Volley A1, una myCicero troppo arrendevole a Firenze. Pesaresi senza vittorie in trasferta nel girone di ritorno

di 

4 marzo 2018

Daly Santana, una spina nel fianco della difesa pesarese (dalla pagina Facebook de Il Bisonte Firenze)

Daly Santana, una spina nel fianco della difesa pesarese (dalla pagina Facebook de Il Bisonte Firenze)

Il Bisonte Firenze – myCicero Pesaro 3-0

Firenze: Dijkema 2 (1/2), Sorokaite 13 (10/30), Miloš 7 (6/11), Ogbogu 5 (3/8), Santana 12 (12/28), Tirozzi 12 (10/29), Parrocchiale (L: Ricezioni 4, positiva 25%), Alberti ne, Bonciani, Chiara Di Iulio ne, Pietrelli ne. All. Caprara; vice Cervellin.
Pesaro: Cambi (0/2), Van Hecke 8 (8/33), Olivotto 4 (3/10), Aelbrecht 11 (5/13; 6 muri), Bokan (0/6), Nizetich 11 (9/32), Ghilardi (L: Ricezioni 16, errori 1, positiva 69%, perfetta 19%), Bussoli ne, Baldi 2 (2/3), Carraro, Arciprete 6 (6/15), Lapi ne. All. Bertini; vice Burini.

Arbitri: Simone Santi e Ilaria Vagni di Perugia

Parziali: 25-16; 25-18; 25-20 in 77 minuti.

Note: prima della partita, osservato un minuto di silenzio in memoria di Davide Astori, capitano della Fiorentina, trovato morto stamattina nella camera d’albergo dove attendeva con i suoi compagni la partita in casa dell’Udinese.

Statistiche di squadraFirenze:
Battute 74, errori 7, punti 4. Ricezioni 48, errori 1, positiva 52%, perfetta 10%. Attacchi 108, errori 5, muri subiti 8, punti 42, 39%. Muri fatti 5. Errori avversarie 24. Pesaro: Battute 55, errori 7, punti 1. Ricezioni 67, errori 4, positiva 51%, perfetta 18%. Attacchi 114, errori 12, muri subiti 5, punti 33, 29%. Muri fatti 8. Errori avversarie 12.

In una Firenze attonita per la scomparsa improvvisa di Davide Astori, capitano della Fiorentina, Il Bisonte Firenze calpesta la myCicero che chiude il girone di ritorno senza vittorie in trasferta. 5 partite lontano da casa, 1 solo punto conquistato, peraltro nel campo più difficile: Novara.

Valentina Tirozzi, ex capitano pesarese, passa il muro a 2 di Aelbrecht e Cambi (dalla pagina Facebook della società toscana)

Valentina Tirozzi, ex capitano pesarese, passa il muro a 2 di Aelbrecht e Cambi (dalla pagina Facebook della società toscana)

Una partita da dimenticare, condizionata dai troppi errori commessi dalle pesaresi: 24 (la metà per le toscane). Vista la posta in palio e il concomitante confronto tra Modena e Monza, ci si attendeva una myCicero più aggressiva. Invece, a parte le solite due – Aelbrecht e Ghilardi – la squadra è mancata in determinazione e voglia di vincere. Peccato, perché oltre la rete non c’era una squadra insuperabile. Anzi.

L’inizio è decisamente brutto: 5 errori (tra servizi sbagliati e palleggi approssimativi) sul 3-2 per le toscane, che allungano con un palleggio di Van Hecke punito da Santi. Eppure le due squadre, Pesaro in particolare, difendono tanto e s’assiste a giocate da applausi. Il problema è che la myCicero è solo Nizetich (5, ma con 4/12) e 2 muri di Aelbrecht. Insomma, non fa punto e al cambio di campo ha attaccato con il 25% (8/32), mentre Il Bisonte ha un discreto 38%, con Daly Santana a fare il… bisonte con attacchi travolgenti: 6 (su 11). Così, dal 7-6 interno si passa al 19-11 e il set è già in archivio malgrado i due time-out spesi presto dal coach pesarese. Lo chiude Valentina Tirozzi, ex della gara (l’altro è Matteo Bertini), cercata dalla myCicero la scorsa estate. Finisce 25-16 in 24 minuti.

Firenze concede il bis, aprendo 3-0, subendo la reazione pesarese (3 pari), allungando quando il set sembra prendere una piega diversa: 6-. Un 5-0 chiuso da un errore in palleggio (chiamata fiscale) di Cambi. La myCicero prova a reagire, ma non ha punti di riferimento in attacco, meno che meno dal centro, dove Olivotto e Aelbrecht (brava con il ¾ e 1 muro) sono cercate poco da Cambi, a sua volta obbligata a inseguire la palla perché la ricezione non funziona bene, malgrado fin dall’inizio del secondo parziale ci sia in campo Arciprete per Bokan. Pesaro ha un buon momento con il doppio cambio di Carraro e Baldi (2/3) per Van Hecke e Cambi e si porta a meno 3 (17-14). Ma continua a sbagliare ed è un errore di Van Hecke a chiudere il set: 25-18 in 25 minuti con Pesaro che attacca con il 37% (Firenze è salita al 43%) . Tra Van Hecke (3/10), Nizetich (2/7) e Arciprete (2/7), la produttività delle bande è al 7/24 al 29%. Troppo poco.

