La Paspa Pesaro Rugby tenta la fuga: domani si gioca il recupero con Bologna

di 

30 marzo 2018

L'ultima vittoria della Paspa Pesaro Rugby a Cesena (Foto Filippo Venturi)

L’ultima vittoria della Paspa Pesaro Rugby a Cesena (Foto Filippo Venturi)

PESARO – La Paspa si rimette in pari. Domani alle 13.30 si gioca il match di recupero fra Bologna 1928 e Pesaro Rugby che l’11 marzo scorso fu rinviato per impraticabilità del campo sportivo ‘Dozza’ di Bologna. Fra quell’11 marzo e il sabato di Pasqua, la Pesaro Rugby ha ulteriormente irrobustito il suo curriculum stagionale con altre due vittorie estremamente convincenti con Rieti e con Romagna. Bologna ha invece inanellato due domeniche da luci e ombre: la convincente vittoria a Civitavecchia e un inopinato crollo interno con Modena. Una sconfitta, quella con la penultima in classifica che marginalizza le possibilità di raggiungere il secondo posto playoff.

“Ma è un risultato che ci costringe a tenere le antenne ancora più dritte – assicura il direttore sportivo pesarese Massimo Pozzi – Bologna resta una squadra forte e che incontreremo ancor più motivata dal voler rimediare a una figuraccia e, soprattutto, per il giocarsi forse l’ultima occasione utile per tornare realmente in corsa-promozione”. Quella corsa che la Paspa macina col vento in poppa della 15esima vittoria stagionale: “La trasferta di Cesena ci ha consegnato un importante salto in avanti di maturità – continua Pozzi –  E credo che l’aver limitato a soli 6 punti un attacco prolifico come quello del Romagna sia stato davvero un risultato notevole. Purtroppo è una battaglia che ci ha lasciato dei segni. Ci sono diversi acciacchi, non è da escludere qualche rotazione nel quindici titolare”. Contro Bologna bisognerà invece arginare il miglior attacco in assoluto del campionato (449 punti segnati per una media di quasi 30 punti a partita): “E’ una delle squadre che all’andata ci ha messo più in difficoltà (la Paspa vinse di un punto beneficiando di un calcio di punizione all’ultimo secondo, ndr), hanno una buona mischia e giocatori importanti che hanno militato in Eccellenza – la descrive Pozzi – Per noi è uno snodo importantissimo: continuare a vincere vuol dire costruirci un margine abbondante che ci consentirà di affrontare con maggiore serenità le sei partite che restano da qui alla fine”.

Alle spalle di Pesaro, I Medicei e Livorno sono ancora vicini rispettivamente 4 e 5 punti. Rispetto alla partita d’andata, Bologna ha cambiato allenatore: a gennaio Edgardo Venturi ha preso il posto di Gianluca Ogier.

CLASSIFICA: Pesaro 64; I Medicei 60; Livorno 59; Bologna 49; Amatori Parma e Romagna 42; Rieti 32; Civitavecchia 31; R. Parma 30; Florentia 28; Modena 27; Arezzo7 (Pesaro e Bologna 1 partita in meno)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>