Mostra internazionale del Nuovo cinema di Pesaro, dalla Regione 60mila euro. Biancani: “Previsto ulteriore aumento”

di 

14 dicembre 2018

PESARO – Un sostegno pluriennale al cinema e alla produzione audiovisiva. E’ l’obiettivo del nuovo “Programma per le attività cinematografiche” redatto dalla Regione, che stanzia 150mila euro per il 2018 e prevede ulteriori 450mila euro per il biennio successivo.

“Il punto di forza di questo programma – sottolinea il consigliere regionale Andrea Biancani (Pd), relatore dell’atto per il parere della Prima Commissione affari istituzionali-cultura – è la garanzia di un aiuto fino al 2020 per il mondo del cinema e dell’audiovisivo, un comparto riconosciuto dalla Regione come settore produttivo di particolare valenza per lo sviluppo del territorio”.

“Questo darà continuità ai finanziamenti – prosegue – e consentirà all’imprenditoria cinematografica, alle istituzioni e a tutti i soggetti che promuovono questa forma di produzione culturale di fare una programmazione nel breve e nel lungo periodo”. Il programma individua le priorità e le strategie di intervento regionale, definendo i criteri per l’assegnazione delle risorse.

“Un sostegno significativo – aggiunge Biancani – viene confermato ai festival di rilievo nazionale, in primis al Festival del Nuovo Cinema di Pesaro, uno dei più longevi e prestigiosi in Italia. Per il 2018 il contributo resta di 60mila euro, ma per le prossime edizioni i fondi potranno essere incrementati”.

Il programma ha infatti previsto una maggiore percentuale di cofinanziamento regionale per i festival, calcolata sul contributo del Ministero per i beni e le attività culturali. “Il contributo regionale potrà arrivare fino al 50% del finanziamento statale – puntualizza Biancani -, un 10% in più rispetto ad ora”.

Il piano prevede inoltre misure di aiuto, attraverso bandi specifici, per le rassegne di carattere nazionale e internazionale, per le programmazioni di cinema di qualità, per le attività delle sale cinematografiche, con particolare attenzione alle monosale. “Una scelta – spiega Biancani – che intende tutelare soprattutto le sale dei piccoli comuni, dei borghi dell’entroterra e i cinema d’essai”.

Previsti finanziamenti anche per la promozione e la valorizzazione del patrimonio e della cultura cinematografica, attraverso progetti, e il sostegno alle rassegne e ai premi di particolare valore regionale.

“Vorrei ringraziare l’assessore alla cultura Moreno Pieroni per l’attenzione e l’impegno dedicati al cinema, un settore che ritengo strategico dal punto di vista culturale, sociale ed economico”. conclude Biancani.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>