L’Orchestra Sinfonica G. Rossini lancia la quinta edizione del concordo Giovani In Crescendo

di 

3 maggio 2018

Dellonti, Ceccarelli, Pacifico e Salucci

Dellonti, Ceccarelli, Pacifico e Salucci

PESARO – Giunto quest’anno alla quinta edizione torna il 3-4-5 e 12-13 maggio il concorso Giovani in Crescendo organizzato dall’Orchestra Sinfonica G. Rossini e dalla professoressa Rachele Pacifico con il patrocinio del MIUR (Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca) e del Comune di Pesaro che quest’anno diventa un vero e proprio festival con tanti appuntamenti all’insegna del talento.

Si comincia il 4 maggio con WE POP a cura di Sonàrt e Zero Crossing |Accademia di Musica al Teatro Rossini di Pesaro e con ASCOLTA IL TALENTO un piccolo assaggio del GIC grazie alle audizioni aperte al Teatro Tiberini di San Lorenzo in Campo a cui seguirà ancora un doppio appuntamento il giorno dopo, 5 maggio, con la presentazione del libro “STORIE DI ORDINARIA ECONOMIA L’organizzazione (quasi) perfetta nel racconto dei protagonisti” di Massimo Folador a cui sarà presente l’autore nel pomeriggio e la prima delle due serate finali del GIC dedicata alla musica e al canto. Piccola pausa di qualche giorno e poi una due giorni di danza. 12 maggio KEY POINTS a cura di Atzewi Dance Academy e 13 maggio serata finale danza del GIC.

Il Concorso

Ancora una volta il format Giovani in Crescendo si è rivelato vincente. All’edizione 2018 si preannuncia una grande partecipazione con scuole provenienti da 18 regioni per un totale di 1600 partecipanti circa tutti di età compresa tra 6 e 25 anni per un totale di 99 scuole coinvolte.

Il concorso si articola in due sezioni: musica e danza. I partecipanti della sezione musica saranno valutati da una commissione formata dai rappresentanti artistici dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini mentre per la sezione danza da esperti di settore. Tra le iscrizioni: orchestre, cori, ensemble, solisti facendo diventare Pesaro per 2 weekend la capitale italiana del talento.

Il concorso prevede un’unica fase di audizioni programmata nei primi giorni del concorso durante la quale vengono visionati e selezionati i ragazzi che parteciperanno poi al concerto finale fissato nel giorno di chiusura. Tutti i vincitori avranno l’onore la sera del concerto di esibirsi al Teatro Rossini, uno dei più importanti teatri storici al mondo, e alcuni di essi in particolare potranno condividere il palco con l’Orchestra Sinfonica G. Rossini per l’occasione diretta dal M° Daniele Rossi che rappresenta da anni una delle realtà più interessanti nel panorama orchestrale internazionale.

Gli eventi pubblici saranno il 4 giugno al Teatro Tiberini di San Lorenzo in Campo per una serata speciale di ascolto di giovani talenti, il 5 e 13 maggio al Teatro Rossini con le serate finali del Concorso Giovani in Crescendo (5 maggio – finale musica e 13 maggio finale danza). Al quale si aggiungeranno due appuntamenti speciali 4 maggio WE POP a cura di Sonàrt e Zero Crossing – Accademia di Musica Moderna con le più belle musiche degli anni ‘80 e 12 maggio con KET POINTS a cura di Atzewi Dance Academy che vedrà la straordinaria partecipazione di Alex Atzewi e Antonella Albano.

Ricordiamo che il concorso ha ottenuto il riconoscimento del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca con l’inserimento nel Programma annuale per la valorizzazione delle eccellenze (ai sensi dell’art. 3 del D.M. n. 182 del 19 marzo 2015) e pertanto per l’a.s. 2016/2017 tale concorso è contenuto nella tabella A allegata al D.M. n. 554 del 6 luglio 2016).

Inoltre il GIC ha saputo suscitare l’interesse anche del mondo dell’imprenditoria ottenendo il sostegno di importanti associazioni di categoria quali la Confcommercio – Pesaro e Urbino, di Riviera Incoming e di diverse aziende fra cui ricordiamo Xanitalia che da anni investe in vari progetti legati al mondo della cultura.

