Paul Eboua è biancorosso. La Vuelle scommette sulle potenzialità dell’ala originaria del Camerun

PESARO – Magari tra 12 mesi, passeremo la notte del draft Nba a vedere in che posizione sarà scelto un giocatore della Vuelle, e sarebbe la prima volta in assoluto, anche se è giusto ricordare che Paul Eboua, rimane di proprietà della Stella Azzurra Roma, che l’ha dato a Pesaro in prestito per una stagione, quello che conta è che alla corte di coach Perego è arrivato un giocatore dalle grandissime potenzialità, che si spera possa sfruttare il suo anno di permanenza in riva al Foglia, per affinare le sue doti tecniche e trasformarsi in un’ala piccola destinata a fare grandi cose nel panorama cestistico internazionale, visto che il ragazzo è un classe 2000, di 203 cm. originario del Camerun, ma che avendo fatto i quattro anni da juniores nelle giovanili della Stella Azzurra, ha assunto lo status di giocatore italiano di formazione e può essere tesserato come tale, ma non può giocare per la nazionale italiana, Dopo gli anni da ragazzo a Roma, nel 2018 si è fatto le ossa a Roseto in serie A2, giocando 16 minuti di media, con 5.9 punti e 3.7 rimbalzi, ma ha partecipato anche ad alcuni scrimmage negli Stati Uniti, dove è stato visionato da diversi scout Nba, e tutti i siti specializzati, lo danno intorno alla 20-25esima posizione, nel draft del 2020.

Che tipo di giocatore è Paul Eboua?

66320976_2826949580710191_3066420539821129728_nE’ il classico giocatore in bilico tra lo spot di ala piccola e quello di ala grande, dato che nella pallacanestro moderna, con i suoi 203 cm, dovrebbe costruirsi una carriera da numero tre, ma per farlo, dovrebbe mettere su un tiro da fuori molto più affidabile di quello attuale, e anche a livello difensivo, è ancora troppo acerbo per destreggiarsi contro avversari più scafati. Acerbo è l’aggettivo che sentirete più spesso abbinato al suo nome, perché se non lo fosse, sarebbe stato già stato scelto dalla Nba nel draft di fine giugno, dato che le sue doti fisiche sono già da piano di sopra, con un’elevazione da gara delle schiacciate e uno stacco da fermo degno del miglior Tamberi, su tutto il resto c’è da lavorare, e il ragazzo sembra ben disposto a farlo, e la scelta di venire a Pesaro, invece di fare un anno in G-League, va vista proprio in quest’ottica, quella di farlo giocare coi grandi, di farlo maturare in un campionato italiano, che sarà anche sceso di livello, ma che è certamente più formativo. Oltre all’elevazione, Eboua può contare su un discreto uso del piede perno e su movimenti spalle a canestro utili allo scopo, specialmente sul lato destro del campo e su una naturale propensione alla stoppata, mentre sono rivedibili tutti gli altri aspetti del suo gioco, dal tiro da fuori, tutto da costruire, alla selezione dei tiri, dalla finalizzazione del pick and roll, alla tenuta difensiva, insomma il classico giocatore che a maggio, speri sia completamente diverso da quello visto il settembre precedente, e qui si dovrà valutare la capacità di coach Perego di lavorare coi giovani, e con un giocatore dalle grandi potenzialità e di sicuro avvenire.

Mentre Federico Miaschi ci sembra già pronto per la serie A, Eboua deve ancora dimostrarlo, ma stiamo parlando di un giocatore di grandissimo talento, che si potrebbe trasformare in una scommessa vincente per la Vuelle, che al camerunense pagherà il minimo salariale – 20.000 euro – e vedrà, una volta completato il roster, in quale ruolo sarà più utile alla causa, con il suo arrivo è stato completato il pacchetto italiani della nuova Vuelle, con un quintetto che potrebbe dire la sua in serie A2, ma che in serie A comporrà una panchina giovane come non mai – un 23enne, un 22enne, tre 19enni – con tutte le speranze, ma anche i dubbi del caso. Adesso, è arrivato il momento di costruire il quintetto, con Zach Thomas prossimo alla firma, ma in settimana potrebbero arrivarne altre due, quella di Jaymal Bradford e del centro, di cui si aspettano notizie dalla Summer League, dove sta giocando il pivot adocchiato da Cioppi, che spera non venga firmato da nessuna franchigia Nba, per essere così pronto a venire alla Vuelle.

 

VICTORIA LIBERTAS PESARO 2019-20

                                                          TITOLARE                                        PANCHINA

PLAYMAKER                                   xxxxx                                               MUSSINI (nuovo)

GUARDIA                                         xxxxx                                               MIASCHI (nuovo)

ALA PICCOLA                                 xxxxx                                               EBOUA (nuovo)

ALA GRANDE                                  xxxxx                                               ZANOTTI (confermato)

CENTRO                                           xxxxx                                               TOTE’ (nuovo)

 

COACH FEDERICO PEREGO (nuovo)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>