F.1 A Silverstone “The King” Hamilton in pole con Vettel e Raikkonen in scia

di 

7 luglio 2018

Hamilton saluta i suoi fans dopo la Pole

Hamilton saluta i suoi fans dopo la Pole

SILVERSTONE (Gran Bretagna) – E’ lui il “re” di Silverstone Lewis Hamilton, con il solito ultimo giro “a tutta” il campione in carica piazza la sua Mercedes in pole, davanti al suo pubblico in delirio. Non c’è bisogno di ricordare i record che ormai Hamilton aggiorna ad ogni qualifica, ma quella di oggi è stata particolarmente sofferta, se così si può dire, perché a Silverstone si è vista una grande Ferrari, veloce con entrambi i suoi piloti. Nessuno pensava che oggi le Rosse potessero chiudere le qualifiche così vicine al dichiarato favorito Hamilton, invece Vettel ha duellato con il suo rivale a suon di giri record per quasi tutti i tre turni delle qualifiche, nonostante i problemi al collo, mentre un ritrovato Raikkonen, forse spronato dall’ormai sicuro pensionamento-addio alla Ferrari, non solo si prende la prima casella della seconda fila, ma senza un piccolo errorino, se non pensare di prendersi il posto di Hamilton, avrebbe potuto soffiare ancora una volta la posizione al compagno.

Per la Ferrari la conferma di aver sovvertito i pronostici non è tanto la seconda e terza piazza di oggi, ma come detto sopra i ripetuti giri record di Vettel che hanno messo in allarme Hamilton, ed i distacchi infinitesimali, 44 millesimi per Vettel e 98 per Raikkonen. Lontani tutti gli altri ad iniziare da Bottas, il poleman della scorsa settimana in Austria, chiude quarto pagando quasi quattro decimi, mentre le due Red Bull, dichiaratamente in debito di potenza della Power unit Renault rispetto agli avversari, si trovano quinta con Verstappen, vincitore di Zeltweg, ad oltre sette decimi, con Ricciardo sesto addirittura ad oltre un secondo.

Domani per la gara tutti i big partiranno con le stesse coperture le “Soft”, quindi la gara sarà ancora una volta incentrata sulle strategie e da quale monoposto sarà in grado di interpretare al meglio gli pneumatici, soprattutto se ci saranno le alte temperature di oggi, insolite per la Gran Bretagna. Per contro Silverstone, anche se è stata rallentata, è ancora una pista da sorpassi e sfruttamento delle scie, ne potrebbe giovare lo spettacolo, ne possono soffrire le sofisticate F.1 di oggi, con le esasperate soluzioni aerodinamiche che le compongono. Una cosa è certa Hamilton vuole la sesta vittoria in casa, Vettel vuole rovinare la festa al rivale ed allungare, Raikkonen sempre ermetico non lascia intendere cosa vuole esattamente, ma di certo una prestazione da campione, perché Icemen, criticato da tutti, noi compresi, con la sua …strampalata simpatia pari a quella di un agente del fisco, è un campione.

Vettel secondo a soli 44 millesimi

Vettel secondo a soli 44 millesimi

Gli altri protagonisti della top ten, sono stati Magnussen e Grosjean, ancora sulla cresta dell’onda con le Haas-Ferrari, dopo la brillante prestazione di sette giorni fa in Austria. Da incorniciare ancora una volta la qualifica di Charles Leclerc, il giovane monegasco chiude nono con la Sauber- Alfa Romeo (con motore Ferrari), veloce e determinato sempre più accreditato sostituto di Raikkonen in Ferrari, sì è caricato addosso il non facile compito di riportare il team svizzero a livelli decenti, rispetto a quelli degli ultimi anni che hanno visto la squadra rosso-crociata, maglia nera della F.1. Chiude i dieci Esteban Ocon con la Force India, sempre positivo, con una monoposto che dopo essere stata la quarta forza dello scorso anno, quest’anno fatica a provare a ripetersi. Diretta esclusiva Sky alle 15,30 per una gara che si annuncia …very very cool.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>