Storie di Ordinaria Economia

graficaNoi non viviamo in un’epoca di cambiamento ma in un cambio di epoca”, scrive Jan Rotmans. Ed è in questi momenti che, spesso, alcune minoranze creative hanno generato riflessioni e modelli innovativi dando un senso al proprio lavoro e coltivando per sé, per gli altri e per il territorio che li circonda un futuro migliore. Sono storie di persone coraggiose che, con competenza e passione, cercano di portare avanti nuovi modelli di impresa che il mondo economico comincia a studiare. Modelli in cui si presta attenzione alla persona, agli strumenti di conciliazione famiglia – lavoro, in cui la formazione è ritenuta un investimento importante e la collaborazione all’interno e all’esterno dell’azienda è un’apertura indispensabile.

Questi i protagonisti del libro “Storie di ordinaria economia. L’organizzazione (quasi) perfetta nel racconto dei protagonisti” (in libreria dal 2 novembre 2017, Guerini Next) di Massimo Folador, docente di Business Ethics della LIUC Business School che propone corsi di formazione per creare una cultura e una strategia di business in cui il punto di partenza sia sempre la centralità dell’individuo e la relazione tra le persone, due “capitali” di cui può avvalersi l’impresa per generare un valore maggiore e sostenibile.

Il libro raccoglie le testimonianze di 24 imprese di medie e grandi dimensioni o realtà particolari che stanno facendo risultati importanti in Italia e nel mondo, e dei protagonisti che le animano. In queste storie emerge, innanzitutto, una predisposizione a guidare l’azienda gradualmente, a tratti quasi rallentando, con una long view e in controtendenza rispetto ai ritmi pressanti del cambiamento. Si tratta di aziende che hanno deciso di mettere a bilancio il benessere del loro capitale umano e la loro capacità di agire socialmente sul territorio in cui operano.

Sono i racconti, un po’ da tutta Italia, di: Add Value, AIDDA, Arimondo, Assimoco, Banca Etica, Basf, Call&Call, Cemon, Civitas Vitae, Cooperativa sociale Ai Rucc, Eurospin, GOEL, Gruppo Teddy, Gulliver, Loccioni, Manital, Nau, Ospedale di Locarno, Pedrollo, Phonetica, Sacchi, Yamamay. Alle quali si aggiungono le realtà culturali e sportive dell’Orchestra Sinfonica Rossini e l’esperienza del Rugby Parabiago.

“Nelle storie di questo libro la gran parte delle persone intervistate hanno ribadito come ciò che li ispira nel lavoro quotidiano sia soprattutto il gusto di costruire un progetto che vada oltre il presente e di realizzare un’impresa che trascenda se stessa per porsi al servizio di un bene più grande”, afferma Massimo Folador, docente LIUC Business School. “E’ il vivere l’impresa come un progetto sociale, che ci riporta alla capacità che i Monaci Benedettini hanno avuto nei secoli di fare impresa”.

Folador, che si occupa di processi di cambiamento culturale e organizzativo in alcune tra le più importanti realtà imprenditoriali italiane, sia del mondo profit sia di quello no profit, prosegue con questo libro un antico e sempre vivo progetto di approfondimento e diffusione dei temi legati all’etica del lavoro. Di grande interesse saranno, inoltre, i risultati della ricerca sul “capitale spirituale”, al momento in fase di sviluppo.

In questa occasione sarà possibile acquistare il libro; parte del ricavato sarà destinato alla comunità benedettina di Norcia colpita dal terremoto del 2016.

Sonàrt e Zero Crossing presentano  “WE POP”

Il concept di questo spettacolo nasce dalla scelta delle due scuole musicali di Pesaro, Sonàrt e Zero Crossing | Accademia di Musica Moderna di condividere il programma artistico annuale. L’anno scorso fu incentrato sui Beatles mentre quest’anno si è voluto dare sfogo all’energia propositiva degli anni ’80, in cui il cosiddetto genere pop ebbe il massimo sviluppo. Le due scuole si uniranno nella riproposizione di successi dei Police, Brian Adams, Price, Michael Jackson, Duran Duran e altri ancora. Si aggiungeranno agli studenti i professori dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini per uno spettacolo che si configura tra la professionalità e l’esaltazione dei giovani. A dirigere Daniele Rossini che ha anche elaborato gli arrangiamenti per l’orchestra.

