Cresce l’occupazione, aumentano gli infortuni sul lavoro. Domenica a Cagli la Giornata Nazionale Anmil traccia la nuova rotta per la prevenzione

Fausto Luzi - Anmil

Fausto Luzi – Anmil

CAGLI – Sale il tasso di occupazione (attestato al 9,7% ad agosto, fonte Istat) e aumentano purtroppo gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. Anche nella Provincia di Pesaro e Urbino dove, nel periodo gennaio-agosto 2018, si sono registrate 2.971 denunce di infortunio, 61 in più (+2,1%) rispetto allo stesso periodo del 2017. In rilevante aumento le malattie professionali denunciate, passate dalle 982 del 2017 alle 1.111 del 2018 (+13,1%). In diminuzione, invece, le denunce di infortunio con esito mortale: 4 contro le 14 del 2017 (fonte: elaborazione Anmil su OpenData Inail).

Si apre con un quadro difficile e in rapida evoluzione, ma anche con la consapevolezza dell’importante e costante lavoro di prevenzione e formazione svolto sul territorio, la 68^ Giornata Nazionale per le Vittime degli incidenti sul lavoro, promossa dall’Associazione Nazionale fra Mutilati e Invalidi del Lavoro (Anmil) che ha appena celebrato il 75° anno di istituzione. La manifestazione, organizzata sotto l’alto patronato della Presidenza della Repubblica, verrà celebrata in contemporanea in tutte le province italiane domenica 14 ottobre. In quella pesarese, dove da una decina d’anni l’iniziativa ha assunto carattere itinerante, è la volta di Cagli, popoloso centro dell’alta Valle del Metauro con spiccata vocazione artigiana. «Un territorio che raccoglie una sfida importante come la testimonianza resa dalla Giornata Anmil è già un territorio vincente e fecondo, dove la cultura della prevenzione agli infortuni attecchisce e dà buoni frutti» sottolinea il Presidente provinciale e Consigliere nazionale Anmil Fausto Luzi ringraziando l’Amministrazione comunale di Cagli per la sensibilità. «Il momento di ripresa economica e occupazionale – prosegue – non deve essere motivo per abbassare la guardia. Anzi. Le tragedie del passato sono monito per un impegno sempre più forte da parte di tutti: Istituzioni, associazioni, datori di lavoro, parti sociali e lavoratori. L’altra emergenza riguarda le malattie professionali, nemico silenzioso e subdolo che va conosciuto, affrontato e prevenuto».

Emblematico, a tal proposito, il titolo della manifestazione di quest’anno: “Sicurezza sul lavoro, priorità per il futuro”. La priorità è continuare a costruire cultura e coscienza in questa materia che non esclude nessuno: studenti, casalinghe, lavoratori. Ecco perché, nel corso della cerimonia civile ospitata nel prestigioso Teatro comunale di Cagli, ai saluti delle autorità – a cominciare dal Prefetto di Pesaro e Urbino Carla Cincarilli, dal vice-presidente del Consiglio regionale Marche Renato Claudio Minardi, dal Sindaco Alberto Alessandri e dal Presidente provinciale Anmil Fausto Luzi – si alterneranno gli interventi della direttrice Inail Pesaro e Urbino Antonella Concetta Tata e del direttore Master Quality Fano Massimiliano Luchetti, con un focus particolare sulle cadute dall’alto, problematica che nell’agosto scorso è stata oggetto di una profonda revisione normativa a livello regionale grazie agli input giunti anche da Anmil Pesaro e Urbino. Il tema, fra l’altro, sarà oggetto di uno specifico convegno in programma a Fano il prossimo 30 novembre.

Molto intenso il programma della giornata che si apre alle 9 con la celebrazione della messa presso la Cattedrale S. Maria Assunta di Cagli. Alle 10 la formazione del corteo e deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti al Parco delle Rimembranze in Viale della Vittoria. A seguire, alle 10,30, la cerimonia civile presso il Teatro Comunale di Cagli in piazza Papa Nicolò IV con la consegna dei distintivi d’onore a grandi invalidi ed invalidi minori a cura delle sedi INAIL di Pesaro e Fano e la premiazione dei vincitori del Concorso scolastico “Investiamo in sicurezza diamo valore alla Vita” indetto da Anmil con il patrocinio dell’Inail di Pesaro e Urbino.

Per l’Anmil il 2018 è stato un anno speciale, col traguardo del 75° anno sottolineato anche dal recentissimo incontro di tutti i vertici delle sezioni locali con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dall’udienza privata in Vaticano con Papa Francesco. «Due momenti estremamente emozionanti – ricorda Luzi -, splendido riconoscimento dell’importante opera che Anmil porta avanti per rappresentare e tutelare gli invalidi del lavoro, le vittime di malattie professionali e le loro famiglie».

La 68^ Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro è promossa dall’Anmil provinciale, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, il patrocinio della RAI, Radio televisione Italiana, del Comune di Cagli, della Provincia di Pesaro e Urbino, Regione Marche e Inail Pesaro e Urbino, e con il contributo di Gruppo Creval – Credito Valtellinese Fano, SeaGruppo, Cimas ristorazione, Centro Ortopedico Faraldo di Fermignano, Azienda agricola Canestrari Basilio, Ottica 2000 Marzocca, Nuova Servigomme, Sanitaria Le Terrazze, Ottica Bedini Fano, Ristorante Pizzeria La Perla e Master Quality srl Fano – servizi di consulenza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>