ColleMar-Athon 2019 ai blocchi di partenza: presentata la 17^edizione della maratona dei valori del 5 maggio

di 

6 aprile 2019

Presentazione ColleMar-Athon 2019

Presentazione ColleMar-Athon 2019

FANO – Di maratone ce ne sono tante ma questa, senza ombra di smentita, è unica. Unica perché parte dalla collina e arriva al mare. Unica perché attraversa due vallate, 5 comuni e altrettanti borghi storici con scorci mozzafiato. Unica perché è la sola che si corre in tutta la Regione. Unica perché ogni anno regala storie da raccontare, emozioni e sensazioni che le hanno fatto acquisire di diritto il soprannome di “Maratona dei Valori”.

Domenica 5 maggio torna la ColleMar-athon, corsa podistica giunta alla 17esima edizione che come consuetudine prevede la partenza dalla Porta Rinascimentale di Barchi con i runner (oltre 600 quelli già iscritti, più di mille quelli attesi) che attraverseranno i borghi storici di Mondavio, Orciano, San Giorgio di Pesaro, Piagge, Cerasa di San Costanzo e San Costanzo fino ad arrivare al traguardo che per il secondo anno consecutivo non sarà sul lungomare (dove comunque i podisti transiteranno negli ultimi chilometri) bensì nella splendida cornice della Rocca Malatestiana di Fano.

Contestualmente alla maratona sarà riproposta anche l’Half ColleMar-athon, la mezza maratona che prenderà il via dal Municipio di Mondolfo e arriverà anch’essa a Fano dopo aver attraversato il comune di San Costanzo.

Prima dell’avvento di Terre Roveresche che ha fuso tra loro Barchi, Orciano, Piagge e San Giorgio di Pesaro, erano sette i comuni toccati dalla Colle, a dimostrazione che l’unione fa la forza come confermano i numeri della macchina organizzativa che parlano di 500 volontari e collaboratori che domenica 5 maggio saranno impegnati lungo i 42,195 chilometri di percorso della maratona e i 21,097 della mezza maratona, in rappresentanza di 12 proloco e 20 associazioni sportive alle quale vanno aggiunte Protezione Civile, forze dell’Ordine, servizio di assistenza medica, enti e onlus che come sempre fanno della ColleMar-athon un evento sociale di sensibilizzazione su temi importanti come la donazione di sangue (Avis), la lotta al mieloma (Ail) e l’autonomia, la scolarizzazione e l’integrazione dei popoli più emarginati (Urukundo).

La ColleMar-athon, riconosciuta dalla Federazione tra le dieci maratone più belle dello stivale, è una delle poche in linea, vale a dire con partenza e traguardo situati in due luoghi diversi e questo comporta uno sforzo organizzativo notevole. A dare un contributo e a svolgere un ruolo fondamentale sono le istituzioni che sostengono e patrocinano l’evento: dalla Regione Marche alla provincia di Pesaro-Urbino fino alle amministrazioni dei comuni coinvolti che tra l’altro hanno avviato un percorso di gemellaggio sportivo/culturale con Chattanooga, cittadina del Tennessee dalla quale anche quest’anno arriveranno una decina di podisti.

Grazie al vicepresidente dell’assemblea legislativa Renato Claudio Minardi, la ColleMar-Athon già da due anni è stata inserita tra le 12 manifestazioni sportive regionali più importanti che fanno da traino per lo sviluppo del territorio e del turismo e nel 2018 è stata riconosciuta tra gli eventi di maggior prestigio della Regione Marche, tanto da essere stata presentata lo scorso febbraio alla Bit di Milano.

“La maratona dei valori ColleMar-athon – afferma il vice Presidente del Consiglio regionale, Renato Claudio Minardi – è tra i grandi eventi sportivi delle Marche. La sua formula originale ne decreta ogni anno il successo. Grazie al lavoro degli organizzatori e dei tanti volontari, questo evento è diventato un appuntamento di competizione sportiva rivolta anche alle famiglie che valorizza lo sport e i suoi valori, la bellezza del patrimonio paesaggistico e culturale della Regione Marche. I grandi eventi sportivi sono una occasione straordinaria di richiamo per turisti alla ricerca di un’autentica esperienza di sport, cultura e benessere”.

Oltre agli americani, attesi anche per la 17esima edizione tanti atleti stranieri, che saranno a Fano e dintorni già dai giorni prima, a dimostrazione di quanto la Maratona dei Valori sia sempre di più occasione di turismo e promozione del territorio, caratteristiche enfatizzate ancora di più dall’App ufficiale della ColleMar-athon, ideata lo scorso anno e riproposta a grande richiesta, che permette con un semplice click di avere tutte le informazioni utili (è scaricabile gratuitamente tramite Google Play o Play Store) e dalla traduzione in inglese e in arabo del sito www.collemar-athon.com, opera questa degli studenti del Nolfi/Apolloni con il supporto della professoressa Stefania Binucci.

E il coinvolgimento delle scuole è da sempre una valore aggiunto della Colle: oltre agli studenti della 4°A della sezione di Arti Figurative del liceo Artistico Apolloni di Fano (Istituto Nolfi/Apolloni) che hanno tradotto il sito e realizzato la medaglia e che saranno presenti alle premiazioni (alla studentessa ideatrice del bozzetto Chaimaa El Aoudi il compito di metterla al collo dei vincitori), si aggiungono quelli dell’istituto Padalino che si aggregheranno alla carovana in partenza da Barchi e correranno fino a Piagge per poi salire su un pullman e raggiungere Fano. La loro performance non passerà sicuramente inosservata: i circa 80 runner infatti (compresi alcuni insegnanti e alcuni studenti del Nolfi/Apolloni), indosseranno una maglietta rosa con scritto “Ridateci il rosa, una corsa per le donne” per lanciare un messaggio contro la violenza sulle donne.

La vera forza della ColleMar-athon anche quest’ano sarà dunque la sinergia tra le varie realtà del territorio senza dimenticare però le partnership private (locali e nazionali) che negli anni hanno permesso di far raggiungere alla Maratona un livello qualitativo importante. Polar, Asics e King Sport ad esempio, che anche quest’anno hanno confermato il loro supporto all’evento al pari di tante realtà imprenditoriale che hanno la loro sede a Fano come Profilglass, azienda che quest’anno ha messo anche a disposizione la propria sede per la conferenza di presentazione.

“Noi di Profilglass – afferma Laura Paci – siamo da sempre convinti che lo sport sia portatore di valori positivi e fin dall’inizio abbiamo creduto nel potenziale della ColleMar-athon, un appuntamento imperdibile per chi ama lo sport all’aria aperta e uno straordinario strumento per far conoscere le bellezze del nostro territorio. Quest’anno siamo felici di ospitare il calcio d’inizio dell’evento, a cui partecipa anche una nutrita rappresentanza del nostro staff e di poter manifestare il nostro sostegno, a tutto tondo, verso le realtà sportive della nostra città che con il loro lavoro promuovono i valori di aggregazione e sana competizione in cui ci riconosciamo”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>