Pu24 alla 35^ edizione di “Auto e Moto d’Epoca” di Padova

di 

2 novembre 2018

PADOVA – Non potevamo mancare per raccontarvi l’ennesimo successo di “Auto e Moto d’Epoca”, il Salone internazionale che dallo scorso giovedì 25 fino a domenica 28 ottobre ha radunato nel Centro Fiere di Padova circa 120 mila visitatori, che fin dal primo giorno hanno preso d’assalto la kermesse, che si conferma ad ogni edizione sempre più la manifestazione per eccellenza e di riferimento del settore in Italia, e fra le più importanti a livello internazionale. Ad attestare il successo della Fiera, oltre ai visitatori provenienti da più di 40 Paesi del mondo, gli oltre 700 giornalisti accreditati, (…compreso noi), di cui quasi la metà esteri, 1600 espositori, oltre 5.000 veicoli in vendita, la prestigiosa Asta di Bonhams.

Grandi numeri per la soddisfazione degli espositori, commercianti, collezionisti ed ovviamente pubblico e organizzatori. Importante la conferma dell’interesse delle Case automobilistiche per “Auto Moto d’Epoca”, le quali ogni anno esponendo i modelli che ne hanno fatto la storia accanto a quelli attuali ed in alcuni casi del…futuro, creano un passaggio ideale tra la loro storia e l’evoluzione richiesta dal progresso, un accostamento che dimostra come il futuro ha… bisogno del passato. Ammiratissimi anche gli immancabili stand dei Club e Registri di Marca o Storici, dei veri e propri “cofanetti porta gioie” contenenti la storia dell’automobile e dei veicoli in generale. Ovviamente presenti tutti i maggiori operatori del settore, dealer e commercianti nazionali ed in gran numero internazionali, i quali hanno espresso in generale soddisfazione per l’andamento degli affari conclusi o avviati a Padova, un segnale importante che in momenti ancora economicamente “incerti”, non solo in casa nostra, dimostrano come il veicolo storico è un così detto bene rifugio o spesso un investimento che in alcuni casi diventa fruttifero. Quando un mercato tira, si verifica inevitabilmente una certa “confusione” sui valori, l’originalità e affidabilità dei veicoli, comunque a parte qualche cifra a nostro parere esagerata, o non proprio consona allo stato della vettura oggetto della richiesta, i prezzi in generale, ricambi e automobilia compresi, pur se in crescita hanno comunque dimostrato un trend di affari importanti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il veicolo Storico o d’Epoca, è un mercato che come “regola” per l’ acquisto ha la passione, l’emozione, la storia o valori anche personali legati alla famiglia, quindi i prezzi non possono essere catalogati in un “listino”, così si è visto una crescita di interesse per le auto sopra i 200 mila euro, stesso dicasi per la classe “media” quella che va dai 20 ai 100 mila, i giovani sempre più numerosi hanno decretato il successo anche per le “Youngtimer”, ovvero quelle auto ancora non definite storiche per l’età, ma con un interesse futuro. Successo anche per la prestigiosa Casa d’Aste Bonhams, alla sua seconda presenza a Padova, ha presentato un catalogo come sempre esclusivo che ha chiuso l’affollata asta con un incasso di oltre 2 milioni di euro, regina assoluta la Ferrari 250 Gt Coupè del 1960 aggiudicata a 508 mila euro. Presenti come sempre i due maggiori “organi” nazionali dei veicoli storici, ACI Storico e A.S.I, nei loro stand oltre all’esposizione di auto, si sono tenuti convegni sul tema, presentazione di libri ed incontri con personaggi come piloti e giornalisti. Per gli appassionati di corse del …passato bellissima ed emozionante la rassegna di auto che hanno fatto la storia dei Rally, organizzata da ACI Storico e Sport, con dei pezzi da brivido.

Presenza importante è stata quella di Donald Osborn, uno dei maggiori esperti di auto d’epoca degli States, sceso a Padova per raccogliere spunti per il suo celebre programma “Garage TV”, sempre colpito dalla passione dalla nostra passione per le auto storiche. Altra presenza che ha dato prestigio al Salone, è stata quella della delegazione del concorso d’eleganza più prestigioso e famoso del mondo il californiano Pebble Beach, a conferma del valore espositivo ed organizzativo di Padova. Grande soddisfazione come detto per gli organizzatori, come confermano le parole dell’ideatore di Auto Moto d’ Epoca, Mario Carlo Baccaglini, che ha già fissato l’edizione 2019 dal 24 al 27 ottobre, preannunciando grosse novità, soprattutto nel proseguire al rapporto fra storia e futuro dell’automobile.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>