Volley A1, Scandicci è in semifinale playoff, la myCicero esce a testa alta

di 

24 marzo 2018

Haak e Adenízia bloccano l'attacco di Lise Van Hecke (dalla pagina Facebook della Savino Del Bene Scandicci)

Haak e Adenízia bloccano l’attacco di Lise Van Hecke (dalla pagina Facebook della Savino Del Bene Scandicci)

myCicero Pesaro – Savino Del Bene Scandicci 1-3
PesaroCambi 6 (3/6; 1 ace e 2 muri), Van Hecke 16 (14/35), Olivotto 14 (10/12; 3 muri), Aelbrecht 11(10/20), Bokan 8 (8/26), Nizetich 11 (10/30. Ricezioni 43, errori 1, positiva 81%, perfetta 72%), Ghilardi (L: Ricezioni 23, errori 1, positiva 74%, perfetta 70%), Bussoli, Baldi 2 (2/7), Carraro, Arciprete (/). N.e. Vagnini, Angeloni e Lapi ne. All. Bertini; vice Burini
ScandicciCarlini 2 (2/3), Haak 25 (21/53), Adenízia 11 (7/12; 4 muri), Arrighetti 6 (2/4; 4 muri), Lucia Bosetti 10 (8/25), De La Cruz 17 (15/34), Merlo (L: Ricezioni 21, errori 2, positiva 71%, perfetta 67%), Bianchini, Isabella Di Iulio, Papa. N.e. Samadova, Mancini e Ferrara . All. Parisi; vice Bendandi
Arbitri: Florian di Treviso e Feriozzi di Ascoli Piceno
Parziali: 25-23; 20-25; 23-25; 19-25 in 106 minuti
Note: spettatori circa 2000; presente un gruppo di tifosi toscani
Statistiche di squadraPesaro: Battute 88, errori 13, punti 4. Ricezioni 87, errori 4, positiva 69%, perfetta 63%. Attacchi 141, errori 8, muri subiti 12, punti 57, 40%. Muri fatti 7. Errori avversarie 19. Scandicci: Battute 97, errori 10, punti 4. Ricezioni 75, errori 8, positiva 60%, perfetta 52%. Attacchi 131, errori 3, muri subiti 7, punti 55, 42%. Muri fatti 12. Errori avversarie 27


PESARO – La myCicero saluta la stagione, la Savino Del Bene accede alla semifinale. Come da pronostico, come anticipato dai risultati della stagione regolare. Eppure, come già in gara 1, anche stasera il risultato è bugiardo. Scandicci ha vinto, ma ha dovuto soffrire nei primi tre set. Solo nel quarto è emersa, prepotente, la differenza di valori in campo. Alla fine hanno deciso – con i troppi errori pesaresi (27 a 19) – lo strapotere della giovanissima Isabelle Haak e di Bethania De la Cruz, l’esperienza di Arrighetti e Bosetti, la straordinaria classe di Adenízia Ferreira da Silva, semplicemente Adenízia, un oro olimpico con il Brasile e tanti altri successi9 con la sua Nazionale (un argento e un bronzo ai Mondiali, 5 trionfi al Gran Prix). Qui, nella città che ha esaltato le qualità delle sue compagne d’avventura con la canarinha – Sheilla Tavares do Castro, Mari e Jaqueline de Carvalho – la centrale è stata protagonista dello strappo finale. Eppure, davanti a lei ha fatto una bellissima figura Rossella Olivotto, che può rimproverarsi solo i 5 servizi gettati al vento.

Adenízia contro Olivotto, una grande sfida tra due centrali che si sono esaltate (dalla pagina Facebook della SDB)

Adenízia contro Olivotto, una grande sfida tra due centrali che si sono esaltate (dalla pagina Facebook della SDB)

Pesaro ha poco da rimproverarsi, se non gli errori commessi dal secondo al quarto set (7+8+8). La sua stagione va in archivio con tanti circoletti rossi e la conferma che è in mano a un allenatore di assoluto valore.

Matteo Bertini è stato bravo anche nelle parole che hanno preceduto la partita: “Ringrazio la Vuelle che ci ha fatto allenare qui, anche se domani giocano in casa”. Peccato le abbia dette dopo che il telecronista Rai aveva annunciato urbi et orbi che si giocava nell’Adriatic Arena… “In questo tempio fantastico della pallavolo!… Può contenere oltre 5.000 persone”.

PRIMO SET: se lo aggiudica – 25-23 – la myCicero, mai in svantaggio, che lo fa proprio quando sembra poterlo perdere. Lo perde la Savino Del Bene quando, dopo una lunga rincorsa, iniziata dal 17-12 interno, agguanta la parità a 20 e sull’elastico sempre favorevole a Pesaro (ma al massimo più 1), commette due errori esiziali. Sul 23 pari, Carlini fallisce il servizio, poi sulla battuta insidiosa di Cambi, Bosetti, protagonista della rimonta, si sposta e mette in difficoltà Merlo, che non controlla. Giusto il 25-23, grazie a una grandissima Van Hecke (8 con 6 attacchi, 1 ace e e 1 muro) che pareggia i conti con Haak. Rispetto a gara 1, Pesaro più aggressiva già dal servizio, Scandicci meno efficace al centro e al muro e fallosa dai 9 metri.

