False sponsorizzazioni alla società di volley per 150mila euro: nei guai imprenditore locale

Il Tribunale di Urbino

Il Tribunale di Urbino

URBINO – Fatture false per quasi 150mila euro. Per la precisione 144.000, per sponsorizzare la Robur Tiboni Urbino Volley. L’imputato è un imprenditore di mobili, presente all’udienza – racconta il Ducato online – che, però, è stata rinviata al 13 dicembre prossimo.

Nel 2010 la Chateau D’Ax era lo sponsor della squadra di volley che militava in Serie A1. Ed è proprio ad allora che, secondo l’accusa, chiese all’azienda – azienda sua cliente – di contribuire alle sponsorizzazioni. In seguito a un’indagine sui movimenti di denaro della società- si legge sempre sul Ducato – sono state riscontrate delle irregolarità ed è stato trovato un libretto di cassa scritto a mano, con appuntate entrate e uscite della Robur Tiboni. In questo libretto risultava che il suocero dell’allora presidente del club di pallavolo – esterno ad essa – avrebbe ritirato dei soldi dal conto corrente societario. Sempre secondo quanto emerso dagli appunti sul libretto, ritrovato a casa dell’uomo, questi soldi sarebbero poi stati restituiti – in contanti – all’azienda.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>