Lunedì c’è Zucchero all’Adriatic Arena con il suo Wanted Italian Tour 2018

Cover_WANTED_foto di Stefan Sappert_Zucchero Sugar Fornaciari_bPESARO – Dopo aver incantato durante il “Black Cat World Tour” oltre 1 MILIONE di spettatori in tutto il mondo con 137 concerti in 5 continenti e aver realizzato il RECORD di ben 22 show all’Arena di Verona in 12 mesi, ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI da lunedì 26 FEBBRAIO è tornato LIVE in ITALIA con “WANTED ITALIAN TOUR 2018, il tour nei PALASPORT delle principali città italiane. Proprio lunedì 5 marzo sarà all’Adriatic Arena di Pesaro.

Queste tutte le date di “WANTED ITALIAN TOUR 2018”: dopo il 26 FEBBRAIO all’Arena Spettacoli PD Fiere di PADOVA, 28 FEBBRAIO al Pala Alpitour di TORINO, il 2 MARZO al Mediolanum Forum di Assago – MILANO (SOLD OUT) e il 3 MARZO al Nelson Mandela Forum di FIRENZE, il 5 MARZO tocca all’Adriatic Arena di PESARO, il 7 MARZO al Pala Lottomatica di ROMA (SOLD OUT), l’8 MARZO al Pala Sele di EboliSALERNO, il 10 MARZO al Pal’Art Hotel di Acireale CATANIA (SOLD OUT), il 12 MARZO al Pala Florio di BARI (SOLD OUT), il 13 MARZO all’Unipol Arena di BOLOGNA (SOLD OUT).

I biglietti per le date del tour nei palasport, prodotto e organizzato da F&P Group, sono disponibili su TicketOne.it e nei punti vendita e prevendite abituali. Per informazioni: www.fepgroup.it.

È disponibile in tutti i negozi e negli store digitali “WANTED – The Best Collection”, un’opera monumentale per celebrare una straordinaria carriera con il meglio di oltre 30 anni di musica, le immagini live dei concerti all’Arena di Verona, un docufilm con immagini di backstage, interviste e contenuti speciali e TRE BRANI INEDITI.

“WANTED – The Best Collection” (Universal Music) è disponibile in due versioni (standard e deluxe) e presenta in copertina un ritratto molto intenso dell’Artista realizzato da Stefan Sappert. La versione standard di “WANTED – The Best Collection” è composta da 3 CD + 1 DVD: il CD1 contiene una selezione di 16 brani incisi tra il 1985 e il 1990, il CD2 raccoglie 16 canzoni realizzate da ZUCCHERO tra il 1990 e il 2005 con alcune importanti collaborazioni di quegli anni e il CD3 comprende i 3 brani inediti, “Un’altra storia”, “Allora canto” e “Speng the light”, e alcuni brani composti dal 2005 ad oggi. La raccolta è stata anticipata in radio dal primo singolo inedito “Un’altra storia”, brano scritto da Zucchero e prodotto e arrangiato insieme a Max Marcolini.

Il video di “UN’ALTRA STORIA”, diretto da Fabrizio Conte e Tommaso Cardile, è online al seguente link http://vevo.ly/PH1z6z.

Tra i maggiori interpreti del blues in Italia, Zucchero (all’anagrafe Adelmo Fornaciari) nella sua carriera ha venduto oltre 60 milioni di dischi, di cui 8 milioni con l’album “Oro, incenso & birra”. Oltre a essere il primo artista occidentale a essersi esibito al Cremlino dopo la caduta del muro di Berlino, Zucchero è anche l’unico artista italiano ad aver partecipato al Festival di Woodstock nel 1994, al Freddie Mercury Tribute nel 1992 e a tutti gli eventi del 46664 per Nelson Mandela. È, inoltre, uno dei pochi artisti italiani nominato ai Grammy, con Billy Preston ed Eric Clapton come best “R&B Traditional Vocal Collaboration”. Il suo concerto nel dicembre 2012 all’Istituto Superiore di Arte di L’Avana è stato ritenuto il più grande live mai tenuto da un cantante straniero a Cuba sotto embargo. La sua musica si è estesa oltre i confini nazionali grazie anche alle numerose collaborazioni con artisti internazionali del calibro di Bryan Adams, The Blues Brothers, Bono, Jeff Beck, Ray Charles, Eric Clapton, Joe Cocker, Elvis Costello, Miles Davis, Peter Gabriel, John Lee Hooker, B.B. King, Mark Knopfler, Brian May, Luciano Pavarotti, Iggy Pop, Alejandro Sanz, Sting e molti altri.

