Commercio e somministrazione alimenti e bevande. In arrivo finanziamenti a fondo perduto per i negozi

centro storico di euro a favore della riqualificazione e valorizzazione delle imprese commerciali, settore che più di altri ha patito gli effetti della crisi. Per queste imprese infatti la Regione Marche ha approvato il Bando per gli Incentivi alle Imprese Commerciali relativo alla L.R. 27/09. Un contributo che quest’anno è pari al 20% (rispetto al 15% del 2018) della spesa ammissibile.

Lo comunica la CNA di Pesaro e Urbino e la Società cooperativa di credito e consulenza alle imprese Confidi unico regionale Uni.co che a tal riguardo precisano che nel bando è stato inserito anche un nuovo punteggio per le imprese che sono subentrate ad esercizi commerciali dopo il primo gennaio 2018.

Ma vediamo meglio cosa prevede il bando. “Le risorse totali – spiegano CNA ed Uni.co – sono pari a 1 milione di euro suddivisi in 800.000 euro per le imprese commerciali nei Comuni sopra i 5.000 abitanti e 200.000 euro per le imprese commerciali nei Comuni sotto i 5.000. I soggetti beneficiari sono: a) micro, piccole e medie imprese commerciali di vendita al dettaglio; b) micro, piccole e medie imprese di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande”.

CNA ed Uni.co illustrano poi i tipi di intervento ammissibili: ristrutturazione, manutenzione ordinaria e straordinaria nonché ampliamento dei locali adibiti o da adibire ad attività commerciale (le spese relative al deposito merci nonché gli uffici non sono ammissibili a contributo anche se il deposito/ufficio è contiguo all’unità locale). Ed ancora attrezzature fisse e mobili strettamente inerenti l’attività di vendita e/o di somministrazione di alimenti e bevande (le spese per allestimento di veicoli non sono ammesse). E poi arredi inerenti l’attività di vendita e/o somministrazione di alimenti e bevande (ad eccezione di complementi di arredo, suppellettili e stoviglie, e quant’altro non strettamente funzionale all’attività da incentivare).

“Come detto – spiegano CNA ed il Confidi Uni.co – l’entità dell’aiuto è sotto forma di contributo a fondo perduto ed è fissato nella misura del 20% della spesa ammissibile. La spesa ammissibile, al netto di IVA, non può essere inferiore a € 15.000 euro e superiore a 60.000. Tutte le spese devono essere di nuova fabbricazione. Tra le spese ammissibili anche i progetti realizzati a partire dal I° gennaio 2018″.

Attenzione: le domande vanno presentate entro il 10 giugno 2019. Per informazioni: Francesca Alessandroni: 0721-426156

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>