Nuovi investimenti in strutture ricettive, Biancani: “Nella Provincia di Pesaro-Urbino presentati 93 progetti che svilupperanno interventi per 38 milioni di euro”

di 

21 marzo 2018

Andrea Biancani (Foto Filippo Baioni)

Andrea Biancani (Foto Filippo Baioni)

PESARO – “Gli operatori turistici credono nel loro lavoro e nella promozione turistica delle proprie strutture e sono pronti ad investire nella loro riqualificazione per dare servizi sempre più qualificati e vicini alle esigenze dei turisti.” Così il Consigliere regionale Andrea Biancani in merito alle domande pervenute a seguito del bando emanato dalla Regione lo scorso luglio per riqualificare spazi, promuovere l’innovazione delle dotazioni tecnologiche, gli ampliamenti di alberghi e strutture extra alberghiere.

“Nella provincia di Pesaro Urbino – afferma Biancani – sono stati presentati 93 progetti, da parte di piccole e medie aziende, che svilupperanno interventi per 38.4 Milioni di Euro dei quali sono stati richiesti alla Regione 13.5 milioni di Euro. Una risposta molto positiva da parte degli imprenditori, raggiunta anche grazie all’azione comunicativa messa in campo dalla stessa Regione che con le associazioni di categoria ha fatto conoscere capillarmente le opportunità messe a disposizione per migliorare la ricettività. A Pesaro sono state presentate 10 domande per un costo totale di 4.13 milioni di Euro, con un sostegno pubblico di 1.47 milioni; a Gabicce Mare i progetti sono 24 per un costo totale di 10.62 Milioni di Euro con un contributo di 3.46 milioni; a Gradara 3 progetti presentati del costo di 1.46 milioni e un contributo di 400.45 mila Euro.”

Il bando regionale ha previsto tutte le tipologie di strutture ricettive, dagli alberghi, alle country houses, alle dimore storiche, alle aree di campeggio, ai B&B, alle case vacanze, agli affitta camere con partita Iva, con il fine di ammodernarle e migliorarle.

“In questo contesto – afferma Biancani – vi è anche la volontà precisa di agevolare nuove vocazioni come i Bike-Hotel nell’ottica di valorizzare un settore, quello dei ciclo turisti, sempre più apprezzato e seguito soprattutto in periodi diversi dalla stagione estiva.”

Le opere oggetto di contributo riguardano lavori ed opere edili e per gli impianti (esclusi gli interventi di manutenzione ordinaria), con un contributo del 50% sul totale della spesa, comprese le spese di progettazione, per l’acquisto di beni strumentali e attrezzatura informatiche, per gli arredi, per l’acquisto di beni immobili, terreni e fabbricati, per le spese sostenute dal 1 gennaio 2015. I lavori dovranno essere conclusi entro 12 mesi dalla data della concessione del contributo.

“Anche questo intervento – conclude Biancani – evidenzia come la Regione creda nel turismo e nella sua crescita. Significa offrire una grande opportunità di sviluppo a nello stesso tempo incentivare la riqualificazione di strutture ricettive attraverso interventi di ristrutturazione o di ampliamento finalizzati al miglioramento della sostenibilità ambientale, all’accessibilità, all’innovazione tecnologica e soprattutto per aumentare i servizi offerti. Sarà ora impegno della Regione implementare le risorse per proseguire in questo percorso virtuoso che contribuirà a migliorare sempre di più l’offerta turistica regionale.”

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>