La Regione finanzia il recupero dell’Osservatorio Valerio. Risorse anche per la nuova sede del comune di Gabicce e contributi a Cartoceto, Sassocorvaro e S. Angelo in Vado

di 

6 agosto 2019

Biancani indica l'Osservatorio Valerio

Biancani indica l’Osservatorio Valerio

PESARO – Il progetto del Comune di Pesaro per il risanamento conservativo e la valorizzazione dell’Osservatorio Valerio ha ottenuto il finanziamento della Regione Marche con il bando per l’efficientamento energetico. I fondi rientrano nelle risorse destinate dal Pear, il Piano energetico regionale, per interventi negli edifici pubblici e sono stati assegnati attraverso un bando rivolto alle amministrazioni locali con l’obiettivo di incentivare il risparmio energetico e ridurre l’impatto ambientale. «Pesaro – comunica il presidente della commissione ambiente Andrea Biancani (Pd) – risulta nella graduatoria dei comuni vincitori del bando regionale, finanziato con 4 milioni e 200 mila euro, per gli interventi di efficienza energetica negli edifici pubblici non residenziali. Il contributo assegnato al progetto architettonico per la riqualificazione dell’Osservatorio, risultato il migliore tra tutti quelli presentati, ammonta a 439.800 euro e sarà utilizzato per rendere l’immobile, costruito nel 1861, sostenibile dal punto di vista ambientale, riducendo il più possibile le emissioni e diminuendo i costi di gestione». Il progetto redatto dal servizio sicurezza e ambiente del Comune prevede la realizzazione di un nuovo isolamento nelle pareti, il restauro o la sostituzione degli infissi e delle persiane, la posa in opera di nuovi controsoffitti, la sostituzione del tetto, l’installazione di un impianto di climatizzazione e relativo sistema di controllo, un nuovo impianto di illuminazione e corpi illuminanti. «Questi lavori – aggiunge Biancani – consentiranno di ridurre i consumi e di riaprire spazi chiusi ormai da anni, nel rispetto della struttura architettonica e dell’identità culturale dell’Osservatorio. E’ un luogo del cuore per noi pesaresi, va tutelato e valorizzato perché rappresenta una preziosa eredità ancora all’avanguardia, una risorsa unica non solo come laboratorio di climatologia permanente, ma anche come meta formativa per gli studenti e per tutti gli appassionati di meteorologia, senza considerare la sua attrattività turistica e la collocazione in un contesto suggestivo come gli Orti Giuli».

Per la provincia di Pesaro-Urbino, il bando assegna contributi in cofinanziamento (fino al 75% del totale costo progetto) per un totale di 1 milione e 235mila euro. Sono stati finanziati anche i comuni di Cartoceto (fabbricato comunale, 199.570 euro), Sassocorvaro (ristrutturazione asilo Budi, 102.899 euro), Sant’Angelo in Vado (struttura polivalente di via Grifoni, 392.250 euro) e Gabicce (nuova sede amministrazione comunale 100.000 euro). «Per quanto riguarda Gabicce, al momento il finanziamento per la nuova sede del Comune ammonta a 100mila euro, ma mi auguro che il bando venga rifinanziato, in modo da aumentare il contributo fino al 75% del costo del progetto (500 mila euro) e da allargare la graduatoria ad altri Comuni. Questi fondi sono utilissimi perché si aggiungono a quelli impegnati dalle amministrazioni locali, consentendo investimenti notevoli per la riapertura e la messa in sicurezza degli edifici. Vorrei ringraziare gli assessori regionali Emanuela Bora e Angelo Sciapichetti per aver investito con il bando nell’efficientamento energetico e il Presidente Ceriscioli che ha creduto in queste misure a sostegno dei Comuni».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>