Videosorveglianza e non solo: i sindaci della Provincia firmano in Prefettura il Patto per la Sicurezza Urbana

di 

27 aprile 2018

PESARO – Nella mattinata odierna il Prefetto Dr.ssa Carla Cincarilli, alla presenza dei vertici provinciali delle Forze di Polizia, ha convocato e presieduto una riunione con i Sindaci dei Comuni della provincia, nel corso della quale è stato sottoscritto il “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana”, documento previsto dal cosiddetto “decreto Minniti” e condiviso con l’ANCI.

L’art. 5 del decreto legge 20 febbraio 2017 n. 14 recante “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città”, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 aprile 2017 n. 48, indica i patti sottoscritti dal Prefetto e dal Sindaco tra i principali strumenti per la promozione della sicurezza urbana.

I patti -che tengono conto anche delle esigenze delle aree rurali confinanti con il territorio urbano-definiscono concretamente gli interventi da mettere in campo incidendo su specifici contesti territoriali.

Tra gli obiettivi prioritariamente perseguiti la norma individua la prevenzione e il contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria attraverso l’installazione di sistemi di videosorveglianza per i quali è stata autorizzata una spesa complessiva di 37 milioni di Euro, riferita al triennio 2017-2018-2019.

Il Prefetto ha sottolineato l’importanza del tipo di accordo stipulato nella giornata odierna, in quanto costituisce uno strumento importante per promuovere azioni integrate volte al miglioramento della sicurezza pubblica e della sicurezza urbana.

Successivamente alla sottoscrizione dei citati Patti, infatti, possono essere presentate delle richieste di ammissione ai suddetti finanziamenti, che saranno valutate nell’ambito di una graduatoria nazionale sulla base dei criteri di ripartizione delle risorse, definiti con decreto del Ministro dell’Interno, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze in data 31 gennaio 2018 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale-Serie Generale, n.57 del 9 marzo 2018), che fissa anche i requisiti necessari per accedere all’erogazione del contributo in cofinanziamento con lo Stato.

Tutti i Sindaci intervenuti hanno confermato, con la sottoscrizione del patto, la loro volontà di affrontare sempre più seriamente il problema della sicurezza mettendo in atto ogni utile azione per la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>