Vis Pesaro – Rimini, molto più di un derby. Alle 18.30 al Benelli ci si gioca la salvezza

di 

28 aprile 2019

PESARO – 40 punti Vis Pesaro, 37 punti Rimini e terzultimo posto che contrassegna la soglia playout delimitato ai 38 punti di Renate e Virtus Verona. Una condizione di classifica a 180 minuti dalla bandiera a scacchi che suggerisce come Vis Pesaro – Rimini di oggi (ore 18.30) sarà molto più di un derby. Ci si gioca la salvezza: quella che la Vis si metterebbe in tasca con una vittoria, quella che in caso di una altro risultato andrebbe ridiscussa a Gorgonzola, casa della Giana Erminio, nell’ultima di campionato del 5 maggio. C’è dunque una differenza enorme tra vincere e non vincere, ma c’è anche una differenza abissale tra pareggiare e perdere. Perché il Rimini, penultimo, non ha altra scelta di provare a vincere al Benelli per provare a salvarsi. E se vince raggiunge la Vis a quota 40, ma in automatico la supererebbe per il vantaggio negli scontri diretti che maturerebbe (all’andata, al Neri, finì 1-1 con Petrucci a replicare al rigore di Candido).

Obiettivi di classifica di piramidale importanza che si mettono in cima ad uno dei derby più sentiti: il 57esimo Vis-Rimini che torna al Benelli dopo 14 anni e che la Vis non vince dall’apoteosi di Arezzo della finale playoff di C2 dell’11 giugno 2000.

Da Rimini arriveranno 319 tifosi, a Pesaro si cerca di riempire tutti i 2500 seggiolini disponibili ai padroni di casa in quella che sarà la terza e ultima Giornata Biancorossa della stagione. Alle 15.30 riaprono i botteghini dello stadio: sono ancora disponibili biglietti nel Prato, in Tribuna Centrale e Laterale.

L'esultanza di Petrucci dopo il gol dell'andata a Rimini

L’esultanza di Petrucci dopo il gol dell’andata a Rimini

Le probabili formazioni (ore 18.30):

VIS PESARO (3-4-1-2): Tomei; Pastor, Briganti, Gennari; Petrucci, Paoli, Botta, Rizzato; Lazzari; Olcese, Guidone. All. Colucci

RIMINI (3-5-2): Scotti; Venturini, Ferrani, Petti; V. Nava, Montanari, Palma, Alimi, Guiebre; Candido, Volpe. All. Petrone

ARBITRO: Marcenaro di Genova

Il programma della 37^giornata (ore 18.30):

Pordenone – Giana Erminio, Triestina – Teramo, Ternana – Ravenna, Vis Pesaro – Rimini, Vicenza – Fano, Renate – FeralpiSalò, Sambenedettese – Gubbio, Virtus Verona – Albinoleffe, Imolese – Sudtirol, Monza – Fermana.

CLASSIFICA:

Pordenone 69; Triestina 64; Imolese, FeralpiSalò 58; Sudtirol 55; Monza, Ravenna 54; Fermana 47; Vicenza 45; Sambenedettese 44; Teramo 42; Giana Erminio, Gubbio 41; Vis Pesaro, Albinoleffe, Ternana 40; Renate, Virtus Verona 38; Rimini 37; Fano 35

Ultimo turno, domenica 5 maggio alle 15:

Giana Erminio – Vis Pesaro; Fano – Triestina; Albinoleffe – Vicenza; FeralpiSalò – Pordenone; Gubbio – Virtus Verona; Fermana – Sambenedettese; Ravenna – Imolese; Sudtirol – Monza; Rimini – Renate; Teramo – Ternana

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>