Vis Pesaro, a casa della Fermana finisce 0-0: punto prezioso per la salvezza

di 

24 marzo 2019

FERMANA – VIS PESARO 0-0
FERMANA (3-5-2): Marcantognini; Scrosta, Comotto, Sarzi Puttini; Misin, Fofana (38′ st Marozzi), Giandonato (16′ st Grieco), Urbinati (38′ st Soprano), Sperotto; Lupoli (27′ st Zerbo), Malcore (16′ Van Der Heijden). A disp. Valentini, Guerra, Nepi, Otranto, Pavoni, Contaldo, Cardinali. All. Destro
VIS PESARO (3-5-2): Tomei; Rocchi (36′ st Pastor), Paoli, Gennari; Petrucci, Gaiola, Botta, Ivan (36′ st Tessiore), Hadziosmanovic (15′ st Rizzato); Guidone, Voltan (29′ st Lazzari). A disp. Bianchini, Stefanelli, Testoni, Romei, Briganti, Buonocunto, Sabattini. All. Colucci
ARBITRO: Cosso di Reggio Calabria
NOTE: giornata primaverile, terreno di gioco non in perfette condizioni, spettatori circa; ammoniti Urbinati, Rocchi, Petrucci; angoli 4-2, recupero 2+5

FERMO – La Vis coglie un buon punto a casa della Fermana. Non bello il 56esimo derby della storia, anche se intenso. E alla fine della giostra è un buon punto per i ragazzi di Colucci che muovono la classifica.

Vis partita forte, sotto il punto di vista del palleggio. Supremazia territoriale che però non si concretizza in occasioni. Il primo tiro verso la porta di Marcantognini è di Gaiola dopo il quarto d’ora, anche se la sfera finisce alta e larga. Ancora Gaiola al 33′, con un tiro bloccato da Marcantognini. Proteste vissine al 22′, con Petrucci – assistito da un ottimo Ivan – che cade a contatto con Sarzi Puttini però l’arbitro fa proseguire. Anche sul corner seguente Gennari lamenta una maglia allungata ma ancora si gioca. Così come si gioca poco dopo sulla caduta in area di Urbinati, ammonito per simulazione.

La Vis fa la partita ma la Fermana dà lezioni di cinismo, affacciandosi due volte nella metà pesarese che corrispondono ad altrettante occasioni. La prima al 45′, con una bella discesa di Sperotto a sinistra che viene raccolta da Fofana, palla spazzata al limite dove c’è Lupoli su cui si immola Gennari. L’azione continua con un liscio clamoroso di Rocchi che libera due giocatori canarini, Lupoli appoggia in rete il tiro sbagliato di Malcore ma fortunatamente è fuorigioco. Che rischio. Come sulla successiva punizione dal limite di Giandonato appena alta. Così come alta era stata la conclusione di Lupoli poco prima.

La ripresa? Si parte con un tiro di Ivan appena alto. Poi Rocchi rischia l’inverosimile con Lupoli. Bell’azione Gaiola per Guidone salva Scrosta. Le occasioni latitano. Per vedere una parata bisogna attendere il 33′ della ripresa, quando Tomei è ben appostato sul colpo di testa di Comotto sul terzo corner. Sulla ribattuta Rocchi stavolta è bravo a salvare su Urbinati. Unico sussulto del derby numero 56 che termina senza vincitori né vinti. Alla Fermana va bene ma anche alla Vis, che torna a muovere la classifica e a mantenere la porta inviolata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>