Flavio Boltro, Wire Trio e Ada Montellanico Quartet: tre grandi concerti per il terzo Fossombrone Jazz Festival

di 

18 luglio 2019

67317871_360693311273434_3071837210840924160_n 2FOSSOMBRONE – Tre serate per una terza edizioni di grandi artisti internazionali, suadenti sonorità, inediti ritrovati e stuzzicanti contaminazioni. Ecco l’edizione 2019 di Fossombrone Jazz Festival che torna nel Parco Carloni della città metaurense con tre concerti di alta qualità presentati oggi nella sede pesarese di Confcommercio, fidato partner del Comune di Fossombrone negli eventi della città.

Si comincia il 24 luglio con Flavio Boltro Trio che presenterà in anteprima il suo ultimo album con Stefano Di Battista al sax.

Il 31 luglio ci sarà il concerto Woodstock Revolution di Wire Trio con Enzo Pietropaolo al basso, Enrico Zanisi al pianoforte e Alessandro Paternesi alla batteria.

Il 5 agosto Ada Montellanico Quartet propone ‘da Billie Holiday a Luigi Tenco’.

“Il legame fra Fossombrone e il festival jazz è di vecchia data – ricorda il direttore artistico Marco Frattini responsabile dell’organizzazione assieme alla Banda di Fossombrone – Basti ricordare che nel 1984 il festival forsempronese esordì nientemeno col talento assoluto di Chet Baker che prelevammo dall’Umbria Jazz e apprezzammo nella nostra città poco prima della sua morte. Quel festival venne accantonato e da tre anni cerchiamo di farlo rivivere gratificati dal poter disporre di eccellenti nomi internazionali: quest’anno Flavio Boltro aprirà il festival mantenendo una vecchia promessa che ha ulteriormente impreziosito portandoci pure il sax di Di Battista. Per la seconda serata abbiamo Enzo Pietropaoli detto ‘prezzemolo’ per la sua capacità di rimbalzare da ogni genere musicale: questa volta riarrangerà in chiave jazz i classici del rock di Woodstock nel 50esimo anniversario del festival. Chiudiamo con Ada Montellanico, musicologa, presidente nazionale dei jazzisti italiani e mia collega al conservatorio di Campobasso come insegnante di canto jazz. La continua ricerca di Ada l’ha portata nientemeno a ritrovare degli inediti di Luigi Tenco che ha pubblicato con il consenso della famiglia e riarrangiato in chiave jazz in un percorso musicale trasversale fino a Billie Holiday”.

Tutti i concerti saranno alle 21 e a ingresso gratuito.

Il direttore provinciale di Confcommercio Amerigo Varotti sottolinea “l’assoluta qualità di questo festival per i grandi nomi degli artisti presenti, la possibilità di ascolto di inediti preziosi e l’originalità delle contaminazioni. Per noi è un festival importante non solo per la promozione turistica di Fossombrone, ma anche perché continua la tradizione di Confcommercio a sostegno delle grande iniziative musicali sul territorio”.

67428271_2396933887010724_8564313359732703232_n

Da sinistra Luca Zanchetti, Gloria Mei, Amerigo Varotti, Marco Frattini

L’assessore comunale Gloria Mei racconta come “dal jazz festival, al festival di musica antica alla recente festa della musica, Fossombrone si sta riappropriando della fama che merita a livello musicale  D’altro canto questa è stata la città di Ottaviano Petrucci che inventò nel 1400 il sistema di stampa della musica. Il Fossombrone Jazz Festival sta riuscendo a crescere ogni anno di qualità nonostante sia partito da un livello già molto alto. Ospitarlo nella bellezza del Parco Carloni è poi un valore aggiunto alla manifestazione”.

A sostegno del festival anche l’Associazione Ristoratori Fossombrone il cui presidente Luca Zanchetti ha previsto “la realizzazione – dice – di biscotti a forma di sax dedicati al festival che ricordano il talento di Louis Armstrong. Verranno serviti agli spettatori del concerto”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>