Strada 257 Apecchiese, Giacomo Rossi: “Mancata ristatalizzazione e risorse ridicole”

di 

9 maggio 2018

Giacomo Rossi

Giacomo Rossi

APECCHIO – Il capogruppo di minoranza del Comunee di Apecchio Giacomo Rossi, interviene ancora una volta sulle vicende legate alla strada 257 “apecchiese” e lo fa in merito ai contributi stanziati per la manutenzione di questa arteria e sulla mancata ristatalizzazione della stessa.

“Abbiamo recentemente appreso dalla Gazzetta Ufficiale che la strada 257 apecchiese è una delle poche a non ripassare di proprietà statale – dice – Quindi l’Anas ne gestirà ancora solo la manutenzione. Una sconfitta per i nostri comuni ed in particolare per il Comune di Apecchio. I teatrini inscenati tra i sindaci di Apecchio, Città di Castello ed il consigliere regionale Traversini hanno quindi avuto valenza zero e i loro proclami di una imminente ristatalizzazione sono volati al vendo risultando, come dicevamo, fasulli. Anche gli annunci fatti qualche mese fa riguardante l’inizio di chissà quali lavori nell’arteria sono stati smentiti, come avevamo già evidenziato dalla lettera ricevuta da Anas. Infatti le risorse stanziate per la manutenzione di questa strada risultano ridicole”.

Specificazione: “Saranno infatti elargiti solo 350mila euro, per un totale lavori di soli 2,5 km dei 34 in essere. Una cifra assurda e sproporzionata in peggio, se consideriamo per esempio che la Flaminia, da Acqualagna a Cantiano, ha avuto 10 volte tanto. Del tratto umbro inoltre, il più malmesso, non sappiamo nulla. Uno scenario pessimo di cui l’On. Alessia Morani (PD) si è recentemente gloriata su Facebook, la stessa onorevole a cui il sindaco di Apecchio ha fatto campagna elettorale. Non avrà nulla da dirgli ora? E al fido Traversini che annunciava la ristatalizzazione della strada?”.

Conclude Rossi: “E’ ora che il nostro Comune si faccia sentire invece di subire questi smacchi. Come gruppo di minoranza chiederemo la convocazione di un Consiglio comunale monotematico per discutere della situazione viabilità”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>