Urbania, Pesaro, Urbino, Gradara e Sant’Andrea in Villis: quante Befane in arrivo

Domani al via la 22esima edizione della Festa Nazionale della Befana: la Befana riceve dal sindaco le chiavi di Urbania, sarà lei per tre giorni a capo della città

Chissà se istituirà una zona a traffico limitato per le scope volanti o se metterà una tassa sui bambini cattivi? Nulla è certo, se non che domani prende il via la Festa Nazionale della Befana di Urbania e la dolce vecchina che qui è di casa è pronta ad accogliere grandi e piccini fino al 6 gennaio. Lo farà proprio da padrona di casa perché, come da tradizione, domani alle 15.30 il sindaco Marco Ciccolini le consegnerà le chiavi della città ed a lei per tre giorni passerà il controllo di Urbania, ormai ribattezzata Capitale della Befana.

In città è tutto pronto: all’Ufficio Postale della Befana già si lavora per permettere ai tanti bambini che vorranno scrivere la loro letterina di trovare tutto in ordine, la Calza più lunga del Mondo è già pronta ad essere stesa per tutta la sua lunghezza nel corso principale e la Sciarpa dell’Amore, segno dell’amicizia tra tutti i bambini del mondo, è appena stata tirata a lucido dopo che la Befana ha lavorato tutto l’inverno per farla diventare ancora più lunga.

Le aiutanti della Befana addette alla ristorazione e alla preparazione della Festa sono già in fermento da giorni: nell’Officina della Befana si preparano colla, forbici e tessuti per i laboratori creativi, mentre nella Credenza della Befana le cuoche durantine non vedono l’ora di farvi assaggiare le loro delizie, primi tra tutti il Crostolo di Urbania e le golose frittelle.

La casa della Befana ormai non è certo più una novità: aperta tutto l’anno ormai è riconosciuta all’unanimità come l’abitazione ufficiale della vecchina con la scopa volante, tanto che la Befana ha costruito qui anche il garage per il suo mezzo di trasporto. Calderoni fumanti, tanti giochi per bambini e perfino il letto della Befana: nella casa di Urbania c’è tutto quello che racconta la sua storia, comprese le sue aiutanti che raccontano fiabe davanti al camino ai piccoli visitatori.

Già da domani poi, via al momento più atteso: la Befana scende a cavallo della sua scopa dalla torre campanaria del municipio,un volo aereo di 36 metri tra acrobazie e dolciumi lanciati ai bambini sottostanti, fino a planare in Corso Vittorio Emanuele per unirsi finalmente al pubblico venuto a festeggiarla.

Tra gli appuntamenti che vale la pena sottolineare nel primo giorno di Festa la presentazione del libro “Le avventure di Pinocchio” di Luca Caimmi, che avrà anche una mostra dedicata nella Sala Montefeltro che verrà inaugurata domani alle 17.30.

La Festa Nazionale della Befana di Urbania fa parte del network “Il Natale che non ti aspetti”, coordinato dall’Unpli Pesaro ed Urbino, con il supporto della Regione Marche, e rappresenta l’ultimo evento di un calendario di grande spessore, costellato di eventi che hanno ottenuto un grandissimo successo di pubblico ed un riscontro sui media nazionali inimmaginabile. La Festa della Befana continuerà tutti i giorni fino al 6 gennaio.

Festa della Befana alle Cinque Torri di Pesaro

Torna anche quest’anno, alla decima edizione, la festa della Befana, in largo Volontari del Sangue, alle Cinque Torri, organizzata dal quartiere Pantano – Santa Veneranda.

Domenica 6 gennaio un ricco programma. Dalle 15 saranno allestiti mercatini con prodotti di artigianato locale.

Alle 16.30 verranno premiati i presepi più belli, fra gli 80 partecipanti al quarto concorso “Presepiamo”, allestiti nei giardini del quartiere.

Alle 17.30  anche il corteo dei ragazzi della parrocchia di Santa Croce che rappresentano l’uscita dall’Egitto della Santa Famiglia di Nazareh.

