Aiac, la nuova stagione parte con una trasferta da serie A. Aperte le iscrizioni per il viaggio-studio alla scoperta del Parma

di 

9 ottobre 2018

IMG_9952PESARO – L’Aiac (Associazione Italiana Allenatori di Calcio) di Pesaro e Urbino apre la nuova stagione con una trasferta d’elite. Martedì 23 ottobre, i mister della provincia effettueranno un viaggio studio a Collecchio presso il Parma calcio, club di Serie A, per assistere in mattinata agli allenamenti della prima squadra e, nel pomeriggio, a quelli delle rappresentative giovanili. Dopo la visione di tutte le sedute, i tecnici illustreranno le varie metodologie che utilizzano in campo in un momento di confronto costruttivo e utile. Il clou sarà proprio l’incontro con il mister ed ex centrocampista Roberto D’Aversa e con il suo staff e non mancherà una chiacchierata con il responsabile del settore giovanile. Le prenotazioni per l’intensa giornata si raccolgono entro il 15 ottobre mettendosi in contatto con Roberto Ginesi a Fano (338/6534865), Sergio Antonazzo a Pesaro (327/6742477), Marco Lazzari a Urbino (349/1263796), Stefano Lazzarini per Carpegna e Sant’Angelo in Vado (338/1795988), Bruno Pezzullo per Fossombrone (338/7097290), Graziano Bacchiocchi per Mondolfo, Barchi e Pergola (333/6711984).

L’Aiac in provincia conta un bacino di 500 tecnici con il patentino, tra professionisti, dilettanti e settori giovanili. Gli associati sono circa 200 e hanno una pagina Facebook: Aiac Pesaro Urbino. Del Consiglio fanno parte il presidente Sergio Antonazzo (mister, tra le altre, pure della Vis Pesaro), l’ex giocatore professionista Gianluca Segarelli e Marcello Mancini, presidente Aiac Onlus che sta svolgendo un lavoro strepitoso e ha anche organizzato il primo corso allenatori per disabili. Tra gli associati in provincia ci sono Dante Ciglic, che ha giocato a Catania, Giorgio Ciaschini, ex Real Madrid, Milan e Chelsea, il nostrano Giorgio Clementoni, l’azzurra Raffaella Manieri, oggi al Milan femminile. Uno dei fedelissimi è Sauro Prodi, patron dei negozi sportivi di Pesaro e Fano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>