Atzewi Dance Company presenta  “KEY POINTS”

Serata d’eccezione con lo spettacolo Key Points (Punti Cardinali) prodotto da Alex Atzewi.

Key Points (Punti Cardinali) è l’ultima creazione di Alex Atzewi, nata in occasione della II Edizione del Festival dei Punti Cardinali nel Parco di Taino, sul Lago Maggiore, ed è una creazione di danza contemporanea in un atto unico di circa un’ora, creato per sette danzatori dove spiccano i ruoli solistici dello stesso Alex Atzewi e della bellissima Antonella Albano, danzatrice della Scala di Milano.

I Cardini sono la base dell’orientamento ovvero le direzioni fondamentali rispetto alle quali possiamo muovere tutte le nostre osservazioni.

 Solem orientem – Sole nascente … Est indica il cammino, il punto dal quale tutto ha inizio seguendo un movimento a spirale che ci permette di esplorare lo spazio all’infinito.

In lungo e in largo, in alto e in basso.

 Septem Triones …i sette buoi che trascinano con forza il carro del Sole, astro che si muove sinuosamente attraverso il corpo femminile di una danzatrice, le stesse stelle che compongono il Piccolo Carro alle quali dà voce la Stella Polare guida di viaggiatori nell’oscuro oblio dell’esistenza.

Solem Occidentem – Sole morente, tramonto come necessità, preludio indispensabile della rinascita” – così spiega la sua creazione il coreografo Alex Atzewi.

Il linguaggio originale e semplice il linguaggio dell’Atzewi Dance Company,hanno fatto sì che nel suo percorso di crescita sia stata apprezzata in tutto il mondo, dalla critica e da personaggi famosi del settore. Innumerevoli i premi che l’hanno accompagnata nel suo percorso artistico. Rinnovata di recente, la ADC è attualmente considerata tra le più tecnicamente preparate nel panorama della danza odierna.

Biglietteria

Il botteghino del Teatro Rossini è aperto dal mercoledì al sabato dalle ore 17.00 alle ore 19.30 e nei giorni di spettacolo dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 17.00 fino ad inizio spettacolo.

4 maggio 2018

ASCOLTA IL TALENTO – Audizioni del Concorso Giovani in Crescendo

Ore: 20.00

Luogo: Teatro Tiberini, San Lorenzo in Campo

Prezzo: Ingresso Libero

WE POP 

Ore: 21.15

Luogo: Teatro Rossini

Prezzo unico: 5 euro

 

5 maggio 2018

STORIE DI ORDINARIA ECONOMIA – presentazione libro

Ore: 17.00

Luogo: Biblioteca San Giovanni, Pesaro

Prezzo: Ingresso Libero

GIOVANI IN CRESCENDO – Serata finale musica e canto 

Ore: 20.30

Luogo: Teatro Rossini

Prezzo unico: 5 euro

 

12 maggio 2018

KEY POINTS 

Ore: 21.15

Luogo: Teatro Rossini

Prezzo: 15 euro (partecipanti e accompagnatori Giovani in Crescendo), 20 euro (pubblico normale)

 

13 maggio 2018

GIOVANI IN CRESCENDO – Serata finale danza 

Ore: 20.30

Luogo: Teatro Rossini

Prezzo unico: 5 euro

 

Il botteghino del Teatro Rossini, piazzale Lazzarini, tel. 0721 387621, aperto dal mercoledì al sabato dalle 17 alle 19.30 e nei giorni di spettacolo dalle 10 alle 13 e dalle 17 ad inizio spettacolo.

Una parte dei posti disponibili verrà messa in vendita online. L’acquisto si può effettuare visitando il sito www.vivaticket.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>