Bagno di mezzanotte in porto con arrampicata ai cantieri navali: l’inspiegabile comportamento di un giovane nordafricano accerchiato da Polizia, Carabinieri e Guardia Costiera

di 

30 giugno 2018

porto pesaroPESARO – Era quasi la mezzanotte di ieri quando un giovane nordafricano, per motivi ancora da chiarire, dai piazzali retrostanti la banchina di levante (dove sono posizionate le piccole giostre per la Festa del Porto) si dirigeva a velocità verso il bacino portuale tuffandosi in acqua per raggiungere l’altra sponda verso il cantiere navale. E’ scattato un doppio inseguimento: a terra con le Forze di Polizia in servizio locale proprio in occasione dei festeggiamenti, e in acqua con gli uomini della Guardia Costiera a bordo del gommone GC142 che attraversava le acque portuali.

Il giovane che tentava ancora di sfuggire agli inseguitori arrampicandosi su costruzioni del cantiere veniva quindi dopo pochi minuti bloccato dalle Forze di Polizia per gli ulteriori accertamenti del caso e le cause dell’anomalo comportamento. Il dispositivo interforze disposto per un periodo estivo già ricco di eventi ha dimostrato di funzionare con un blocco intervenuto in pochi minuti nonostante la rocambolesca fuga.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>