Non mancherà la magia del “Club magico marchigiano”, i trucchi di Romina e i giochi in carta con l’associazione “Maninpasta per te”.

Finalmente alle 18 la Befana scenderà dalle Cinque Torri…. E poi castagne e vin brulè per tutti.

A URBINO GRANDE ATTESA PER LA “FESTA DELLA BEFANA”. TANTI DONI PER TUTTI I BAMBINI DAI 3 AI 10 ANNI

Discesa Befana 2018

Discesa Befana 2018

Torna in città la Festa della Befana nel giorno dell’Epifania, domenica 6 gennaio 2019, con un programma ricco di iniziative, organizzate dall’Amministrazione del Legato Albani in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, che si terranno negli spazi di Collegio Raffaello.

La novità di questa edizione è la consegna di tanti ricchi doni a tutti i bambini dai 3 ai 10 anni residenti nel territorio comunale, recuperando, in una formula rinnovata, una tradizione del passato che tanti adulti urbinati ancora ricordano con piacere.
Per l’occasione, è stata inviata a ogni bambino una lettera di invito con indicati l’orario e il luogo in cui avverrà la consegna dei regali da parte della Befana in base alle fasce di età. In particolare: dalle 10 alle 11 sono attesi i bambini di 7 anni nella Sala Raffaello e i bambini di 8 anni nella Sala degli Incisori; dalle 11 alle 12 potranno ritirare i doni i bambini di 9 anni nella Sala Raffaello e i bambini di 10 anni nella Sala degli Incisori; poi nel pomeriggio dalle 15 alle 16 avverrà la consegna per i bambini di 3 e 4 anni nella Sala Raffaello e per i bambini di 5 e 6 anni nella sala degli Incisori.

La divisione in fasce di età è stata organizzata per consentire lo svolgimento dell’iniziativa in sicurezza e serenità per tutti i bambini e le loro famiglie.
Ogni bambino dovrà ricordarsi di portare con sé la lettera che ha ricevuto per poter ritirare il dono da parte della Befana. I bambini residenti nel Comune di Urbino che non l’avessero ricevuta entro il 6 gennaio, a causa di un ritardo nella consegna, possono comunque presentarsi al momento del ritiro dei doni indicando il proprio nome e cognome; chi non potrà essere presente il giorno dell’Epifania potrà ritirare il pacco nei giorni successivi presso la segreteria del Legato Albani al Collegio Raffaello mostrando la lettera ricevuta.

Come tradizione, poi, la festa proseguirà a partire dalle 15.30 con il concorso “Vinca il più dolce” nella sezione adulti e bambini, a cura della Contrada del Duomo, nel cortile di collegio Raffaello.

ChokoBefana Gradara, la Befana più dolce che ci sia!

ChokoBefana

ChokoBefana Gradara

A Gradara il 2019 non poteva che partire con tante nuove e dolci iniziative…dalla scoperta delle magiche storie del castello accompagnati da un allegro Giullare, alla ricerca dell’amore di Paolo e Francesca tra grotte e torri, passando per il magico palazzo delle Fiabe Stagionate.

“Riusciremo a stupire anche le persone più esigenti – dichiara il sindaco di Gradara Filippo Gasperi – grazie infatti alla collaborazione tra Amministrazione Comunale, Gradara Innova e Proloco di Gradara abbiamo pensato che ci piace davvero vedere tanti bambini e famiglie divertirsi tra le vie del nostro borgo, così non ci siamo risparmiati durante queste festività e, oltre ai percorsi già in programma, abbiamo deciso di organizzare un super week-end della Befana!!”.

“Gradara con queste iniziative si conferma una destinazione che promuove il turismo per famiglie – afferma il consigliere regionale Andrea Biancani – La Festa della Befana è una ricorrenza molto amata dai bambini e potrebbe diventare un appuntamento importante per tutto il territorio”.

