Estate tra borghi e quartieri: dal 19 luglio al 6 settembre, spettacoli per burattini, laboratori e letture

di 

17 luglio 2019

PESARO – Inaugura venerdì 19 luglio, la prima edizione della rassegna “Estate tra borghi e quartieri”. Una novità dell’estate 2019 che arricchisce la nostra offerta culturale, con proposte pensate per i più piccoli, per tutta la famiglia e letture per tutte le età. “La volontà per il nuovo mandato amministrativo è un cambio di passo –  sottolinea Daniele Vimini assessore alla Bellezza con delega alla cultura – nel creare una sinergia con i quartieri e borghi,  per un’offerta che si aggiunge ai tradizionali contenitori che producono cultura in città. Ringrazio per la collaborazione i presidenti dei quartieri. L’idea è ogni sera, un evento in un quartiere, senza sovrapposizioni.”

“Uno dei temi sono i burattini – aggiunge Vimini- già protagonisti in questi giorni del BOF.”  Per i bambini, sono infatti in programma otto spettacoli di burattini (19,23,30 e 31 luglio, 6,7,12,13 agosto) e tre laboratori (24, 26 luglio e 5 agosto) a cura di Teatro la Bottega Fantastica di Renzo Guerra.

“I burattini affascinano in modo particolare le famiglie – sottolinea Renzo Guerra accompagnato da un burattino che raffigura Rossini – sono discendenti della commedia dell’arte, fatti per ricordare l’importanza del ridere. Un ringraziamento particolare per questo cartellone che rivaluta  i parchi. Sono luoghi per emozioni.”

“L’altro tema – precisa Vimini-  è valorizzare la nuova realtà delle letture a voce alta che si  è formata a Pesaro con l’associazione culturale  APS Le voci dei Libri. La volontà è di avere una notte bianca delle letture.”

Per bimbi e adulti sono state pensate otto letture (25 luglio; 1, 2, 8, 9, 22 agosto, 5 e 6 settembre).

“E’ una bellissima opportunità per questa neonata associazione pesarese – precisa Lucia Ferrati presidente dell’associazione- che ormai ha più di 100 lettori. Sono luoghi bellissimi che non frequentiamo spesso, per conoscere autori come Buzzati, Ovidio, scelti pensati proprio al posto. Un primo esperimento che speriamo desti attenzione.”

“Sono molto contento dell’iniziativa – ha detto il sindaco Matteo Ricci – Pesaro vuole vivere sempre più di cultura, la musica resta l’elemento trainante di tutta l’offerta culturale. Ma se vogliamo diventare una delle realtà importanti del paese, la sfida è vivere la cultura tutto l’anno e in tutti i luoghi della città. E l’elemento che vorremmo introdurre in questo mandato, in maniera forte, è il coinvolgimento dei quartieri. Per una città più vivace e più sicura. Sappiamo che possono funzionare appuntamenti in luoghi diversi dal centro e dal mare, Stupor Circus al parco Miralfiore è stato un gran successo. La valorizzazione dei nostri bellissimi borghi rafforza invece la nostra  l’offerta turistica”.

Gli appuntamenti sono gratuiti; le location sono tutte all’aperto quali giardini, parchi e piazze nei quartieri e nei borghi per vivere il nostro bellissimo territorio. Sono anche previsti luoghi al chiuso in caso di pioggia, indicati nel programma.

“Un programma interessante, una ulteriore opportunità che si aggiunge alle iniziative che i quartieri già organizzano.” Ha detto Mila Della Dora nella nuova veste di assessore con delega ai quartieri.

“Mi occuperà invece di borghi e castelli in questo mandato perché è volontà di questa amministrazione valorizzarli perché sono le perle del nostro territorio”. Così l’assessore Heidi Morotti con delega appunto ai borghi e quartieri.

Programma completo sul sito www.comune.pesaro.pu.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ricci: «Cultura ovunque in città e rete per valorizzare i borghi»

«Vogliamo diventare una delle realtà più rilevanti in tema di cultura. C’è bisogno di viverla tutto l’anno e in ogni luogo della città. E’ la sfida che abbiamo davanti: cultura ovunque, così come la musica». Per Matteo Ricci, si tratta di un concetto «che scandirà il mandato, in maniera ancora più forte. Aiutando le realtà dei quartieri e costruendo, contestualmente, una rete di attività funzionale». Così il sindaco, affiancato da Daniele Vimini, Mila Della Dora e Heidi Morotti,  si dice«più che soddisfatto» della nuova rassegna «Estate tra borghi e quartieri», in programma dal 19 luglio al 6 settembre (spettacoli di burattini, laboratori creativi, letture in collaborazione con Teatro la Bottega Fantastica e Associazione culturale Aps Le Voci dei Libri; programma completo sul sito del Comune). «Il disegno si lega alla vivacità della città, che vale anche per i quartieri. Se le piazze e i giardini sono animati c’è anche più sicurezza. Abbiamo già fatto un buon lavoro su tutti i parchi: è in corso il cambio dei giochi, abbiamo rinnovato tutta l’illuminazione. Si può fare ancora meglio, ma la qualità c’è. Portare attività nei parchi significa accrescere la funzionalità della strategia. Del resto, abbiamo già avuto segnali positivi dal grande successo dello Stupor Circus al Miralfiore. Oppure dalla Fiera del Riuso allo Scarpellini. O ancora da Villa’n’rock a Villa Ceccolini: è la dimostrazione che alcune iniziative possono funzionare anche nei quartieri, non solo nella zona del centro o del mare». Inoltre: «In questo modo valorizziamo turisticamente i borghi, su cui va costruita una rete migliore. Ci siamo mossi in questi anni per promuovere San Bartolo, Fiorenzuola e Casteldimezzo. Candelara ha fatto benissimo con la Pro Loco, con ricadute positive sull’intero territorio. Per altri casi, come Novilara e Ginestreto, va ripreso un lavoro di coordinamento». Nel frattempo, il sindaco aggiorna sui cantieri: «La strategia si abbina alla coerenza degli investimenti. Quest’estate inaugureremo la nuova piazza di Candelara. Proprio ieri abbiamo confermato che metteremo già da quest’anno 250mila euro per la ristrutturazione degli Orti Giulii. E in questi giorni abbiamo fatto interventi di sistemazione su Ginestreto. Andremo avanti».  

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>