F.1. Mercedes stratosferica anche in Spagna. Hamilton vince davanti a Bottas. Ferrari fuori dal podio

Hamilton e Bottas come in pista anche sul podio ...aspettano i rivali

Hamilton e Bottas come in pista anche sul podio …aspettano i rivali

MONTMELO’ (Barcellona)- Quinta doppietta consecutiva per la Mercedes, a Montmelò vince Lewis Hamilton davanti a Valtteri Bottas, ieri poleman record, oggi bruciato al via dal compagno, in una giornata di grazia delle sue. Terzo gradino del podio per la Red Bull di Max Verstappen, sprofonda la Ferrari, fuori dal podio con Vettel quarto e Leclerc quinto. Basterebbero queste poche righe per spiegare cosa è successo oggi in Spagna nel quinto appuntamento del Mondiale F.1 2019, ma va reso onore alla Mercedes ed ai suoi due piloti che stanno dominando in modo strabiliante questa prima fase di campionato e se il buongiorno si vede dal mattino possiamo affermare il tutto il mondiale. Siamo di fronte ad uno strapotere dell’armata anglo-tedesca dominatrice assoluta dell’era turbo-ibrida, per sintetizzare questo dominio che sembra ben lontano dal termine, usiamo le parole di Hamilton sul podio :“…Stiamo scrivendo la storia”. A questo punto lasciamo da parte statistiche, punteggi e distacchi, la Mercedes sta volando verso il suo ennesimo titolo, con un’unica possibilità di variante, quella di decidere se continuare ad appoggiare Hamilton nella sua scalata alla gloria assoluta o lasciare spazio a Bottas per una meritata cavalcata verso il successo del “gregario” di lusso finlandese.

Ferrari. Profondo Rosso, pardon nero per il Team di Maranello, oggi il quarto posto di Vettel ed il quinto di Leclerc, sanno di resa, vista l’incapacità di lottare concretamente anche contro una Red Bull a differenza loro in crescita ed un Verstappen finalmente maturato. Ma soprattutto il segnale che è e sarà una stagione da dimenticare, viene da quell’affanno e stato confusionale dimostrato anche oggi tentando improbabili strategie e gestione di gara dei piloti nel vano tentativo di rimediare ad un qualcosa di sbagliato che viene molto probabilmente dalla base cioè dal progetto della SF90.  A questo punto per salvare parzialmente la faccia, per il bene della F.1, del suo business e soprattutto dei fans della Rossa, oltre che onorare il blasone del Cavallino, c’è solo da augurarsi che Binotto e tutto il team riescano a reagire, per puntare a qualche risultato parziale. Di più a questo punto dopo cinque doppiette consecutive della Mercedes è difficile aspettarsi di più, salvo sorprese che sinceramente sembrano essere come pretendere di vincere la lotteria senza comperare il biglietto.

Hamilton come lo hanno visto oggi gli avversari

Hamilton come lo hanno visto oggi gli avversari

La Top Ten. Dimostra di meritare la Red Bull, Pierre Gasly, il giovane francese dopo un’ottima qualifica chiude al sesto posto, dopo aver …infastidito la Ferrari di Leclerc. Settimo posto per la Haas di Magnussen, dopo che il danese ha rischiato una lotta fratricida, assurda e spreca punti con il compagno Grosjean, che lo ha relegato al decimo posto. Ottavo posto per l’idolo di casa Carlos Sainz, il pilota della McLaren è stato sospinto dalla tribuna “arancione” dei suoi fans, in delirio ad ogni sorpasso del loro beniamino. Nono il russo Daniil Kvyat, che come detto ieri dopo l’ottima qualifica, dopo due anni sabbatici, dimostra di meritare il rientro portando punti preziosi alla Toro Rosso.

Fra quindici giorni la F.1 si trasferisce a Montecarlo per il gran premio da sempre più glamour del mondiale, ma oltre ad essere una gara particolare per la location, il toboga monegasco ha spesso livellato le prestazioni oltre a riservare sorprese, vedremo se Ferrari o Red Bull saranno in grado chi di sbancare il “tavolo” Mercedes.

Sempre più lontana la Ferrari

Sempre più lontana la Ferrari

ORDINE DI ARRIVO GRAN PREMIO DI SPAGNA

  • 1- HAMILTON-MERCEDES
  • 2- BOTTAS-MERCEDES
  • 3 -VERSTAPPEN-RED BULL
  • 4 – VETTEL-FERRARI
  • 5 – LECLERC-FERRARI
  • 6 – GASLY-RED BULL
  • 7 – MAGNUSSEN-HAAS-FERRARI
  • 8 – SAINZ-McLAREN-RENAULT
  • 9 – KVYAT- TORO ROSSO
  • 10 – GROSJEAN-HAAS-FERRARI

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>