Carpegna Prosciutto ferma al palo: il punto della situazione di una Vuelle che arriva al turno di riposo a quota zero

La Carpegna Prosciutto Basket Pesaro sconfitta al debutto stagionale dalla Fortitudo Bologna - Foto Luca Toni

La Carpegna Prosciutto Basket Pesaro sconfitta al debutto stagionale dalla Fortitudo Bologna – Foto Luca Toni

PESARO – Alla fine, questa pausa forzata arriva a proposito per la Vuelle, anche se magari, quando era uscito il calendario, stare fermi alla terza giornata non era stato ritenuto l’ideale, soprattutto per il morale, perché rimanere a quota zero punti, con le altre squadre in lotta per la salvezza, che magari ne approfitteranno per muovere la classifica, non aiuterà a prendere fiducia nei propri mezzi. Anche se naturalmente, un turno di riposo sarà osservato a rotazione, da tutte le atre 16 formazioni.

Ma se la Carpegna Prosciutto avesse dovuto scendere in campo domenica prossima, si sarebbe presentata incompleta, con Eboua che solo in questi giorni sta riprendendo confidenza col parquet, facendo attenzione a non forzare troppo il ginocchio infortunato lo scorso 8 settembre, non ci sarebbe stato neanche Pusica, la cui schiena comincia a preoccupare lo staff sanitario pesarese, perché quello che sembrava un comune colpo della strega, si sta rivelando più serio del previsto, con il play serbo costretto ancora a restare ai box, con la speranza che si riesca a metterlo in piedi per la prossima settimana, mentre in questa, coach Perego non ha potuto contare su Leonardo Totè, che approfittando proprio della pausa, ha avuto il permesso di volare in Cina, per partecipare ad un torneo 3vs3 con la nazionale azzurra, dove sta ben figurando e con i compagni di squadra si è qualificato per i quarti di finale contro la Russia, in programma domattina alle 7 (ora italiana), se volete vederlo all’opera, lo potrete fare tramite il canale Youtube della Fiba.

Non avrebbe potuto giocare neanche l’ultimo arrivato Clint Chapman, sbarcato ieri in Italia e che sarà presentato oggi pomeriggio alle 16.30, all’Ipercoop, insomma, almeno sulla carta, questa pausa sembra capitata al momento giusto, con la speranza che per il 13 ottobre, come per magia, tutti i problemi si risolvano e contro la Virtus, si presenti una Carpegna Prosciutto finalmente al completo, eventualità che non è mai capitata dal primo giorno di allenamento.

L’arrivo di Chapman, non avrà creato file davanti alla sede di Via Bertozzini, di gente convinta a fare l’abbonamento dopo il suo arrivo, ma il centro americano rientrava nella lista dei papabili fin da quest’estate, quando coach Perego lo aveva indicato come uno dei suoi pivot ideali, dopo averlo visto all’opera in Germania, con tre squadre diverse, ma a luglio ancora i costi erano proibitivi per le casse della Vuelle, tanto che anche Brindisi ci aveva rinunciato, dopo averlo cercato, poi Chapman si è allenato fino a metà settembre con l’Olympiacos, per sopperire alle assenze dei giocatori impegnati al Mondiale, e nel frattempo, il suo agente stava cercando di piazzarlo in una squadra con la vetrina delle Coppe, ma, alla fine, ha accettato la corte di Pesaro, che le Coppe non le fa, ma che gli può garantire un posto in quintetto ed un elevato minutaggio, e soprattutto lo ha firmato fino alla fine della stagione, una sicurezza, dopo che l’anno scorso è stato costretto per due volte a fare le valigie.

Chapman viene descritto come un giocatore di sistema, e dopo averne visionato diversi filmati, siamo d’accordo con questa affermazione, col piccolo problema che questa Vuelle, un sistema offensivo non c’è l’ha ancora, almeno finché non rientrerà Pusica, play che fa del pick and roll il suo credo, e che con l’ultimo arrivato dovrebbe trovarsi bene, ma questi sono meccanismi che si perfezionano solo col tempo e con tanti allenamenti alle spalle, e farli a ranghi ridotti, non aiuta certamente il lavoro di coach Perego e del suo staff.

Ieri sera la Vuelle è stata impegnata ad Acqualagna contro Rieti, formazione di serie A2, che ha rimandato il suo esordio in campionato, avendo anche lei un giocatore impegnato in Cina nel torneo 3vs3; c’era ancora Lydeka nel roster, dato che il pivot lituano rimarrà a disposizione fino a quando non troverà un altro posto, in un match che la Carpegna Prosciutto ha vinto col punteggio finale di 81 a 78, mettendo in evidenza Drell e Mussini, e concedendo molti minuti ai giovani Basso, Alessandrini e Mujakovic, visto che mancavano tre uomini della rotazione, nulla da segnalare, in una partita che ha visto qualche passetto in avanti dell’estone e qualche spunto di Barford, ma non ancora quell’identità difensiva indispensabile, per non riporre tutte le speranze di vittoria, in una grande serata dal punto di vista balistico.

LA TERZA GIORNATA IN PILLOLE

Ma se la Carpegna Prosciutto riposa, non lo fa il campionato, che nel weekend propone la sua terza giornata, con le otto formazioni impegnate nelle Coppe europee, che dovranno cominciare a fare i conti con la fatica del doppio impegno settimanale, finora non ci sono state grosse sorprese, al di là del tonfo casalingo di Milano contro Brescia e di qualche sconfitta con margini inaspettati, e per capire il reale valore di tutte le squadre, bisognerà aspettare ancora qualche settimana, ma qualcosa di più lo potremo scoprire anche in questo turno, con due anticipi al sabato, situazione a cui dovremo abituarci, dato che le squadre che giocheranno al martedì in Europa, hanno ottenuto il permesso di anticipare il loro turno di campionato.

Il primo big match di giornata si giocherà cosi stasera tra Trento e Sassari, entrambe a punteggio pieno, imbattibilità che vuole mantenere anche Brescia, impegnata a Brindisi, mentre la domenica del basket inizierà a mezzogiorno, con la sfida tra Roma e Cremona, orario in cui si giocherà anche il match tra Milano e Trieste, originariamente in programma nella città giuliana, ma le forti piogge di giovedì hanno messo fuori uso l’impianto elettrico dell’Allianz Dome, e le due società hanno deciso di invertire il campo di gioco, perché non sarebbe stato semplice per l’Armani trovare un’altra data disponibile, e così si giocherà al vecchio Palalido, rimesso a nuovo. La giornata continuerà alle 17, con la Fortitudo che sarà di scena a Varese, mezz’ora più tardi, Cantù ospiterà Reggio Emilia e alle 18.15, si sfideranno due squadra ancora a zero punti, con Treviso che cercherà di sfruttare il fattore campo per superare Pistoia, con un occhio già alla differenza canestri.

La terza giornata si chiuderà alle 20,45 col secondo big match, dove le ambizioni della Virtus Bologna, saranno messe alla prova dai campioni d’Italia dell’Umana Venezia.

I PROSSIMI TURNI DELLA CARPEGNA PROSCIUTTO

Domenica 13 ottobre – ore 19
Carpegna Prosciutto Pesaro – Segafredo Virtus Bologna

Domenica 20 ottobre – ore 20.45
Happy Casa Brindisi – Carpegna Prosciutto Pesaro

Domenica 27 ottobre – ore 17.30
Carpegna Prosciutto Pesaro – Grissin Bon Reggio Emilia

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>