Ciclabile Fano-Senigallia, 1,4 milioni di euro stanziati dalla Regione

di 

28 maggio 2018

Renato Claudio Minardi

Renato Claudio Minardi

FANO – La Regione Marche finanzia con 1,4 milioni di euro la pista ciclabile Fano-Senigallia. E’ stato pubblicato oggi il decreto che concede il finanziamento al progetto presentato dalle tre amministrazioni coinvolte (Fano, Mondolfo e Senigallia) che hanno partecipato al bando regionale Por Fesr 2014-2020 per il “completamento della Ciclovia Adriatica”.

A darne notizia il vicepresidente dell’Assemblea legislativa delle Marche Renato Claudio Minardi: “La Ciclovia Adriatica rappresenta una straordinaria opportunità turistica poiché mira a realizzare un sistema integrato della mobilità sostenibile. Mi congratulo con i 3 Comuni, Fano, Mondolfo e Senigallia, per il progetto elaborato che si è classificato al primo posto nella graduatoria del bando. Pertanto, si aggiudicano il maggiore finanziamento sul totale dei 4 milioni di risorse regionali previste. Il tratto completo della pista ciclabile che va da Fano a Senigallia avrà una lunghezza di circa 35 chilometri complessivi e sarà un pezzo importante della Ciclovia Adriatica che riguarda 6 regioni. Il finanziamento concesso dalla Regione Marche ai 3 comuni riguarda un tratto più breve con un costo totale di 2.148.000 euro e la parte restante sarà integrata dagli stessi con un cofinanziamento”.

“Un progetto di grande interesse strategico – dichiara Minardi – che consentirà di realizzare il tratto importante di quella che è considerata una grande ‘infrastruttura del benessere’, straordinario volano per il turismo e per lo sviluppo sociale ed economico. Infatti il tratto che va da Fano a Senigallia si aggiunge ai 12 chilometri che già collegano Fano e Pesaro e si inserisce nel più ampio progetto di Ciclovia Adriatica che permetterà di percorrere più di 1300 km da Chioggia a Santa Maria di Leuca”.

La Ciclovia Adriatica è stata di recente anche inserita nel ‘Sistema nazionale delle ciclovie turistiche’ con la possibilità di accedere ad altri fondi nazionali ed europei per gli altri tratti ancora da finanziare.

Minardi focalizza gli obiettivi: “Il tratto attraversa tre importanti centri turistici-culturali regionali con l’importante finalità di incentivare l’utilizzo di mezzi a basso impatto ambientale, sviluppando una mobilità alternativa a quella veicolare con effettivi miglioramenti per la qualità della vita e dell’ambiente lungo la nostra dorsale adriatica”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>