Nuova scuola di via Lamarmora, lavori ultimati entro settembre. Ricci: “A gennaio alunni nelle aule”

di 

18 aprile 2019

PESARO – «Il top del top». Matteo Ricci definisce così la nuova scuola media di via Lamarmora, entrando con il caschetto nel cantiere. Con lui l’assessore Enzo Belloni e l’architetto comunale Margherita Finamore, insieme alle ditte impegnate sul campo. «I lavori vanno avanti spediti: siamo al 60 per cento. La struttura è fatta. Quasi ultimata l’impiantistica meccanica. Già pronte le tamponature esterne e installati i controtelai. Si sta lavorando sulle murature a secco e sull’impermeabilizzazione del tetto. Dove sarà predisposto il fotovoltaico nella parte centrale, con zone verdi ai lati», confermano i tecnici. In base al cronoprogramma, la scuola sarà ultimata entro settembre. Poi i collaudi e le certificazioni: «L’obiettivo è fare entrare i ragazzi a gennaio. Abbiamo già messo a bilancio 200mila euro per gli arredi», sottolinea il sindaco, sostando davanti al futuro atrio a doppio volume, comprensivo di gradinata.

«Un edificio bellissimo, ecosostenibile. Con mensa, biblioteca, sala multimediale, riscaldamento di ultima generazione. Su cui abbiamo ottenuto anche un contributo del Gse di 816mila euro. E pensare che quando venne Gentiloni a mettere la prima pietra, i detrattori dissero che non si sarebbe fatto più niente. E invece la scuola c’è. Giusto per ricordarlo», rimarca Ricci. Nel cantiere si va avanti con il controllo del flusso produttivo, «anche per il riciclo dei rifiuti». Non solo. Il Comune sta predisponendo il progetto definitivo per la nuova palestra (due milioni e mezzo con fondi regionali), «che avrà anche l’omologazione del Coni per la pallacanestro». Lavori nel 2020. In più, «dalla demolizione della vecchia Olivieri ricaveremo ulteriori risorse dal Gse per la diminuzione dei volumi e l’efficientamento energetico. Nascerà uno spazio civico per il quartiere a destinazione sociale. Oltre a un parcheggio». Così, tra nuova scuola media, palestra ed elementare Manzi «prenderà forma un piccolo Campus. Ragioneremo sulla viabilità, ma via Lamarmora potrà essere quasi una piazza rispetto al resto», conclude il sindaco.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>