Turista americano derubato del cellulare al mare: preso il ladro. E uno straniero fa il pieno con il bancomat di una fanese

di 

29 luglio 2019

POLIZIAFANO – Personale della polizia di Stato, in servizio presso il Commissariato di polizia di Stato di Fano, ha rintracciato e denunciato in stato di libertà all’Autorità giudiziaria due uomini che, in due episodi distinti, si sono resi responsabili del reato di furto aggravato.

Nel primo caso il furto veniva consumato presso uno stabilimento balneare della zona del Lido di Fano, ove un turista straniero, allo scopo di aiutare i propri figli piccoli a rinfrescarsi presso le docce, appoggiava per alcuni istanti il proprio telefono cellulare, di ingente valore, su una pensilina. Terminate le operazioni l’uomo si accorgeva della scomparsa del cellulare e di conseguenza allertava il 113. I poliziotti giunti sul posto, grazie anche all’esame dei filmati delle telecamere di videosorveglianza, risalivano all’identità di un uomo ripreso nell’atto di impossessarsi dell’apparecchio. L’autore del furto, anch’egli un turista proveniente però dal nord Italia, veniva rintracciato e denunciato all’Autorità giudiziaria, mentre il telefono, rinvenuto all’interno del suo alloggio, veniva restituito al proprietario.

Nel secondo caso una fanese, intenta a fare rifornimento di carburante presso un distributore della zona dell’aeroporto, inserito il bancomat nell’apposita macchina, digitava il pin, dimenticando però di selezionare il numero della pompa di benzina da attivare. Di conseguenza, nonostante tutti i suoi tentativi, il rifornimento non veniva erogato.

Mentre la donna, persistendo nel suo errore, cercava invano di azionare la pompa, uno straniero di origine africana, fermatosi anch’egli per fare rifornimento, resosi conto della situazione decideva di sfruttarla in suo favore, selezionando il numero dell’erogatore presso il quale aveva fermato il suo veicolo ed effettuando il pieno per l’importo di 90 euro, che veniva addebitato sul conto della succitata donna. Quest’ultima, che solo in seguito si rendeva conto di quanto accaduto, sporgeva denuncia presso il Commissariato fanese. Gli agenti, esperite le indagini anche in questo caso avvalendosi dell’ausilio dei filmati del sistema di videosorveglianza, identificavano l’autore del fatto, denunciandolo all’Autorità giudiziaria per furto aggravato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>