Mostra Internazionale del Nuovo Cinema, il manifesto della 55esima edizione è firmato da Roberto Recchioni, “la rockstar del fumetto italiano”

di 

15 maggio 2019

PESARO – La 55a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema si terrà a Pesaro dal 15 al 22 giugno, proponendo sempre una ricerca d’avanguardia sul nuovo cinema del presente attraverso il concorso internazionale, la sezione SATELLITE.Visioni per il cinema futuro tutta dedicata al cinema italiano extra-industriale e le altre sezioni ( Evento speciale sui generi cinematografici italiani, personali, omaggi, focus, convegni…).

foto direzioneIl programma completo – costruito da Pedro Armocida, direttore del festival, seguendo le linee editoriali del comitato scientifico composto anche da Bruno Torri (presidente), Laura Buffoni, Andrea Minuz, Mauro Santini, Boris Sollazzo,  Gianmarco Torri e Walter Veltroni – sarà presentato a Roma venerdì 7 maggio.

Oggi viene svelato il manifesto, la cui illustrazione è stata affidata a Roberto Recchioni, romano, sceneggiatore e soggettista per il fumetto e il cinema, illustratore, critico cinematografico, personalità web. La sua principale occupazione è l’arte sequenziale ed è stato definito “la rockstar del fumetto italiano”. È direttore di Dylan Dog.

L’elaborazione grafica del manifesto è a cura di COMMUNICATION LAB – Pesaro.

Bozzetto manifesto Roberto Recchioni

Quest’anno l’illustrazione del manifesto, in linea con la retrospettiva sul cinema di genere italiano, è stata affidata a Roberto Recchioni, romano, classe 1974, sceneggiatore e soggettista per il fumetto e il cinema, illustratore, critico cinematografico, personalità web. La sua principale occupazione è l’arte sequenziale ed è stato definito “la rockstar del fumetto italiano”. Ha scritto e scrive personaggi iconici come Tex, Diabolik e Topolino e ha creato John Doe e Detective Dante (assieme a Lorenzo Bartoli), Battaglia, David Murphy: 911, e la serie di Orfani. Da alcuni anni è il direttore di Dylan Dog, la creatura di Tiziano Sclavi pubblicata dalla Sergio Bonelli Editore. Mater Morbi (Bonelli-Bao), Chambara – la via del samurai (Bonelli-Bao) , Asso (NPE), Ammazzatine (NPE), Le Guerre di Pietro (BD), Ucciderò ANCORA Billy the Kid (BD), Monolith (da cui è stato tratto un film) e La Fine della Ragione (Feltrinelli) le sue graphic novel. Ha curato per le Edizioni Star Comics la collana Roberto Recchioni presenta: I Maestri dell’Orrore, dell’Avventura e del Mistero. Si è occupato dell’ideazione, della sceneggiatura e della realizzazione dei fumetti legati ai film Lo chiamavano Jeeg Robot e Smetto Quando Voglio: Masterclass. Ha anche realizzato il primo fumetto legato al ciclo delle Cronache del Mondo Emerso di Licia Troisi. Ha pubblicato i romanzi YA – La battaglia di Campocarne, YA – L’Ammazzadraghi, con Mondadori e Ringo: chiamata alle armi per Multyplayer Edizioni. Ha una rubrica di critica e analisi cinematografica sulla rivista Best Movie, e una di analisi videoludica sulla rivista Playstation Magazine.

ALCUNE ANTICIPAZIONI SUL PROGRAMMA

Il programma completo della 55a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema sarà presentato nel corso delle conferenze stampa a Roma (7 giugno) e a Pesaro (14 giugno)

La 55a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema, che si terrà a Pesaro dal 15 al 22 giugno, propone una ricerca d’avanguardia sul nuovo cinema del presente attraverso il concorso internazionale, con film provenienti da tutte le parti del mondo, e la sezione SATELLITE.Visioni per il cinema futuro tutta dedicata al cinema italiano extra-industriale: «Il tentativo è di dare una panoramica, il più possibile allargata ma inclusiva, agli spettatori che si possono confrontare con opere provenienti da tutto il mondo rispettate anche nei loro formati originali. Da qui nasce la nostra attenzione a lavorare ancora con la pellicola, in tutti i formati, 35mm, 16mm e Super8» dice Pedro Armocida, direttore del festival le cui linee del programma seguono quelle editoriali del comitato scientifico composto anche da Bruno Torri (presidente), Laura Buffoni, Andrea Minuz, Mauro Santini, Boris Sollazzo,  Gianmarco Torri e Walter Veltroni.

