I sindacati di polizia locale scrivono a Matteo Ricci: “Allibiti per le sue affermazioni su Sky circa le funzioni della polizia locale”

di 

20 aprile 2019

Nicola Burbuglini (RSU Diccap), Marco Gagliardi (coordinatore Regionale Sulpl)

PESARO – Lettera al sindaco di Pesaro sulle funzioni di polizia locale da parte della Segreteria Regionale dei sindacati di polizia locale Diccap e Sulpl

Egregio sig. Sindaco
A nome dei Sindacati maggiormente rappresentativi della Polizia Locale in Italia ci sentiamo in dovere di replicare alle sue “stravaganti” affermazioni circa le funzioni degli Operatori della Polizia Locale, da lei esplicitate e travisate durante un dibattito sulla sicurezza, sull’emittente televisiva Sky in data 18 aprile u.s..
Siamo rimasti esterrefatti, allibiti ma è più giusto dire indignati dalle madornali assurdità da lei asserite in trasmissione che denotano non solo una totale ignoranza del ruolo e dei compiti della Polizia Locale in generale ma anche una profonda inconsapevolezza di come è organizzata la SUA Polizia Locale; fatto ancor più grave se esplicitate dal massimo esponente politico dell’Ente.
Forse la sua memoria è rimasta ferma al “vigile urbano” degli anni 70 con blocchetto di verbali alla mano, o forse ha confuso la figura del Poliziotto Locale con quella degli ausiliari della sosta. Eppure ci sembra strano che un laureato in Scienze Politiche ignori l’art. 57 del cpp che
assegna agli Operatori di Polizia Locale funzioni di Agenti e Ufficiali di Polizia Giudiziaria… (è troppo a questo punto citarle anche l’art. 5 della Legge n. 65 del 7.3.1986?).
Ci chiediamo inoltre se lei conosce le attività dell’ufficio di Polizia Giudiziaria della Polizia Locale di Pesaro e gli arresti fatti in passato o addirittura se ha mai messo piede al Comando di Pesaro.
Non ce ne voglia, ma ci sentiamo in dovere di darle una pessima notizia: la Polizia Locale può arrestare gli spacciatori, i ladri, gli assassini o tutti quelli che commettono un reato per il quale il Codice Penale prevede l’arresto; anzi precisiamo: DEVE! Sennò commette un’omissione.
Ci perdoni l’ironia ma non crediamo affatto nella sua ignoranza, quanto nella sua malafede. Lei ha giocato con la professionalità e le competenze di un’intera Categoria per i suoi spot politici/elettorali, solo per dare contro all’avversario politico, incurante di trascinare una Forza di
Polizia, e tutti i suoi Operatori, nel tritacarne mediatico.
Lei è responsabile della sicurezza nel suo comune, tramite la Polizia Locale, non solo di far quadrare il bilancio con le “multe” e non cerchi alibi scaricando colpe sul Ministero dell’Interno, solo oggi che è in campagna elettorale (col Governo di un altro colore non era per caso lei che sbandierava le telecamere per individuare le auto rubate?).
Riteniamo sig. Sindaco che lei abbia il preciso dovere di chiedere formalmente scusa agli Operatori di Polizia Locale del suo Ente e di tutta Italia per le sue scellerate affermazioni che incidono pesantemente sulla credibilità di una Categoria già abbondantemente (e a torto) bistrattata.
Cordiali saluti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>