Grande successo al Misano World Circuit per la Blancpain GT Series

di 

28 giugno 2018

MISANO ADRIATICO –  Ancora una volta la tappa adriatica della Blancpain GT Sprint Series, si è confermata uno degli appuntamenti clou del Misano World Circuit. La gara 3° prova del campionato europeo riservato alle Gran Turismo, anche quest’anno ha richiamato un folto pubblico, grazie alla formula della doppia gara del sabato sera e della domenica, oltre ad offrire ai presenti una passerella nella corsia box, con anche la sessione di autografi dei piloti, nella quale gli appassionati hanno potuto ammirare da vicino le potenti Super Car che disputano la serie.  Anche i nomi dei piloti che partecipano alla Blancpain è di assoluto valore e o,tre agli specialisti della serie a Misano si sono visti all’opera, gli ex F.1 Markus Winkelhock e Kristian Klien, oltre ad una leggenda delle gare di durata Stephane Ortelli , vincitore a Le Mans nel 1988. Nel programma della Blancpain sono inseriti altri campionati altrettanto spettacolari, come il Super Trofeo Europa Lamborghini, che ha visto al via una quarantina di Huracan.

Altro spettacolo lo hanno fornito le altre quaranta Gran Turismo della “GT4European Series”, dedicato sempre alle Super Car, ma con una preparazione meno sofisticata rispetto alle “sorelle” GT3 della Blancpain. Passiamo alla cronaca, nella gara del sabato, scattata alle 19,40 e dopo 1 ora ha visto la vittoria dell’Audi R8 LMS, della coppia Alex Riberas e Chris Mies, una vittoria sul filo di lana per l’equipaggio del Team Belgian WRT, squadra di riferimento di Audi, a contendere il primato è stata la Mercedes AMG GT del nostro Raffaele Marciello in coppia con Meadows. Marciello, ex Ferrari Accademy F.1, ha compiuto la seconda parte di gara con un passo impressionante, chiudendo a soli sei decimi dai vincitori. Terzo gradino del podio per la Huracan di Mirko Bortolotti e Engelhart, autori anche loro di una rimonta strepitosa, dopo essere partiti dalla nona casella dello schieramento. L’ esperta coppia italo-tedesca, oltre a spremere a fondo la GT di Sant’Agata Bolognese, hanno tratto vantaggio dal pit-stop per il cambio pilota e con il secondo turno di Bortolotti, anche lui ex Accademy Ferrari, si sono avvicinati alla coppia di testa, ma lo scadere dell’ora di gara, gli ha riservato il terzo gradino del podio.

Nella gara di domenica sempre sulla distanza di un’ora, c’è stata l’apoteosi Audi con quattro R8 LMS, ai primi quattro posti, doppietta per Ribero-Mies, che con il successo nei precedenti appuntamenti, la coppia ispano-tedesca ora comanda la classifica del campionato. Dietro di loro i compagni di Team, Stevens e Vanthoor che precedono la gemella del Team  Sinteloc del francese Gachet e del tedesco Haase. Peccato per Marciello partito in testa, è purtoppo salito con troppa foga su un cordolo, danneggiando l’anteriore della sua Mercedes, riparato il danno durante il pit-stop il suo compagno Meadows pur girando su tempi interessanti non ha potuto far meglio della decima posizione. Peggio è andata alla Huracan di Bortolotti-Engelhart, scattati bene al via, mentre lottavano per le posizioni di testa la Lambo “verde-arancio” con Bortolotti alla guida è stata coinvolta in alcuni contatti nella bagarre con gli altri pretendenti alla vittoria, riportando di due forature, costate parecchie posizioni. Anche per i due alfieri della Lamborghini come per Marciello, una seconda parte di gara su giri da qualifica, che ha fruttato solo un mesto diciottesimo posto. Un altro week end di grande spettacolo che conclude un mese che ha visto il Marco Simoncelli di Misano, ospitare prestigiosi campionati di auto, in attesa del 25 agosto quando in riva all’Adriatico arriverà per la prima volta il “DTM”, prestigioso campionato tedesco che ha scelto l’ MWC, per il suo classico appuntamento fuori dal confine. Audi-Mercedes-B-M.W., con un parterre di piloti che sembra essere ad un gran premio di F.1, oltre alla guest star Alex Zanardi. Il Campione bolognese, pluri medagliato alle Para Olimpiadi, ha deciso di scegliere la gara di Misano, per vedere se può dire ancora la sua con le auto, magari per pensare ad un ritorno vero e proprio.

LE FOTO DI ALDO IACUCCI:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>