L’architetto Mario Botta visita la “Scultura della Memoria” di Giuliano Vangi

di 

7 marzo 2018

BottaPESARO – La ‘Scultura della Memoria’ di Giuliano Vangi in piazza Mosca, attira a Pesaro presenze prestigiose: come quella di Mario Botta, architetto svizzero di fama mondiale che con il Maestro di Barberino del Mugello collabora da diversi anni. Botta è stato in città qualche giorno fa, per fare il punto sullo stato dei lavori di una chiesa in Corea, un cantiere cui prende parte anche Vangi. Insieme a Botta era presente una delegazione coreana.

Da piazza Mosca a Palazzo Mosca dove continua ad essere visitabile (fino al 6 maggio) l’esposizione che racconta il suggestivo percorso della creazione dell’opera monumentale, attraverso disegni e bozzetti in terracotta.

La mostra in corso a Palazzo Mosca

La mostra in corso a Palazzo Mosca

E a proposito di mostre, il prossimo appuntamento è in Pescheria per il 21 aprile, data in cui inaugurerà quella che si può considerare la tappa conclusiva del progetto ‘Vangi per Pesaro': un grande evento che completa l’indagine attorno allo scultore. Altra sede accanto alla Pescheria, la Galleria Ca’ Pesaro 2.0: entrambe accoglieranno opere che documentano la produzione dell’ultimo decennio.

Promosso dal Comune di Pesaro, il progetto ‘Vangi per Pesaro’ è stato possibile in ogni sua fase grazie al sostegno di Biesse Group e del suo fondatore Giancarlo Selci, imprenditore sensibile e illuminato che crede nel valore essenziale di cultura e bellezza per una comunità.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>