroni, Francini, Tres, Curri, Stringari, Fortini, Guennounna, Micoli. All. Ramiro Diaz.

Marcatori: 2’35” p.t. Rafinha (R), 7’30” Marcelinho (P), 12’03” Rafinha (R), 1’03” s.t. Nicolodi (R), 5’27” Paulinho (R), 8’07” Fortini (P), 11’41” aut. Rafinha (P).

Ammoniti: Paulinho (R), Rafinha (R), Fortini (P), Schininà (R), Francini (P).

Arbitri: Carmelo Loddo (Reggio Calabria), Fabrizio Schirripa (Reggio Calabria). Crono: Alessandro Ribaudo (Roma 2).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>