Obiettivo Vietnam per la meccanica e l’arredamento marchigiano

di 

29 marzo 2018

180328_iniziativa Vietnam_foto2PESARO – “Guardare al Vietnam come occasione per incrementare i livelli di esportazione, in una strategia che va oltre questo Paese e punta a un inserimento delle aziende marchigiane in un mercato più ampio: Cina, Corea, Giappone, fino all’India, Australia e Nuova Zelanda”. Lo ha dichiarato oggi il presidente della camera di commercio di Pesaro Urbino, Alberto Drudi, ricevendo la delegazione dell’ente camerale italiano in Vietnam, che ha incontrato alcuni imprenditori pesaresi della meccanica e del mobile e i vertici di Biesse Group.

“Questo Paese va considerato come un hub e grazie a diversi accordi commerciali, tra i quali uno di libero scambio con l’Unione Europea – ha spiegato Michele D’Ercole, presidente della camera di commercio italiana in Vietnam (Icham) – permettono alle aziende di esportare a dazi ridotti o senza dazi su una consistente porzione del mercato mondiale, in particolare nel quadrante asiatico”. Secondo Hoang Hai Pham, direttore esecutivo dell’ente camerale, si aggiungono altri punti di forza: “La politica attrattiva in tema d’investimenti esteri, gli ambiziosi obiettivi di sviluppo in una molteplicità di comparti come infrastrutture, energia, meccanizzazione agricola, biomedicale e turismo, l’espansione del ceto medio, che si è dimostrato assai sensibile al richiamo delle produzioni straniere ed in particolare di quelle italiane”.

Drudi ha ricordato che il Vietnam “è uno dei più grandi produttori al mondo di mobili in legno e che ci sono centinaia di imprese che hanno bisogno di know-how e macchinari per questa industria e, soprattutto, di una presenza di personale qualificato per l’assistenza tecnica”. “Non a caso – ha aggiunto – ho favorito un incontro diretto con Biesse: ad Hanoi sono presenti i loro più importanti concorrenti e la risposta dei vertici dell’azienda pesarese è stata di massima attenzione e disponibilità”. “Inoltre – ha sottolineato D’Ercole, parlando del settore dell’arredamento – i grandi brand italiani hanno una presenza e un mercato molto effervescente in Vietnam, ma c’è uno spazio larghissimo anche per le aziende che producono mobili per un target medio e a prezzi competitivi: le Marche, e il distretto di Pesaro in particolare, hanno le giuste credenziali”.

Il direttore Hai Pham ha sottolineato la possibilità concreta di business anche per il comparto della meccanica di precisione: “Samsung ha appena aperto in Vietnam il suo più grande polo produttivo al mondo – ha fatto notare – e l’azienda ha bisogno di forniture affidabili per la componentistica di precisazione: ancora una volta, questo è un comparto nel quale le Marche possono considerarsi leader nel mondo”.

Concludendo l’incontro con la delegazione della camera di commercio italiana in Vietnam, il presidente Drudi ha ricordato che la visita “segue di pochi mesi la missione dell’ente camerale di Pesaro Urbino ad Hanoi e Ho Chi Mihn City, organizzata dal governo italiano e dall’Ice” e che domani gli incontri si sposteranno ad Ascoli Piceno, “per le aziende dell’agroalimentare e della produzione di macchinar per la trasformazione dei prodotti”. “Si tratta della prima iniziativa congiunta tra i nostri due enti camerali – ha fatto notare -, che si inserisce in quella che sarà la nuova strategia della camera di commercio delle Marche e delle tre aziende speciali dedicate alle filiere specifiche dei territori”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>