AMI, l’assemblea dei soci approva il bilancio di esercizio 2018. Numeri importanti e impegno per la green mobility

di 

30 aprile 2019

URBINO – L’assemblea dei soci di AMI, l’azienda di trasporto pubblico di Urbino, ha approvato all’unanimità il bilancio di esercizio 2018 che è stato chiuso, per il 13° anno consecutivo, con un segno positivo pari ad un utile di 314.518 euro.

Il valore complessivo della produzione è cresciuto a 22,8 milioni di euro, a fronte circa 7 milioni di chilometri percorsi; il numero medio dei dipendenti ammonta a 241 unità, con una erogazione complessiva per la retribuzione degli stessi, fra remunerazione diretta ed indiretta, di circa 11.504.000 euro. I mezzi utilizzati per l’erogazione del servizio nell’anno sono stati 207 e la vetustà media aziendale è di circa 13 anni.

“AMI è un’azienda in ordine sotto il profilo dei conti – ha spiegato il presidente Luciano Balducci – e per tale motivo è una realtà capace di guardare al futuro con ottimismo e soprattutto con un occhio particolare all’ambiente”. Proprio quest’ottica, nel 2018 è proseguita l’operazione di ammodernamento della flotta, anche grazie al cofinanziamento dello Stato e della Regione Marche: AMI ha messo in esercizio 17 autobus di media e grande dimensione, molti dei quali alimentati a metano e tutti di categoria Euro 6 a bassissime emissioni.

“Nel corso di quest’anno – ha aggiunto Balducci – acquisteremo altri 21 autobus, arrivando a rinnovare quasi un quarto del nostro parco mezzi”. L’azienda, inoltre, ha attrezzato i nuovi mezzi di sistemi di videosorveglianza e non solo, sistemi per il trasporto di biciclette e sta pianificando, di concerto con la Regione Marche e con i Comuni, nuove tipologie di servizi “turistici e a chiamata” per soddisfare le esigenze di tutti e “dare così un ulteriore impulso economico al nostro bilancio”.

“Innovazione e sostenibilità sono oramai fattori imprescindibili di competitività che si mixano con parametri ed elementi di natura economica – ha sottolineato il direttore generale di AMI, Massimo Benedetti, presentando il bilancio 2018 -. Vogliamo essere all’avanguardia dal punto di vista tecnologico e al tempo stesso green, per cui stiamo valutando l’introduzione di mezzi elettrici in particolari contesti, oltre a potenziare la flotta a metano oramai attestatasi ad oltre il 25% sul totale dei veicoli”. “Sostenibilità per noi vuol dire attenzione all’ambiente e anche rispetto dei diritti dei lavoratori e governance trasparente – ha concluso -. Riteniamo infatti che in futuro la sostenibilità, al pari dei risultati economici, sia l’elemento che possa garantire una posizione di business competitiva nel tempo”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>