“Non più di Mille”, il raduno dell’Auto Club Storico ‘Dorino Serafini’

di 

9 luglio 2018

PESARO – Un altro evento simbolo del ricco calendario dell’Auto Club Storico “Dorino Serafini” si è svolto nel weekend del 23-24 giugno scorso, parliamo del “Raduno Non Più di Mille” riservato alle vetture d’ epoca inferiori al litro di cilindrata. Giunta alla sesta edizione questa singolare manifestazione articolata su due giorni è stata l’ennesimo successo, che si aggiunge al palmares del Dorino Serafini nel pieno del 31esimo anno di attività. Sabato 23 il programma dell’evento ha previsto l’accredito dei partecipanti presso l’Hotel Tag di Fano, dove si è tenuto anche il pranzo di benvenuto. La giornata è proseguita dopo aver parcheggiato le “piccole” presso il parcheggio Vanvitelli, con una visita guidata alle bellezze uniche sotterranee della Città della Fortuna, proseguendo poi con il tour alla Fano Romana. Cena nella suggestiva location del Ristorante il “Chiostro” e rientro al Tag Hotel per il pernottamento. Ma i piccoli gioielli hanno bisogno di una “sgambata” per dar sfogo alla loro non poi tanto “modesta” potenza, quindi ecco che domenica 24, dopo l’accreditamento degli equipaggi aggiuntisi per il secondo giorno, si è preso il via alla volta di Gradara.

Un giro panoramico molto apprezzato dagli equipaggi della ventina di vetture partecipanti, la seconda tappa di “Non Più di Mille” è proseguita con l’arrivo a Gradara, visita al Castello ed ai suoi camminamenti prima del pranzo presso il noto Ristorante “Hostaria del Castello”. Deliziati dalle prelibatezze a base di pesce dello Chef, si è proseguito con la consegna da parte dello Staff del Club, dei gadget e ricordi ai partecipanti a questo unico e singolare evento. Nel Raduno è stato inserito anche l’incontro “speciale” con le Fiat 600, l’utilitaria che con la “sorellina” 500, sono state il simbolo del boom economico di fine anni ’50 proseguito nel decennio successivo. La parte del leone come presenza l’hanno appunto fatta le due piccole di casa Fiat, alle quali si sono affiancate diverse Autobianchi A112, altra vettura mitica, Fiat 127, 850 Spider, una singolare unica e simpaticissima DAF, della collezione-museo “SC Garage” del vice -Presidente del sodalizio Danilo Crescentini.

Il “Non Più di Mille” come detto è un evento unico nel panorama dei raduni per auto d’epoca, ed a testimoniarlo sono stati il collezionista Andrea Marzocchi sceso da Trento con la sua 500, così come le tre “600” di Federico Pedrotti da Rovereto, Antonella Passalenti da Udine e Oliviero Lucchetta da Pordenone, tutti rigorosamente arrivati come si suol dire per strada con i loro “piccoli gioielli”, una ulteriore dimostrazione di come sapevamo fare le macchine in Italia, indipendentemente dalla cilindrata o dalla fascia di mercato. Considerazioni a parte tornando al successo di “Non Più di Mille” 2018, nei saluti di commiato il Presidente Carlo Tamburini ha dato appuntamento all’edizione 2019, aggiungiamo noi, conoscendo le capacità organizzative del Dorino Serafini e le idee sempre in evoluzione, abbiamo tempo un anno per trovare un altro sostantivo o aggettivo ancor più efficace di… successo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>