Il 5 gennaio si inizia smaltendo un po’ di calorie con la EPIFANIC-Ciocco passeggiata, una passeggiata pomeridiana facile e gustosa con finale in dolcezza per salutare le Feste con cioccolatosa armonia e benessere in Natura attraverso i sentieri di Gradara e del Parco San Bartolo; sempre sabato 5 alle ore 17 presso il teatro comunale è in programma LA BEFANA SI FA BELLA, un laboratorio per bambini e lettura scenica dal libro “La Befana… senza calze” di Giovanna Renzini, a cura di Jader Baiocchi, Flora De Pasquale e Franco Revelli.

“Non dimentichiamoci che il 6 gennaio a Gradara il carbone sarà bandito – prosegue l’assessore Mariangela Albertini – perché arriverà la CHOKOBEFANA la Befana più dolce che ci sia! Alle ore 15.00 partenza per una fantastica e divertente “caccia al tesoro” per le vie del borgo, dimostrazioni e laboratori gustosi a base di cioccolato per grandi e piccoli e letture animate come UNA BEFANA MOLTO FASHION al Teatro Comunale. Così il ritorno a scuola e al lavoro sarà sicuramente più dolce”.

“Vorrei esprimere infine un ringraziamento particolare a tutte le associazioni del territorio che si sono impegnate con premura alla realizzazione di questo splendido calendario in occasione delle festività natalizie – conclude Filippo Gasperi – per questo festeggeremo insieme questo nuovo anno presso la Chiesa di San Giovanni Battista, nel centro storico, con una Santa Messa alle ore 16.00 a cui seguirà e alle 17.00 il consueto Concerto dell’Epifania promosso dal Coro di San Giuseppe e Piccolo Coro di Gradara. Vi aspettiamo a Gradara!!”

Per informazioni e prenotazioni
Gradara Innova tel. 0541,964673, 331.1520659, info@gradarainnova.com, www.gradarainnova.it
Pro Loco Gradara tel. 0541.964115, 340.1436396, info@gradara.org, www.gradara.org. Per vedere il programma completo delle iniziative a Gradara da oggi fino all’Epifania clicca qui.

Sant’Andrea in Villis pronta per ospitare la festa della Befana

Tanti regali, musica, giochi e divertimento per la 31esima edizione della festa della Befana organizzata dall’Acli di Sant’Andrea in Villis. Confermata la nuova location che lo scorso anno ha rappresentato la principale novità: dalla piazza di Fenile, dove l’evento si è svolto per diversi anni, si è tornati alla storica location di Sant’Andrea in Villis.

“Le calde ed accoglienti sale dell’Osteria del Pisello si sono rivelate ideali per ospitare la festa ed abbiamo deciso di proseguire su questa strada – spiega il presidente dell’Acli Giuseppe Tallevi – d’altra parte la festa è nata 31 anni fa alla chiesa di quartiere ed è cresciuta tanto nel tempo, fino a spostarsi a Fenile per radunare centinaia di bambini”.

Sarà proprio l’Osteria del Pisello ad ospitare l’evento che è uno dei più longevi in Provincia ed ha come suo punto forte la distribuzione dei regali a tutti i bambini, consegnati direttamente dalle mani della Befana, che come tradizione farà il suo arrivo in calesse per trascorrere un pomeriggio in allegria con tutti i presenti. Non mancherà inoltre la presenza di un altro personaggio amato da grandi e bambini, Babbo Natale, che affiancherà la simpatica vecchina nell’intrattenimento dei presenti.

La festa inizierà alle 15.30 con disegni, lettere e poesie, per proseguire con la benedizione del parroco don Giuseppe Tintori, a cui seguiranno musica, canti, balli e giochi. Alle 16.30 l’attesa distribuzione di doni ai piccoli, per passare ad un momento di condivisione tra nonni e giovani ed alla premiazione di disegni e poesie. Infine alle 18.45 si svolgerà l’estrazione della lotteria di beneficenza e solidarietà, il cui ricavato andrà in favore dell’Oasi dell’accoglienza, della parrocchia di Fenile e dell’associazione Apito don Paolo Tonucci.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>