Arethusa più Artemis: per la prima volta il porto di Pesaro ospita simultaneamente due navi da crociera

bis navi crociera portoPESARO – E’ un sabato speciale per il porto di Pesaro. Alla banchina commerciale sono approdate alle prime ore del mattina, una dopo l’altra, le già conosciute navi da crociera “Arethusa” ed “Artemis” della “Grand Circle Cruise Line”, dove rimarranno insieme per almeno 24 ore fornendo una visione davvero suggestiva, in una giornata di sole.

I 120 crocieristi sono quindi sbarcati nelle condizioni migliori, in modo ordinato e disciplinato, con un dispositivo di vigilanza nell’occasione rinforzato, per raggiungere il centro di Pesaro, quello di Urbino, di San Marino e le altre località di pregio anche naturalistico della provincia.

“E’ un grande risultato per il porto – afferma il Comandante della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Pesaro Silvestro Girgenti – raggiunto grazie all’impegno dell’operatore economico impegnato nel settore del traffico passeggeri anche di linea per la Croazia (Goro Tours) che sta produttivamente collaborando con la Capitaneria stessa, anche nell’affinamento complessivo delle già esistenti misure di sicurezza, che già alla vista appaiono rinforzate con un nuovo sistema di barriere, e nell’efficientamento dei controlli all’aumentare del flusso dei passeggeri. Insomma si tratta delle prove generali prima dell’incremento del traffico navale, previsto per il mese di giugno con la riapertura della linea con la Croazia.

E’ sicuramente un “risveglio” generale quello del porto di Pesaro attestato anche dalla prosecuzione dei lavori del Cantiere Rossini per la realizzazione del sistema di sollevamento delle imbarcazioni destinate alla riparazioni navali nei piazzali a terra.

“In questo contesto di rinnovamento – dice ancora il Comandante Girgenti – l’attenzione delle Istituzioni è anche rivolta alle esigenze delle attività tradizionali del porto di Pesaro, dalla pesca al diporto, e si sostanzia nel notevole impegno  dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Centrale, titolare delle funzioni amministrative e pianificatorie nel porto di Pesaro, che ha valorizzato e sta valorizzando ulteriormente tutte le vocazioni marittime espresse dal nostro scalo. Anche il Comune – che peraltro ha un rappresentante in seno al Comitato di

Gestione della stessa Autorità di Sistema Portuale – è componente fondamentale di tale positivo cambiamento, anche attraverso iniziative progettuali dedicate, quali quelle della riqualificazione strutturale di siti nelle antiche banchine della Calata destinate alla vendita diretta del pescato ed alla manutenzione degli attrezzi da pesca.

In definitiva le premesse per la crescita del porto a beneficio di tutto l’indotto locale, poste qualche tempo fa, si stanno progressivamente attuando con fatti concreti, e con prospettive ulteriori di sviluppo, al completamento dei lavori in corso del Provveditore per le Opere Pubbliche (rifacimento arredi, pavimentazione strada tra i 2 porti, rifacimento e potenziamento dell’illuminazione, completamento della darsena, realizzazione della videosorveglianza), ed alla definizione del progetto di dragaggio su cui l’Autorità di Sistema Portuale ha investito energie e risorse”.

In tale processo la Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Pesaro è impegnata nella disciplina dei processi avviati, per i profili di sicurezza della navigazione e polizia marittima, ed il suo Comandante assicura “continueremo ad essere parte attivo di un percorso virtuoso  che richiede un’adesione di tutte le parti all’obiettivo comune di crescita di tutte le attività del porto, ma anche con la proposizione, da parte nostra, di nuove iniziative – che vedrete – non tarderanno ad arrivare”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>