La myCicero fa poco anche nel terzo set. Il Bisonte va sul 21-13 e e Nizetich e compagne sembrano già sotto la doccia. Bertini apre solo il rubinetto dell’acqua fredda. Un brusco risveglio per una squadra che si ritrova e piazza un break importante, uno 0-6 che, con il momento migliore di Rossella Olivotto, sembrerebbe riaprire il set, fissando il tabellone sul 21-19. Caprara è obbligato a due time-out. Per la serie chi la fa l’aspetti, la risposta a Olivotto arriva dalle mani di Milos. Due punti della centrale croata e un servizio al vento di Arciprete spingono il 3-0 siglato da Sorokaite.

Ed è la lituana d’Italia a commentare in diretta su LVF.tv il 3-0 finale: “Loro giocano sull’entusiasmo, danno sempre tutto. Noi stiamo crescendo, ci divertiamo a giocare e incassiamo 3 punti meritati perché abbiamo fatto una bella partita. Meritiamo i playoff per quello che abbiamo fatto nel ritorno. Infine, siamo tutte vicine alla famiglia di Davide”.

Alessia Ghilardi, libero pesarese, è dispiaciuta: “Sapevamo che non era facile vincere qui perché in trasferta facciamo fatica. Abbiamo sofferto ancora una volta la differenza tra casa e fuori. Firenze aveva un grande obiettivo: i playoff. Noi l’avevamo centrato sette giorni fa, quindi siamo scese in campo poco determinate. Per i playoff, però, servirà di più perché per andare avanti si deve vincere in trasferta. Sulla scomparsa di Davide Astori, sono senza parole”.

La Lardini espugna Legnano e sogna la salvezza

Le altre partite della 10^ giornata di ritorno, 21^ della stagione regolare sono state vibranti, combattute fino all’ultima palla. Novara ha tentato l’assalto al primato di Conegliano, conducendo di 2 set, ma alla fine si è accontentata del successo al tie-break. L’Imoco, da sempre al comando della stagione regolare, dovrà difendere il primato sabato a Pesaro. Per la myCicero sarà un’impresa fare meglio del settimo posto, che è comunque un grande risultato, se si guarda alle squadre che la inseguono. Per puntare al sesto posto, le ragazze di Bertini dovranno superare Conegliano, sperando che le emiliane cadano a Casalmaggiore. S’annuncia un’ultima giornata altrettanto emozionante. Un grande merito è della Lardini Filottrano. Straordinaria ancora una volta la prestazione di Annie Mitchem che con i suoi 29 punti ha trascinato la Lardini alla vittoria che vale una stagione. Fino a qualche settimana addietro Filottrano sembrava retrocessa, adesso ha la salvezza nelle sue mani: vincesse con Firenze, potrebbe superare Bergamo che giocherà a Monza, ospite della Saugella che – espugnata Modena – punta al quarto posto che Busto Arsizio proverà a difendere lunedì sera nell’ennesimo derby lombardo.

I risultati:
Foppapedretti Bergamo – Savino Del Bene Scandicci 1-3 (giocata sabato)

Imoco Conegliano – Igor Gorgonzola Novara 2-3

Parziali: 21-25; 22-25; 25-19; 25-16; 11-15.

Migliori realizzatrici: Conegliano: Fabris 31, Hill e Bricio 13. Novara: Egonu 30, Plak 14.

Liu Jo Nordmeccanica Modena – Saugella Monza 2-3

Parziali: 25-23; 25-19; 21-25; 21-25; 12-15.

Migliori realizzatrici: Modena: Caterina Bosetti 28, Barun 19. Monza: Havelkova 19, Ortolani 15.

Sab Legnano – Lardini Filottrano 1-3

Parziali: 25-18; 22-25; 23-25; 20-25.

Migliori realizzatrici: Legnano: Degradi 19, Pencova 15. Filottrano: Mitchem 29, Tomsia 15.

Lunedì 5 marzo, ore 20,30, diretta LVF.tv

Unet e-Work Busto Arsizio – Pomì Casalmaggiore

La classifica

Conegliano 50

Scandicci e Novara 48

Monza e Busto Arsizio * 35

Modena 31

Pesaro 29

Firenze 26

Casalmaggiore 22 *

Bergamo 18

Filottrano 17

Legnano 15 (1 punto di penalizzazione)

* Una partita in meno.

Prossimo turno, ultima giornata della stagione regolare, sabato 10 marzo, ore 20,30

Pesaro – Conegliano

Monza – Bergamo (diretta Rai Sport)

Casalmaggiore – Modena

Scandicci – Busto Arsizio

Filottrano – Firenze

Novara – Legnano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>