 

L’intervista:

Dopo 137 concerti in 5 continenti, torna live…

Dopo un po’ che sono a casa comincio ad annoiarmi… mi piace viaggiare, la vita del tour. Ho deciso di fare queste date in Italia per dare la possibilità di vedere lo show ai fan che non sono riusciti a venire a Verona.

zuccheroIn merito a “WANTED – THE BEST COLLECTION”: Questo tour segue la pubblicazione di una raccolta “Wanted” che racchiude il meglio primi 30 anni di carriera di Zucchero. È un regalo che mi ha fatto la mia casa discografica, che possiede tutto il mio catalogo. È un prodotto di grande bellezza, è molto curato, sono orgoglioso di questo cofanetto, era da tanto che lo desideravo. Per gli artisti inglesi e americani queste pubblicazioni sono diventate una questione di status più che di vendite. All’interno ci sono cose rare, i miei archivi, quella versione di Donne cantata a San Francisco; c’è la porta di casa mia, anzi del mio studio, che poi è la stessa cosa, il fax di Bono che accetta di scrivere una canzone per me, erano i tempi di Miserere; il documento che attesta la cittadinanza onoraria che mi hanno dato a Memphis, la Nomination ai Grammy Awards, certi messaggi tra me e Luciano Pavarotti.

In copertina un ritratto intenso, realizzato da Stefan Sappert.

Quando mi hanno fatto quella foto ero in tour in Austria: ricordo che dietro le quinte c’era questo ragazzo, giovanissimo, mi ha chiesto un ritratto, stavo andando sul palco, ammetto che stavo per mandarlo via ma ho visto sul viso quanto ci tenesse e così gli dissi “facciamo in fretta però”. Fece il suo scatto e me andai sul palco. Mesi dopo mi fece avere quella foto, rimasi molto colpito dall’intensità che riuscì a catturare. E’ bellissima ok, ma mi invecchia.

IN MERITO ALLO SPETTACOLO: Dopo il record dei 22 concerti all’Arena di Verona tutti i fan delle altre città in Italia potranno assistere ad un suo concerto.

Porterò in scena uno spettacolo di grande musica. Wanted è una raccolta monumentale di oltre 30 anni di carriera e alternerò brani ogni sera. La scaletta sarà completamente diversa da quella del tour appena concluso in giro per il mondo, deve coprire 30 anni di dischi, ecco perché abbiamo provato 100 canzoni, per non cantare sempre le stesse cose! Spazierò e cambierò spesso scaletta anche da una data all’altra.

MUSICISTI: Per il tour nei palasport ha conservato gli stessi musicisti del tour mondiale.

Ci siamo voluti bene, rispettati. In passato ho avuto dei musicisti che erano delle teste matte questa volta è giusto riconoscere a quei “ragazzi” l’eccellente lavoro che hanno fatto. Hanno lavorato con Prince, alcuni di loro con i Beatles, con Beyoncé eppure hanno capito che con me non si scherza, che lo sento se durante un live sbagliano una nota e il giorno dopo sanno che sarò lì a ricordarglielo. Sono un musicista e in quanto tale ho grande rispetto del lavoro dei musicisti.

Ricordi del TOUR MONDIALE:

Resta ciò che mi farà invecchiare bene. Resta la scommessa vinta in Australia, data sold out con solo 17 italiani in sala. Ricordo il tempo libero impiegato a visitare a Matamata, nel Nord della Nuova Zelanda, ai piedi della catena montuosa di Kaimai Range, il villaggio ispirato alla saga de “Il Signore degli Anelli”. Ricordo il concerto a New Orleans. Eravamo in un teatro con una capienza che non superava le 1500 persone. Non c’era un posto libero e non importava che la maggior parte di loro non sapessero una parola di italiano. Ho continuato a cantare in italiano. Da bambino ascoltavo i Beatles senza capire una parola delle loro canzoni sapete perché? Perché la musica parla da se. A metà concerto chiesi scusa, dissi che avrei continuato a cantare in italiano perché quella è la mia lingua e l’applauso che è arrivato subito dopo lo porterò nel cuore per sempre. Un bianco che fa blues e si fa ascoltare dai neri… è qualcosa che dura per sempre.

I musicisti della band internazionale:

Polo Jones (musical director, bass)

Kat Dyson (guitars, dobro, mandolin, bvs)

Brian Auger (hammond organ c3)

Doug Pettibone (pedal steel guitar, dobro, lap steel, banjo, guitar)

Queen Cora Coleman (drums)

Nicola Peruch (keyboards)

Adriano Molinari (drums)

Mario Schilirò (guitars)

Andrea Whitt (violin, mandolin, pedal steel guitar)

James Thompson (sax tenor, sax baritone, flute, harmonica)

Lazaro Amauri Oviedo Dilout (trumpet, flugelhorn, french horn)

Carlos Miguel Minoso Amuey (trombone, tuba)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>