Hip Hop Connection 2018, sarà un festival “no limits” con gli ospiti speciali Ill Abilities. Appuntamento al Curvone e al Miralfiore dal 18 al 22 luglio

di 

17 luglio 2018

La presentazione della 18esima edizione in Comune

La presentazione della 18esima edizione in Comune

PESARO – Hanno fatto del loro limite, il loro punto di forza. Trasformato la disabilità in abilità, diventando campioni a livello mondiale, al pari ma anche più di chi dalla vita ha ricevuto un corpo senza problemi. Loro sono gli “Ill Abilities”, una straordinaria crew di 5 ballerini di breakdance di fama internazionale, ospiti speciali della 18esima edizione del Festival Hip Hop Connection Arena 2018. Si chiamano Luca Lazylegs, Samuka, Redo, Perninha e Kujo. Ciascuno con la propria disabilità (sordità, malattia genetica, amputazioni) ma che grazie al breaking, danza libera da schemi e canoni fisici, hanno voluto e saputo superare, trasformando quel difetto in segno distintivo. “No excuses, no limits” (“niente scuse, niente limiti”) è, non a caso, il loro motto. Ma anche quello del Festival 2018. Un’edizione importante sotto più aspetti. A partire dall’età dell’evento, che quest’anno è diventato maggiorenne, confermandosi uno degli appuntamenti storici della città. Ma, oltre alle candeline, sono cresciute anche le collaborazioni. Come quella con l’associazione culturale Periferica e con la Labirinto. Ed è grazie alle sinergie con la Labirinto e il Comune di Pesaro, che l’Asd Hip Hop Connection ha potuto far arrivare in città gli “Ill Abilities”, gli artisti che fanno da fil rouge alle 5 giornate di danza, musica e spettacolo. Si comincia domani, mercoledì 18, alle ore 19, all’Anfiteatro del Parco Miralfiore, con “La musica che gira intorno”, a cura della Labirinto (coordinatore Luca Pazzaglia). Ad aprire la serata, alle 19, sarà la band “I Meridiani”, mentre alle 19.20 toccherà al gruppo “Danzando”.

 

Alle 19.30, saliranno sul palco gli attesissimi “Ill Abilities” per un workshop e un’esibizione. L’evento prosegue alle 20.30 con il gruppo “Danzando”, alle 20.40 con i “Vagabend” e alle 21.30 con il gruppo Soul-Sound of underground love”. Giovedì 19, alle ore 19.30, tutti al piazzale Agide Fava (Il Curvone) per l’evento Carpe Riem volume 6 con la Battle Freestyle di rime tra rappers e concerto con Bassi Maestro (cantante e compositore di brani che hanno fatto la storia del mondo hip hop), appuntamento organizzato dall’Associazione Periferica (presidente Marco Roscetti e direttore artistico Marco Carboni). Il sipario sull’arena del Curvone, si apre venerdì 20 con l’Hip Hop Connection Kidz, spettacolo di hip e hop e breaking battle under 16 (selezioni ore 16.30, finali Top 16 dalle 20.30 precedute dallo show degli Yessai Squad). Sabato 21, scendono sul tappeto dell’arena i campioni della break e dell’hip hop (selezioni 15.30 e finali dalle 20.30). A chiudere la serata saranno gli strepitosi ballerini “Ill Abilities”. Gran finale del Festival, domenica 22, con le sfide a squadra 4vs4, in cui le crew si contenderanno il premio in palio a colpi di spettacolari coreografie di gruppo. Anche i giudici della giuria scenderanno nell’Arena nella battle “One breaker/one judge”. Dopo ogni serata, il Festival prosegue con gli after party “Dalla Cira” (venerdì: Concerto Arès Adami & Drimer con DJ Zeta; sabato: Djset Volumetrica & DJ Hutchy; domenica: Djset Volumetrica & DJ Uragun).

Hip hop connection all'Arena del Curvone 00031“Questi sono i veri eroi – commenta Chrystelle de Saint Maurice, organizzatrice del Festival – questi 5 ragazzi che grazie alla loro tenacia e a questa danza hanno trasformato la disabilità in talento unico. Ed è questo il messaggio di positività e speranza che il Festival di quest’anno vuole lanciare”. “Gli Ill Abilities – commenta Pazzaglia – incarnano quella che è la finalità del nostro lavoro quotidiano con le persone con disabilità, ovvero utilizzare il potenziale espressivo e inclusivo della musica e della danza. “La parola centrale di questo festival – interviene Marco Roscetti – è integrazione”. “L’Hip Hop Connection Arena – commenta il sindaco Matteo Ricci – si conferma uno degli appuntamenti più attesi dell’estate pesarese. Una manifestazione unica nel suo genere, consolidata nel tempo, in grado di richiamare in città squadre, breakers e street dancers da tutto il mondo. Con la combinazione di musica, sport, arte e cultura si inserisce pienamente nella strategia che punta a consolidare l’offerta degli eventi, nel segno della vivacità, per crescere anche sul lato turistico. Le collaborazioni con le associazioni, insieme alla valenza sociale delle iniziative che integrano pienamente le disabilità, arricchiscono lo spessore umano della manifestazione e sono un ulteriore motivo di merito per l’edizione del 2018. Complimenti a Chrystelle de Saint Maurice e agli organizzatori per la proposta di grande livello”. Giorgio Montanari, presidente della Pesaro Parcheggi: “Siamo orgogliosi di ospitare in questa magnifica piazza un evento così importante per la nostra città perché è veramente internazionale, porta tanti giovani dall’Italia e dal mondo, crea il giusto clima per una città della musica, supporta la nostra economia con tante presenze, trasmette positività a chi assiste e presenta un programma con grandi professionalità. Ringraziamo HHC Arena che da anni sceglie la piazza come location e perchè quest’anno ha voluto con forza, supportata dall’assessore Delle Noci, portare questi ballerini veramente speciali con l’iniziativa “Diversamente Ballerini – Breakdance e Disabilità-” con iniziative al parco Miralfiore, workshop con ragazzi disabili, all’Arena di Piazza Agide Fava e tanto altro, con lo slogan “NO LIMITS”.

L’assessore alla Solidarietà, Sara Mengucci, evidenza come “Questa edizione dell’Hip hop connection rappresenta un’opportunità di inclusione attraverso spettacoli ed esibizioni che vedono protagoniste le persone con disabilità, risultato di un lavoro che da anni viene svolto nei centri diurni per disabili grazie alla realizzazione di laboratori di musica e danza. L’obiettivo è quello sia di dare la possibilità a tutti di accedere ai diversi linguaggi artistici sia di poter esprimere le proprie attitudini e le proprie capacità”. Il pensiero dell’assessore allo Sport, Mila Della Dora: “Con questa bella manifestazione si conferma ancora una volta la funzione sociale dello sport. Un evento internazionale consolidato, giunto alla 18^ edizione, che richiama a Pesaro artisti e amanti dell’hip hop da tutto il mondo. Inoltre, la collaborazione tra varie realtà quali in questo caso Periferica e cooperativa Labirinto è importante in quanto crea uno spirito di collaborazione e di condivisione che è fondamentale”.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>