SECONDO SET: Scandicci pareggia i conti capitalizzando la crescita delle centrali (Arrighetti 3 muri) che attenua le difficoltà di Haak che trova meno il taraflex. Succede altrettanto a Van Hecke, ma la myCicero non trova risorse alternative. Le poche, anzi le uniche, arrivano dal doppio cambio, quando Baldi, con la sua squadra sotto di 4 lunghezze, centra due ottimi attacchi da posto 2. La SDB non batte ciglio e difende il margine fino al 20-22 (prima ottimo colpo di Nizetich, poi errore da attribuire parte a De La Cruz – che colpisce l’asta – parte a Carlini, che alza con troppa approssimazione per la dominicana). Poi se ne va e chiude il conto con un ace di De La Cruz e un muro di Arrighetti: 20-25.

TERZO SET: Scandicci lo vince e sorpassa. Sul 5-7, le ragazze di Bertini rispondono con un doppio 3-0 tra l’ottavo punto toscano. Parisi chiama time-out, ma alla ripresa del gioco Haak sbaglia attacco e il break diventa 7-1 per il 12-8. Pesaro difende tutto, più volte, ma la svedese ritrova il taraflex ed è 14-13. Un punteggio che obbliga Bertini a parlare con le sue ragazze. Time-out positivo, con Van Hecke a segno. Al termine dello scambio più bello dei primi tre set, arriva una gran pipe di Bokan, ma anche l’invasione successiva di Carlini. Sono 2 punti preziosi. Uno è sprecato dal servizio lungo di Van Hecke, che poco dopo ringrazia una gran difesa di Ghilardi con una seconda linea che allarga il margine: 19-16. Nizetich cerca un grande ace, ma è tradita da pochi centimetri. Pesaro, però, ha una Van Hecke incandescente. Eppure Bertini non ha alcuna titubanza e propone ancora una volta il doppio cambio con Baldi e Carraro in diagonale. Entra anche l’ex Isabella Di Iulio, efficace in battuta. Baldi è murata e Scandicci torna a meno 1. Grande alzata di Carraro per il primo tempo di Olivotto: 21-19. Torna la diagonale titolare. Adenizia mura Bokan, Cambi è colta in palleggio irregolare, parità a 21. Un palleggio spinto di Di Iulio è capitalizzato da De La Cruz e la SDB torna avanti, obbligando Bertini a spendere il secondo time-out. Bosetti fallisce il servizio, Pesaro respira: parità a 22. Entra Bussoli al servizio. Di Iulio innesca l’attacco vincente di Haak, Olivotto impatta da posto 3. Haak è strepitosa: due pallonetti da posto 2 ed è 23-25. Ma la difesa pesarese in netto ritardo.

QUARTO SET: arrabbiatissima per come è finito il precedente parziale, Pesaro spinge sull’acceleratore: 2-0 prima, 3-1 poi. Immediata reazione SDB e parziale di 0-4 con una scatenata Arrighetti (murone su Nizetich) e un’implacabile Haak (anche un ace): 3-5. Non si fa in tempo a scrivere brava, che la giovanissima sbaglia la battuta. In un attimo, Pesaro è di nuovo in parità. Il set è a elastico, con Scandicci ad allungare e Pesaro ad accorciare. Sul 7 pari, Bokan attacca fuori, di poco ma fuori. Bosetti mura Aelbrecht, Cambi invade: 7-10 e time-out immediato di Bertini. Aelbrecht ferma la fuga ospite, ma Scandicci riallunga a più 3 (9-12) con i pallonetti di Haak. Olivotto suona la carica e in un lampo la myCicero acciuffa la parità a 13 (Nizetich). Purtroppo, arriva una battuta lunga (Olivotto) e una diagonale da applausi della solita Haak. Aelbrecht (complice la distrazione toscana) dà coraggio alle compagne inventando due colpi da zona 2 che cadono lentamente sul taraflex avversario. Altro servizio sbagliato (Nizetich), ma se non si è aggressivi Scandicci giocherebbe con palla in mano a Carlini e sarebbero dolori. Ci sta di sbagliare le battute per provare a mettere in difficoltà la ricezione toscana. Sul 16-18, torna Di Iulio in battuta e Adenizia mura Bokan: 16-19. Time-out di Bertini, ma Adenizia mura Baldi (in campo con Carraro nel doppio cambio). 4 punti, un tesoro per Scandicci. Bertini ripropone la diagonale titolare. Adenizia vive il momento più bello della sua serata e per la Savino Del Bene è tutto più facile. Bertini prova ancora la carta Bussoli, ma con la centrale brasiliana in fiamme il traguardo è a portata di mano. Torna a colpire Haak, che chiude travolgendo Bussoli e nel container della Savino Del Bene c’è una meritatissima qualificazione alla semifinale.

Domenica si giocano le altre partite di ritorno dei quarti di finale, tutte in diretta su LVF.tv: ore 17: Firenze-Novara; Modena-Conegliano e Monza-Busto Arsizio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>