Di seguito, le prime informazioni su alcune sezioni della Mostra:

Concorso Pesaro Nuovo Cinema – Premio Lino Micciché

manifestoSezione a concorso con opere prime o seconde in anteprima mondiale, internazionale o italiana, selezionate tra i centinaia di film arrivati al festival e tra quelli presentati in giro per il mondo. Il tentativo è di segnalare le opere cinematograficamente più libere, più nuove, lontane magari anche dall’idea che si ha dei film “da festival”. Due le giurie, quella professionale (confermati Amir Naderi e Andrea Sartoretti) e quella degli studenti.

I primi titoli: Kamagasaki Cauldron War di Leo Sato (Giappone 2018), Nona. Si me mojan, yo los quemo di Camila José Donoso (Cile 2019), That Cloud Never Left di Yashaswini Raghunandan (India 2019), Demons di Daniel Hui (Singapore 2018), Bring Me The Head Of Carmen M. di Felipe Bragança and Catarina Wallenstein (Brasile/Portogallo, 2019)

[Selezione a cura di Pedro Armocida, Paola Cassano, Cecilia Ermini, Anthony Ettorre e Raffaele Meale]

SATELLITE. Visioni per il cinema futuro

Ecco la sezione avanguardistica, panoramica e non competitiva, che vuole scavare e restituire la superficie reale, complessa, imperfetta e indefinita, della produzione audiovisiva italiana a bassissimo budget, extra-industriale. Opere prime e inediti, non necessariamente giovanissimi. Quello che ci interessa non è l’anteprima o l’esclusiva sul mercato dei festival, piuttosto arrivare a mostrare quello che altri spesso non mostrano, solo perché non rientra nelle categorie imposte da un concorso, da un formato, da una durata, da una modalità produttiva.

Uno spazio aperto, si diceva una volta. Uno spazio per opere disomogenee. In questo momento il nuovo cinema, in Italia come all’estero, ha bisogno di aperture, ascolto, spazio per essere visto, prima di tutto, e discusso, anche nei suoi difetti, in un luogo fisico di incontro, al di fuori da quello che è ormai diventato il suo habitat virtuale: il web.

[Selezione a cura di Anthony Ettorre, Annamaria Licciardello, Mauro Santini, Gianmarco Torri]

 Evento speciale:  Il nuovo cinema di genere italiano

In collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale

L’Evento Speciale dedicato al cinema italiano vede quest’anno l’approfondimento del “lato b” della nostra cinematografia. Ossia il cinema di genere nelle sue forme più eterogenee che dalla commedia, genere principe di tutto il nostro cinema, arriva a tutte le sperimentazioni più ardite.

Ad accompagnare la retrospettiva dei film più recenti che hanno lavorato sui generi ci sarà un volume, a cura di Pedro Armocida e Boris Sollazzo, pubblicato da Marsilio che non vuole essere enciclopedico ma profondamente analitico sulle radici del genere nel cinema italiano e, quindi, di come sia stato linfa vitale nei nostri momenti migliori e un’assenza insopportabile in quelli di maggiore crisi.

Alcuni titoli della retrospettiva:

Per un pugno di dollari di Sergio Leone

Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto di Elio Petri

Gatto a nove code di Dario Argento

Milano Calibro 9 di Fernando Di Leo

Banditi a Milano di Carlo Lizzani

Sette note in nero di Lucio Fulci

La notte americana del dottor Lucio Fulci di Antonietta De Lillo

Blow-Up di Michelangelo Antonioni

Regalo di Natale di Pupi Avati

Nirvana di Gabriele Salvatores

L’ultimo capodanno di Marco Risi

Velocità massima di Daniele Vicari

Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti

Non essere cattivo di Claudio Caligari

Tito e gli alieni di Paola Randi

I’m – Infinita come lo spazio di Anne Riitta Ciccone

Song’e Napule di Manetti Bros.

Il primo Re di Matteo Rovere

 Cinema in spiaggia

In collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale

La Mostra accende uno schermo al mare, in spiaggia, proponendo film leggendari del nostro cinema di genere, da Sergio Leone a Elio Petri.

 30 anni di Fuori Orario

In collaborazione con Rai 3

Non è solo la celebrazione, attraverso una serie di ‘pillole’ sparse per tutte i giorni di proiezione del festival, dell’anniversario di 30 anni della trasmissione televisiva notturna di Rai 3 che ha rivoluzionato il modo di vedere i film di intere generazioni di cinefili. È soprattutto un omaggio ‘prospettivo’ con lo sguardo verso il futuro e la proiezione di alcuni film inediti non andati su Fuori orario e visibili solo a Pesaro con, in più, una maratona notturna di immagini “mai viste” e un incontro con tutti gli attuali autori del programma.

