100 Miglia in Provincia, il raduno di auto d’epoca di Aci Pesaro e Urbino

di 

21 giugno 2018

PESARO – Domenica scorsa, nel ricco menù di manifestazioni della nostra città, era inserita anche la “100 Miglia in Provincia”, il raduno di Auto d’Epoca organizzato da ACI Pesaro e Urbino. Giunta alla terza edizione, la 100 Miglia si distingue per l’abbinamento fra le stupende auto e le bellezze e eccellenze del nostro territorio, oltre che a dare un tocco di originalità nella sua denominazione, ovvero i circa 160 chilometri di percorrenza, che fanno il verso alla “dieci” volte più lunga Mille Miglia.

I 27 stupendi gioielli su… ruote si sono dati appuntamento al porto per gli accreditamenti, da segnalare la presenza di diverse Porsche 356 e 911, ammiratissime anche la rara Lancia Flaminia convertibile e la imponente Auburn, uno dei modelli preferiti da Al Capone. Da sogno le Mercedes 190 SL, come le inglesine tutto pepe MG e Morgan, rigorosamente aperte, come uno dei capolavori della Carrozzeria Bertone: la Fiat Dino 2.4 Spyder. A risvegliare i ricordi dei mitici anni ’60 e ’70, le Alfa Romeo Duetto e le 124 Spyder, come la vettura per antonomasia dei “Figli dei Fiori”, ovvero la mitica Citroen 2CV. Fiat 1.110 in diverse versioni, fra le quali una rara “musone”, Citroen DS e Alfetta GTV e la “sovrana” Rolls Royce, hanno completato un parterre de rois d’eccezione.

Durante la colazione offerta presso il Centro Basket Giovani, c’è stato il saluto dell’arcivescovo di Pesaro monsignor Piero Coccia e del consigliere regionale Andrea Biancani, due graditi ospiti che hanno dato il via simbolico alle auto, partite alle 9,45. Sfilando lungo viale Trieste, i partecipanti hanno proseguito per Novilara, Candelara, Mombaroccio e Monteciccardo, percorrendo le strade incastonate nelle verdi colline dell’entroterra si è arrivati a Urbino, dopo l’”omaggio” alla città ducale per eccellenza, l’arrivo della prima tappa ad Urbania. Nell’antica Casteldurante gli equipaggi hanno visitato il ”Barco Ducale”, aperto eccezionalmente per la 100 Miglia, per poi fare bella mostra nella piazza del Teatro per la gioia e l’ammirazione dei cittadini e dei turisti. Il pranzo si è tenuto presso il ristorante “Casa Tintoria”, mentre si degustavano le prelibatezze dello chef, il Presidente di ACI Pesaro-Urbino, l’avvocato Paolo Emilio Comandini e la dinamica e appassionata direttrice dottoressa Antonella Mati, hanno porto i ringraziamenti ai partecipanti.

La seconda tappa ha riportato a valle le auto, passando per il lago di Sassocorvaro, Casinina, Ca’ Gallo e la “città del Dottor Rossi” Tavullia, si è giunti nella sempre incantevole Gradara, nominata “Borgo dei borghi 2018”. Parcheggiate le auto lungo la Panoramica della città medioevale, gli equipaggi hanno assistito allo spettacolo del “Teatro dell’Aria di Falconeria”, suggestiva rappresentazione in volo dei nobili rapaci. Di nuovo a… bordo e via lungo la Panoramica San Bartolo, per raggiungere la Fattoria Mancini a Fiorenzuola di Focara, nella cui vigna si è tenuto l’aperitivo di commiato, con… il naso all’insù per il passaggio delle Frecce Tricolori, l’altro evento clou della ricca giornata di festa pesarese.

Un doveroso ringraziamento agli sponsor: Gruppo DIBA, BCC Banca Pesaro, Sara Assicurazioni agenzia Pesaro e Fano, Filippini Trasporti e Prochima Pesaro, che affiancano ACI Pesaro-Urbino nell’organizzazione di questo raduno senz’altro unico: la 100 Miglia in Provincia.

LE FOTO

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>