47° San Marino Rally, trionfo dell’equipaggio francese Consani – De La Haye (Skoda Fabia R5)

di 

18 luglio 2019

I francesi Consani - De La Haye, vincitoi del 47° San Marino Rally

I francesi Consani – De La Haye, vincitoi del 47° San Marino Rally

REPUBBLICA DI SAN MARINO – I francesi Stephane Consani e Thibault De La Haye, su Skoda Fabia R5 del Team boemo Erreffe Rally, conquistano una importante vittoria nel 47° San Marino Rally, disputato lo scorso sabato 13 luglio. Dopo un’accesa battaglia, l’equipaggio francese ottiene la terza vittoria su tre appuntamenti del Campionato Italiano Rally Terra, fin qui disputati, che li porta ad un passo dalla conquista del titolo quando mancano due gare al termine. Un successo quello di Consani ottenuto dopo una dura battaglia contro i fortissimi specialisti italiani della terra. Il primo sfortunato antagonista dei vincitori è stato il campione veneto Giacomo Costenaro in coppia con Justin Bardini anche loro su Skoda Fabia R5 della Delta Rally. Il pilota di Marostica dopo aver vinto le prime quattro prove, è rimasto appiedato dalla sua Skoda per un guasto alla pompa della benzina durante il trasferimento verso la prova speciale di “Macerata Feltria”.

Daniele Ceccoli

Daniele Ceccoli, secondo assoluto e spettacolare come sempre

A quel punto è salito in cattedra il sammarinese Daniele Ceccoli, il vincitore della passata edizione del San Marino, in coppia con Piercarlo Capolongo, anche loro su Skoda Fabia R5, hanno sfoderato tutta la grinta e classe possibile andando a vincere le due prove di “Lunano-Piandimeleto” e “Sestino”. Con un distacco di irrisorio di poco superiore ai 6 secondi, Ceccoli-Capolongo si sono presentati alla prova finale “San Marino” che si è distinta per essere su asfalto, intenzionati a portare a casa il bis del 2018, ma Consani ha sfoderato anche lui tutta la sua classe ottenendo la vittoria della prova finale sotto il Titano. Dopo oltre 90 chilometri di prove speciali il francese chiude con un vantaggio di appena 12 secondi su Ceccoli, che la dice lunga sullo spettacolo che entrambi gli equipaggi hanno fornito agli appassionati, che si sono assiepati come sempre numerosi sulle prove speciali, per gran parte svoltesi sugli stupendi sterrati della provincia di Pesaro-Urbino, teatro in passato anche del Mondiale.

L'undici volte scudettato Andreucci, terzo assoluto al via di Riccione

L’undici volte scudettato Andreucci, terzo assoluto al via di Riccione

Sul terzo gradino del podio è salito il “vecchio leone” dei Rally, Paolo Andreucci, in coppia con Rudy Briani, l’undici volte Campione Italiano, ovviamente su Peugeot 208 T16 del Team “MM Motorsport”. Quest’anno Andreucci ha deciso di dedicarsi al Campionato Terra, ed a dispetto delle 54 primavere, ha dimostrato anche sugli sterrati di San Marino di essere ancora uno dei protagonisti assoluti. Atteso e sfortunato protagonista è stato Umberto Scandola, il plurititolato veneto, in coppia con Guido D’Amore, ha patito fin dall’inizio problemi sulla sua Hyundai i 20 R5, che lo hanno costretto al ritiro definitivo senza mai essere in lotta, dopo sette prove speciali. Come avviene da qualche edizione anche il 47° San Marino Rally ha avuto il suo momento “glamour” con il prologo di venerdì sera a Riccione, con le auto, comprese quelle del “Rally del Titano” inserito nel San Marino, esposte in Viale Ceccarini e la presentazione degli equipaggi sulla pedana di Viale Dante. Tanto pubblico, per uno spettacolo nello spettacolo, che dà modo agli appassionati di avvicinare i propri beniamini ed ai curiosi di “entrare” e perché no di appassionarsi a questa stupenda disciplina che sono da sempre i Rally.

LA FOTOGALLERY DA RICCIONE:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>