Mobilità sostenibile, Biancani annuncia: “8 milioni per le ciclovie lungo le vallate di Foglia e Metauro”

di 

8 aprile 2018

Andrea Biancani

Andrea Biancani

PESARO – La delibera del Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe) stanzia ulteriori 3,5 milioni di euro per la ciclobike sul Foglia e 4,5 milioni per la ciclovia turistica del Metauro.

“Il sogno di realizzare un unico grande circuito di mobilità sostenibile, capace di unire la costa all’entroterra è sempre più vicino”. Il consigliere regionale Andrea Biancani (Pd) commenta positivamente la notizia dei fondi Cipe, in attesa del nulla osta della Corte dei Conti, che prevedono in totale 8 milioni di euro per le ciclovie del Foglia e del Metauro. “Dal riparto del Fondo di sviluppo e coesione 2014/2020 del Cipe – spiega – al nostro territorio provinciale arriveranno 3,5 milioni di euro per la ciclobike nella vallata del Foglia, che, uniti ai già previsti 2 milioni, consentirà di investire 5 milioni e mezzo di euro in un itinerario ciclo-pedonale in grado di collegare la costa, dove si trova la bicipolitana, all’entroterra”. I centri toccati dalla ciclovia saranno definiti nella fase progettuale, ma secondo Biancani, compatibilmente con i costi, “con la nuova tranche di finanziamenti si potrebbe ipotizzare un prolungamento del percorso, coinvolgendo almeno i comuni di Vallefoglia, Montecalvo in Foglia, Tavullia, Urbino, Auditore e Sassocorvaro”.

Per la ciclovia turistica del Metauro, la delibera del Cipe assegna fondi per 4,5 milioni di euro. “E’ un’opportunità molto importante – sostiene Biancani – perché abbiamo sempre sostenuto che avremmo portato avanti la riattivazione della ferrovia Fano-Urbino a fini turistici, così come previsto dalla legge sul recupero delle ferrovie dismesse, e lungo la stessa linea un progetto ciclopedonale, creando una vera e propria infrastruttura dedicata alla mobilità sostenibile, con due progetti che si arricchiscono a vicenda. La Regione recentemente ha ribadito la disponibilità affinché la linea ferroviaria venga riattivata e in questi giorni, presso il Ministero infrastrutture, si è costituito un tavolo tecnico tra Stato e Regioni per definire gli strumenti per attuare la legge 128 del 2017 sulle ferrovie turistiche. Il tavolo tecnico sta facendo il punto sulle risorse disponibili e sulla definizione degli standard di sicurezza, che incidono in maniera determinante sulla fattibilità del progetto. Appare ormai chiaro che nel nostro caso RFI avrà un ruolo determinante, sia per la definizione delle risorse (del contratto di programma), che per avviare lo studio di fattibilità tecnica ed economica per la riattivazione della linea. Sarà importante avviare a breve un confronto con tutti i Comuni interessati e con i soggetti coinvolti per condividere il progetto complessivo”.

“Obiettivo finale – conclude Biancani – è quello di realizzare un circuito viario dedicato alla mobilità dolce, che parte dalla vallata del Foglia, raggiunge Pesaro e Fano, risale la vallata del Metauro fino a Urbino. Sarebbe uno dei percorsi più belli a livello nazionale, in grado di valorizzare sia il patrimonio culturale che quello naturalistico. Una risorsa per il turismo che migliora anche la qualità della vita dei residenti. Un grazie da parte mia va al presidente della Giunta regionale Luca Ceriscioli per aver scelto di sostenere in maniera concreta questi progetti così importanti per il nostro territorio che puntano sulla sostenibilità ambientale”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>