Volley: Lorenzetti contro Lube, un fanese sfida la regina delle Marche, in palio il titolo mondiale

Angelo Lorenzetti catechizza i suoi durante la semifinale (Foto FIVB)

Angelo Lorenzetti catechizza i suoi durante la semifinale (Foto FIVB)

FANO – Come era nelle speranze di tutta la pallavolo italiana a decidere il Campionato Mondiale per squadre di club sarà una finale tricolore: nel palasport di Czestochowa, in Polonia, la Lube Civitanova ha superato la squadra di casa, l’Asseco Resovia con il punteggio di 3-1 (29-31; 25-19; 25-14; 25-23), soffrendo a lungo prima di avere ragione dei polacchi che sembravamo avere in pugno anche il secondo set. Poi, complice un fantastico turno in battuta di Simon, i marchigiani piazzavano un clamoroso break (10-1) che ribaltava le sorti del set e della partita. Migliore realizzatore Sokolov, 20 punti.

Sofferto anche il successo del Trentino Volley allenato dal fanese Angelo Lorenzetti, che in un’altra sfida italiana con i russi della Fakel Novy Urengoy che hanno in panchina Carmelo Placì. Anche nella seconda semifinale la vittoria è arrivata in rimonta 3-1 (22-25; 25-14; 25-16; 25-19), con i trentini trascinati dal bravissimo Simone Giannelli, palleggiatore che ha evidenziato giocate da… attaccante globale (compresa una pipe). Migliore realizzatore Uroš Kovačević (18), seguito da Vettori (16) e Russell (14) che era addirittura in forse per la sfida.

La finale è in programma domenica, alle ore 20,30, con diretta su Rai Sport che ha trasmesso le partite delle italiane con il sobrio commento della coppia Fantasia – Galli che restituisce il piacere di tenere alto il volume, abitualmente azzerato quando ai microfoni ci sono Colantuoni e Lucchetta, sempre più inascoltabili.

Dunque, una finale italiana, anzi marchigiana, con il fanese Angelo Lorenzetti che proverà a fare uno scherzo alla Lube, squadra favorita nei pronostici e nel tifo delle Marche, esclusa la provincia di Pesaro Urbino che si schiererà con uno dei più grandi allenatori della nostra pallavolo, anche se – diciamocela tutta, dopo averla letta nel sito specializzato Dal 15 al 15 – qualcuno tiferà contro Trento perché schiera il centrale serbo Srečko Lišinac. Niente di sportivo, per carità, solo tanta invidia perché fidanzato con la bellissima Stefana Veljković, centrale dell’Igor Gorgonzola Novara. Non a caso, il suo nome, Srečko, significa felice, ma anche fortunato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>