 Film di apertura

Omaggio 50 anni dopo Butch Cassidy

Proiezione nella grande arena di piazza del Popolo del cult movie “Butch Cassidy” diretto cinquant’anni fa da George Roy Hill con una delle più belle coppie cinematografiche formata da Paul Newman e Robert Redford. Proprio Steven Spielberg, recentemente dopo aver visto “Green Book” ha detto: «E’ il mio buddy movie preferito dai tempi di “Butch Cassidy and the Sundance Kid”». Che è il titolo originale del film proposto in lingua originale con i sottotitoli.

 Corti in Mostra – Animatori italiani oggi + Personale Roberto Catani

Giunge alla quinta edizione Animatori italiani oggi, rassegna non competitiva curata da Pierpaolo Loffreda e realizzata in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Urbino e di Macerata, e l’Istituto d’Arte Scuola del Libro di Urbino, riservata anche quest’anno alle più recenti opere inventive ed emozionanti realizzate da autori italiani di cinema d’animazione.

CORTI IN MOSTRA propone diversi film brevi e talvolta folgoranti, realizzati da autori giovani, poco più che ventenni, provenienti da scuole e corsi di cinema che dedicano particolare attenzione all’animazione, e da registi più maturi e già noti e apprezzati.

Quest’anno alla rassegna dei corti affianchiamo una personale per segnalare il lavoro, lungo un arco temporale abbastanza ampio, di un autore. Dopo il focus dello scorso anno su Beatrice Pucci, anche in questa edizione affianchiamo una personale per segnalare il lavoro, lungo un arco temporale abbastanza ampio, di un autore. Ora è la volta di Roberto Catani (Jesi, 1965), diplomato in Cinema di Animazione nel 1986 presso l’Istituto Statale d’Arte di Urbino (scuola del libro). Più volte selezionato per la mostra degli illustratori alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna, ha realizzato disegni e illustrazioni per la rivista Lo straniero diretta da Goffredo Fofi e per la casa editrice Fatatrac di Firenze.

I suoi film d’animazione, “Il pesce rosso” (1995), “La sagra” (1998), “La Funambola” (2002), sono stati premiati ai maggiori festival del cinema d’animazione nazionali e internazionali, tra questi: Espinho, New York, Zagabria, Siena, Napoli, Annecy, Hiroshima, Dresda, Cracovia, Wissembourg, Sorrento (nastro d’argento) Cartoon d’Or (nomination 2002).

Partecipa all’esposizione mondiale per i 100 anni del cinema di animazione (Pesaro), agli incontri su “Arte e Animazione” organizzati dall’Asifa Italia al Museo d’Arte Moderna di Torino, agli Incontri Internazionali sul cinema di Animazione a Saint-Quay Portreux in Francia.

“La testa tra le nuvole” (2013) è stato selezionato ai maggiori festival internazionali ha ricevuto il gran premio della giuria ad ANIMATEKA (Lubiana) e la Menzione Speciale della Giuria a Annecy, Belgrado, Vilnius, Messico.

 20 anni di Stracult

Tra i pochissimi programmi dedicati al cinema sulle tv generaliste, “Stracult” (Rai2), ideato da Marco Giusti, è il più longevo grazie anche a una felice commistione di racconto di tutti i generi cinematografici perché il termine ‘stracult’ è fondamentalmente trasversale al cinema.

Un caffè in Pescheria – Incontri al Centro Arti Visive

In uno degli spazi più prestigiosi di Pesaro dedicato all’arte contemporanea, si svolgeranno tutte le mattine numerosi incontri, tavole rotonde, dibattiti con gli autori.

 «FuoriCinema» incontri a cura di Walter Veltroni

Walter Veltroni, da questa edizione componente del comitato scientifico del festival, ‘debutta’ a Pesaro con una serie di incontri «FuoriCinema» con personalità del mondo dello spettacolo, del giornalismo e del cinema.

Premio Lino Miccichè per la critica cinematografica

Il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – Gruppo Emilia Romagna Marche e la Mostra Internazionale del Nuovo Cinema propongono un concorso per critici/recensori, intitolato a Lino Miccichè (fondatore della Mostra con Bruno Torri) per avvicinare i giovani sia al lavoro critico nel campo del cinema che alle attività di ricerca portate avanti, a livello internazionale, in tutti questi anni, dal festival.

Pesaro a Milano

Per l’ottavo anno consecutivo la Mostra Internazionale del Nuovo Cinema, in collaborazione con Formacinema e Agis Lombardia, presenterà a settembre all’interno della manifestazione Le Vie del Cinema 2019 (insieme al festival di Venezia e da quello di Locarno) i film vincitori del Premio Lino Miccichè Concorso Pesaro Nuovo Cinema e del Premio del Pubblico Cinema in piazza.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>